Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

SEMINARI DI FUNZIONALITÀ VOCALE - Vibrazione e Pulsazione - domenica 20 gennaio 2013 con Marcella Pischedda
SEMINARI E GIORNATE DI FUNZIO... continua.

LA RÓNDINE SUL FILO, PRIMA ANTOLOGÌA DEI RACCONTI DI SCRITTURALIA - accentazione ortoèpica lineare
'LA RÓNDINE SUL FILO' PRIMA AN... continua.

TEORIA NOMOGNOMICA E RITRATTI ANAGRAMMATICI di Tartamella, Pedulli, Littizzetto, Celentano, Leopardi, Antonio De Curtis (Totò), Berlinguer, Pier Luigi Bersani, Gelmini, Bossi, Mussolini, Berlusconi...
Noi siamo il nòstro nome. Dimm... continua.

VIAGGI FUORI DAI PARAGGI - danza/teatro - insieme per una comunità attiva - domenica 13 GENNAIO 2013 a Cascina Macondo
VIAGGI FUORI DAI PARAGGI dome... continua.

Cascina Macondo's friends - Amici di Cascina Macondo
Ricordiamo a tutti gli amici i... continua.

I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <... continua.

RCT - RESOCONTO CERIMONIA DI PREMIAZIONE Concorso Internazionale Haiku - domenica 25 novembre 2012
Sul sito di Cascina Macondo il... continua.

I TUOI HAIKU NELLA HOME PAGE DEL SITO CASCINA MACONDO
Nella Home page del sito Casc... continua.

Frécciolenews Partners
MUSIC CLUB, mensile di musica ... continua.

sponsor - sostegni - collaborazioni
esprimiamo la nostra riconosce... continua.

“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - Jennifer Italiano
Che fatica in bici / il sole... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - GIOCO DELLA CACCIA AL BISONTE, GIOCO DELLA FRECCIA, GIOCO DELL'ASSALTO ALL'ALVEARE, GIOCO DELL'UOMO BIANCO
GIOCO DELLA CACCIA AL BISONTE:... continua.

“CINEMATOGRAFO MON AMOUR” quindicinale di recensioni a cura di Gian Carlo Marchesini - Le regole del silenzio (The Company you keep) di Robert Redford
Le regole del silenzio (The Co... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO MOP
TO MOP (1) /mɒp/ -- v.... continua.


Utenti Frécciolenews

La SIAE è di tutti: Acep, Arci e AudioCoop impugnano il nuovo Statuto della Siae
Acep, Arci, AudioCoop e numero... continua.

ScambiaShiatsu - Torino
Incontri per scambiarsi un tra... continua.

Se serve un’infermiera… - Torino
In caso di necessità di tratta... continua.

CENA DANSOIRA e attività con BALDANZA - Torino
Venerdì 25 gennaio ore 19.30 –... continua.

Saverio Tommasi: a l'Aquila non mangiano il panettone (e un sollecito a Bersani)
Uno straordinario gruppo ... continua.

Sono on line i nuovi numeri delle riviste di cultura Bottegascriptamanent e Direfarescrivere
La Bottega editoriale annuncia... continua.

Vota per il libro del mese di Fahrenheit!
Scegli tra questi il tuo titol... continua.

Tassone: “Turismo, la ripresa non è un sogno”
“Un viaggio di mille miglia de... continua.

MOSTRA DAVIDE DALL'OSSO - 12 GENNAIO 2013 - ROMA, INTERAZIONI ART GALLERY
Davide Dall'Osso DRAMMATURGIA... continua.

MONTAGNA PER TUTTI 2013 - Tre valli, un solo spirito: PARTECIPARE
“Montagna per Tutti 2013” - V... continua.


SEMINARI DI FUNZIONALITÀ VOCALE - Vibrazione e Pulsazione - domenica 20 gennaio 2013 con Marcella Pischedda
SEMINARI E GIORNATE DI FUNZIONALITÀ VOCALE -- 4° APPUNTAMENTO TEMATICO LA LARINGE 1 -- DOMENICA 12 MAGGIO 2013 - Per conoscere e sperimentare alcuni principi essenziali della funzionalità vocale --- le corde vocali: Qualità del contatto/adduzione (forza di chiusura e leggerezza del suono) . Il rapporto con la pressione dell’aria (la loro funzione di valvola respiratoria). La loro capacità vibratoria ed oscillatoria come guida.----- La giornata prevede momenti di lavoro collettivo (sensoriale e corporeo) ed una breve lezione individuale per ogni partecipante ----- Rivolto a: cantanti, attori, musicisti, insegnanti e chiunque nutra interesse nei confronti della voce, del canto e del suono. Non sono richieste capacità musicali o artistiche particolari. Il programma della giornata prevede stimolazioni e spunti di lavoro adeguati all’esperienza personale di ogni partecipante ---- + È possibile partecipare alla giornata anche se non presenti agli incontri precedenti ---- + È possibile richiedere lezioni individuali private in cascina il sabato mattina Marcella: (0039) 3474353518 --- Orari: 14.30 - 19.30 lavoro <><> 19.30 cena buffet <><> 21.00/22.00 lavoro <><> Numero massimo di allievi: otto ---- Munirsi di: abbigliamento comodo, un paio di calze di lana, un plaid (o coperta, o materassino) per il lavoro corporeo ---- per il pranzo a buffet ogni partecipante porta cibo e bevande da condividere ---- PER CHI VIENE DA LONTANO POSSIBILITA' DI PERNOTTAMENTO A COSTI DI BED&BREAKFAST PRESSO LA FORESTERIA TIZIANO TERZANI DI CASCINA MACONDO - comodo parcheggio presso la chiesetta Madonna della Rovere - - CONTRIBUTO RICHIESTO PER IL SEMINARIO 30 euro da versare sul conto corrente di Cascina Macondo entro il 5 maggio --- PER ULTERIORI INFORMAZIONI COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER:http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1183:seminari-di-funzionalita-vocale-con-marcella-pischedda-domenica-12-maggio-2013&catid=102:news&Itemid=90
torna su




LA RÓNDINE SUL FILO, PRIMA ANTOLOGÌA DEI RACCONTI DI SCRITTURALIA - accentazione ortoèpica lineare
'LA RÓNDINE SUL FILO' PRIMA ANTOLOGÌA DEI RACCONTI DI SCRITTURALIA - accentazione ortoèpica lineare - raccòglie 22 racconti selezionati fra quelli prodotti nelle giornate di Scritturalia: autori AAVV a cura di Piètro Tartamèlla - Annamarìa Verrastro, Antonèlla Filippi, Clèlia Vaudano, Ènzo Pesante, Fabia Binci, Fanny Casali Sanna, Fiorènza Alineri, Flavio Massazza, Floriàn Lasne, Nagi Tartamèlla, Piètro Tartamèlla, Tiziana Viganò, Virginia Cònsoli -- editore: Marco Del Bucchia Editore in collaborazione con Cascina Macondo -- copertina: manufatto raku di Annamarìa Verrastro -- pàgine: 220 -- formato: 12 x 20 -- accentazione ortoèpica lineare a cura di Piètro Tartamèlla e Fiorènza Alineri -- prefazione Piètro Tartamèlla -- introduzione Antonèlla Filippi --- ISBN 978 - 88 - 471 - 0615 - 4 --- còsto a còpia èuro 16,00 + spese di spedizione ---------------------------------------------------------- descrizione: “…Ora, non come fine, ma come lògica conseguènza di molti anni di scrittura, perché non raccògliere in un libro alcuni di quei racconti? Ora si può fare. È lògico e sensato. Ora è testimonianza. Quando fra molti anni faremo il bilancio di queste doméniche trascorse insième a scrìvere ricorderemo con vividezza non le antologìe, che pur avremo pubblicato, ma pròprio le giornate stesse, le letture a voce alta di tutto quello che abbiamo scritto, il pranzo condiviso, il caffè, la spaghettata serale con aglio e pan grattato soffritto, i qui e ora che làsciano un segno, e gli odori di ogni stagione d’ombra, di neve e di sole a Cascina Macondo. Auguriamo al lettore di avere come compagni in un week-end questi ventidùe racconti di Scritturalia, 'La Róndine sul filo' , e una piacévole lettura”. (dalla prefazione di Piètro Tartamèlla) --------- richiedilo a: info@cascinamacondo.com
torna su




TEORIA NOMOGNOMICA E RITRATTI ANAGRAMMATICI di Tartamella, Pedulli, Littizzetto, Celentano, Leopardi, Antonio De Curtis (Totò), Berlinguer, Pier Luigi Bersani, Gelmini, Bossi, Mussolini, Berlusconi...
Noi siamo il nòstro nome. Dimmi come ti chiami e ti dirò chi sèi! Teorìa e tèsti di Piètro Tartamèlla --- Sicuramente ricorderete il tempo della vostra adolescenza quando vi allenavata a scrivere il vostro nome e cognome. Bèh! Approfondendo si perviene ad una curiosa teoria! Copia e incolla il seguente link sul tuo browser per leggere l'articolo e scoprire gli impressionanti ritratti anagrammatici di Tartamella, Pedulli, Littizzetto, Celentano, Leopardi, Antonio De Curtis (Totò), Beppe Grillo, Berlinguer, Pier Luigi Bersani, Gelmini, Bossi, Mussolini, Berlusconi... : http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=349:teoria-nomognomica-ritratti-anagrammatici-dimmi-come-ti-chiami-e-ti-diro-chi-sei&catid=102:news&Itemid=90
torna su




VIAGGI FUORI DAI PARAGGI - danza/teatro - insieme per una comunità attiva - domenica 13 GENNAIO 2013 a Cascina Macondo
VIAGGI FUORI DAI PARAGGI domenica 8 MAGGIO 2016 - percorso A NUMERO CHIUSO (ci sono ancora alcuni posti liberi) di integrazione normalità-handicap rivolto a disabili lievi e normodotati adulti incentrato sul movimento, la danza, la musica, la narrazione, la creatività. Si conclude con la messa in scena di uno spettacolo ---- A Cascina Macondo dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (una domenica al mese). Il giovedì a Torino dalle ore 17.15 alle ore 19.15 ogni settimana. conducono Nagi Tartamella, Florian Lasne --- PARTECIPAZIONE GRATUITA CON ISCRIZIONE ANNUALE E OBBLIGO DI FREQUENZA --- Ogni partecipante, nelle domeniche a Cascina Macondo, porta sempre cibo e bevande da condividere nell'ora del pranzo. Oltre al cibo e alle bevande porta anche un contributo di piatti, posate, bicchieri di plastica, tovaglioli, caffè, zucchero, olio di oliva extravergine, o altre derrate a lunga conservazione, nella misura che si ritiene opportuna --- L'iniziativa fa parte del progetto MOTORE DI RICERCA, COMUNITÀ ATTIVA - CITTÀ DI TORINO. Progetto del Comune di Torino - Assessorato alla Famiglia e ai Servizi Sociali - in collaborazione con vari enti, associazioni, cooperative presenti sul territorio. Mira a creare opportunità di incontro, socializzazione, integrazione rivolte alle persone con disabilità, al fine di raggiungere una spontanea e disinvolta partecipazione attiva alle diverse attività di volta in volta proposte - Le domeniche in Cascina sono sostenute dalla Fondazione CRT, Fondazione SOCIAL, Comune di Torino, VI Circoscrizione di Torino, e con la collaborazione di Deedfactory --- info@cascinamacondo.com
torna su




Cascina Macondo's friends - Amici di Cascina Macondo
Ricordiamo a tutti gli amici intimi e lontani e a tutti i simpatizzanti che un sostegno economico a Cascina Macondo è concreta partecipazione e inequivocabile gesto di stima. Un versamento di euro 50 (valido un anno solare) aiuterà a sostenere le iniziative e i rilevanti costi di gestione dell'associazione. Possiamo assicurarti che il tuo sostegno non ci offenderà, anzi, sarà assolutamente gradito. In quarant’anni di impegno culturale siamo stati precursori della Lettura ad Alta Voce, di Scritturalia, dei Racconti d'Inverno, della Poetica Haiku, della Didattica Tassellare, della Recublenza, della Poesia Gestazionale, della Filosofia Interstiziale, delle Edizioni Ortoèpiche, del Rakuhaiku... Sostienici. Prendi nota dei dati per il tuo bonifico bancario: conto corrente N° 1000 / 13268 Istiuto Bancario 'BANCA PROSSIMA' filiale 05000 di Milano, Via Manzoni ang. Via Verdi codice postale 20121 -- IBAN IT13 C033 5901 6001 0000 0013 268 per versamenti italiani -- BIC BCITITMX (codice per versamenti internazionali)- intestazione del bonifico: Cascina Macondo Borgata Madonna della Rovere, 4 10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italy - Indicare la causale del versamento: Sostegno a Cascina Macondo anno..... -- un grazie e un saluto, Staff Cascina Macondo ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- CASCINA MACONDO'S FRIENDS - We remind to all close fiends and to those who are far apart, and to all sympathizers, that an economic support to Cascina Macondo is a concrete participation and a clear sign of estimation. A 50 euro deposit (valid for a solar year) will help to support the initiatives and the considerable operating expenses of the association. We can assure you that your support will not offend us, on the contrary, it will be absolutely appreciated. In forty years of cultural commitment, we have been the precursors of Reading Aloud, of Scritturalia, of Winter Tales, of Haiku Poetics, of Dowelled Didactics, of Recublenza (art of recovery), of Gestational Poetry, of Interstitial Philosophy, of Orthoepic Editions, of Rakuhaiku, etc. Support us. Take note of our data for your bank transfer: current account no. 1000 / 13268 Istituto Bancario 'BANCA PROSSIMA' filiale 05000 di Milano, Via Manzoni ang. Via Verdi, postcode 20121 - IBAN IT13 C033 5901 6001 0000 0013 268 for Italian deposits -- BIC BCITITMX (code for international deposits). Bank transfer to: Cascina Macondo, Borgata Madonna della Rovere 4, 10020 Riva Presso Chieri - Torino – Italy. Please indicate the reason of the deposit: Support to Cascina Macondo, year..... – thank you and hallo from Cascina Macondo’s staff.
torna su




I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <><><><><> LUANA VARAGNOLO (referente responsabile) ---- FIORENZA ALINERI ---- OSCAR LUPARIA ---- FLORIANA PORTA ---- LAURA UBOLDI ----- PIETRO TARTAMELLA..... ricordano agli inserzionisti che: FRECCIOLENEWS... (COMUNITA' INTERNAZIONALE CHE SI SCAMBIA INFORMAZIONI E COMUNICATI) è la Newsletter settimanale gratuita di Cascina Macondo. Viene inviata a tutti gli iscritti (Utenti Only Mailing, Utenti Free, Utenti Professional) a partire dalla mezzanotte di ogni martedì. La Newsletter può essere utilizzata da chi organizza eventi, manifestazioni, presentazioni di libri, concorsi, mostre, spettacoli, corsi, stages, reading, proiezioni, inaugurazioni, commemorazioni, concerti, feste, conferenze, esposizioni, viaggi, incontri, iniziative- contenuti-annunci vari --------- PORRE ATTENZIONE PERO' AI COMUNICATI: DEVONO ESSERE CHIARI, CONCISI, SEMPLICI, ESSENZIALI. Devono semplicemente 'dare la notizia' (un buon esercizio preparatorio allo stile haiku!). Ricordiamo pertanto le sette domande tipiche del giornalismo, punti di riferimento per chi compila un comunicato o dà una notizia: CHI? COSA? DOVE? COME? QUANDO? PERCHE'? ed eventualmente anche il QUANTO? Se non sei tu ad organizzare gli eventi, dillo ai tuoi amici di questa opportunità.
torna su




RCT - RESOCONTO CERIMONIA DI PREMIAZIONE Concorso Internazionale Haiku - domenica 25 novembre 2012
Sul sito di Cascina Macondo il resoconto con foto e documentazione della Cerimonia di Premiazione del Concorso Internazionale Haiku 10° Edizione 2012. Copia e incolla il seguente link sul tuo browser per accedere: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1147:rct-resoconto-premiazione-concorso-internazionale-haiku-domenica-25-novembre-2012&catid=102:news&Itemid=90
torna su




I TUOI HAIKU NELLA HOME PAGE DEL SITO CASCINA MACONDO
Nella Home page del sito Cascina Macondo, sotto la tazzina del caffè fumante, è attiva la rubrica HAIKU DEL GIORNO. Gli Utenti FREE possono prenotare una data, inserire un proprio haiku e, volendo, dedicarlo a qualcuno. E' prevista infatti anche la possibilità di inserire nel form l'indirizzo di posta elettronica di un amico a cui volete dedicare l'haiku. L'amico riceverà automaticamente l'avviso 'c'è un haiku dedicato a te'. Leggeremo un nuovo haiku ogni giorno. E anche se non è vero che un haiku al giorno toglie il medico di torno, la cosa ci sembra carinissima - Staff Macondo
torna su




Frécciolenews Partners
MUSIC CLUB, mensile di musica e concerti live - www.musicclub.it <><><><> LA STAMPA, quotidiano di Torino - www.lastampa.it <><><><> TORINOSETTE, magazine settimanale de La Stampa - www.torinosette.it <><><><> COMUNICARE COME - www.comunicarecome.it <><><><> PUOIDIRLOQUI - www.puoidirloqui.it <><><><> DISABILI.COM - www.disabili.com <><><><> Radio Fahrenheit - www.fahre.rai.it <><><><> Digi.TO - www.digi.to.it <><><><> NEXT ARTE - LA PROSSIMA DESTINAZIONE DELL'ARTE http://www.nextarte.it <><><><> TRA TERRA E CIELO - www.traterraecielo.it <><><><> IMMIGRAZIONEOGGI - www.immigrazioneoggi.it <><><><> ARTESCLUSIVA L'ARTE DI DIVULGARE L'ARTE - www.artesclusiva.it <><><><>
torna su




sponsor - sostegni - collaborazioni
esprimiamo la nostra riconoscenza agli Enti, Istituzioni, Fondazioni, Associazioni, Ditte, Privati, che con il loro variegato sostegno consentono a Cascina Macondo di crescere, realizzare progetti, fare cultura esprimendo la propria vocazione di Promozione Sociale. Grazie. <><><><> Regione Piemonte - www.regione.piemonte.it <><><><> Motore di Ricerca Comune di Torino - www.comune.torino.it <><><><> Comune di Riva Presso Chieri - www.comune.rivapressochieri.to.it <><><><> Fondazione CRT - www.fondazionecrt.it <><><><> Fondazione Social - www.fondazionesocial.it <><><><> Fondazione Italia/Giappone - www.italiagiappone.it <><><><> Fondazione Paideia - www.fondazionepaideia.it <><><><> Villaggio La Francesca - www.villaggilafrancesca.it <><><><> Gruppo Haijin di Arenzano <><><><> Edizioni Angolo Manzoni - www.angolo-manzoni.it <><><><> Circolo dei Lettori - www.circololettori.it <><><><> Fanvision Produzioni Cinematografiche - www.fanvision.webs.com <><><><> Artigrafiche M.A.R. - www.artigrafichemar.it <><><><>
torna su




“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - Jennifer Italiano
Che fatica in bici / il sole su di me / un gran silenzio. / (Jennifer Italiano) ------------------ Frequenta la 4 C presso la Scuola Elementare “Abbadia di Stura” a Torino, l’autrice del componimento che vi proponiamo e che ha partecipato all’ultimo Concorso di Cascina Macondo. Secondo le regole Manifesto dell’Haiku Italiano di Cascina, è rispettata anche la quantità; ma a parte le considerazioni sulla struttura, ci troviamo di fronte ad un bellissimo esempio di “sbalzo semantico”. I versi per ben due volte cambiano direzione. Dapprima viene introdotto il tema, si va sulle due ruote, ma a prezzo di grande sforzo. Poi la calura del sole che picchia sulla schiena e sul capo di Jennifer, ci racconta che l’impresa è ancora più dura da sostenere. Infine veniamo a scoprire che lei si trova tutta sola ad affrontare lo sforzo. Non vengono impiegati i verbi e il componimento sarebbe apprezzatissimo dai Giapponesi perché molto vicino alla loro forma mentis, che si riflette in ogni campo. “Nulla di troppo, nulla che manchi”, questa è la regola, non scritta ma sempre osservata, nel Paese del Sol Levante. Dal primo verso ci viene comunicata tutta l’idea del “ponos” dell’antica Grecia. Jennifer procede lenta, in salita, quasi uno scalatore alle prese con le montagne del Giro o del Tour. La similitudine viene corroborata dalla medesima stagione, l’estate, in cui si svolgono i due eventi sportivi. Il sole pare accanirsi sulla ragazzina, aggravandone impietoso le difficoltà. Così almeno lei vive la sua incombente e cocente presenza. Ci mancava pure il sole..! Nessuno è presente ai lati della strada. Nessuno che possa aiutare la piccola nella sua impresa, si trova da sola con le sue forze a spingere sui piccoli pedali. Il silenzio ingigantisce tutta la scena, pare di sentire il suo “fiato grosso”. Il procedere è lento e la strada pare non debba finire mai. Ci viene alla mente chi disse che se si fa un passo avanti l’orizzonte si allontana di un passo, se se ne fanno dieci, si allontana di dieci passi, quindi per quanto si possa camminare, l’orizzonte non verrà mai raggiunto. Andare verso l’orizzonte è dunque un’utopia. A che serve, allora, questa utopia? A questo serve, a farti procedere, ad andare avanti nonostante tutto, a non arrendersi alle cose così come sono e a lottare per come dovrebbero essere…l’utopia dà senso alla vita. Anche la fatica di Jennifer è servita ---- fabrizio.virgili@cascinamacondo.com --- cos’è un Haiku? / un attimo di vita / che si fa verso.
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - GIOCO DELLA CACCIA AL BISONTE, GIOCO DELLA FRECCIA, GIOCO DELL'ASSALTO ALL'ALVEARE, GIOCO DELL'UOMO BIANCO
GIOCO DELLA CACCIA AL BISONTE: Un gruppo di ragazzi partiva con della carne. Un altro gruppo lo inseguiva cercando di prendergli la carne ---------------------------------------------------------- GIOCO DELLA FRECCIA: I ragazzi Sioux si dividevano in squadre. Uno lanciava in alto una freccia per primo. Tutti gli altri tiravano le proprie frecce cercando nella caduta di farle arrivare il più vicino possibile alla prima freccia --------------------------------------------------------- GIOCO DELL'ASSALTO ALL'ALVEARE: i ragazzi indiani si dipingevano il viso e simulavano una battaglia immaginando che le api fossero nemici ----------------------------------------------------------- GIOCO DELL'UOMO BIANCO: I ragazzi indiani giocavano "all'uomo bianco". Si fingevano mercanti e si pitturavano la faccia di bianco, con cappelli di scorza di betulla, un pezzo di pelliccia sul mento come barba. Cortecce bianche di betulla erano camicie bianche. Le merci erano: sabbia=zucchero, fagioli=caffè, foglie secche=thè, terra in polvere=polvere da sparo, sassolini=pallottole, acqua=wisky ----- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“CINEMATOGRAFO MON AMOUR” quindicinale di recensioni a cura di Gian Carlo Marchesini - Le regole del silenzio (The Company you keep) di Robert Redford
Le regole del silenzio (The Company you keep) di Robert Redford --- “Abbiamo sbagliato, ma avevamo ragione”. “Accetterò di costituirmi e dichiararmi colpevole dell’omicidio commesso dopo che lo avranno fatto i governi e le multinazionali che hanno provocato milioni di morti.” “Io non rinuncio a sostenere quella che per me è la verità. L’ho fatto nel ’68, continuo a farlo oggi e spero fino a quando avrò fiato.” Queste alcune delle frasi chiave pronunciate da una intensissima e ancora bella, per quanto ovviamente invecchiata, Julie Christie nei panni di una dei Weathermen (in questo caso woman) che in quegli anni, negli USA, manifestavano prima come Movimento degli Studenti Democratici di Sinistra contro la guerra in Vietnam, poi ritennero necessarie altre lotte in forme esplicitamente violente, tipo mettere bombe sotto le sedi di polizia e di altri organismi del governo curando però di non provocare vittime. Successe però che durante una rapina organizzata contro una banca scoppiò una sparatoria e rimase ucciso uno degli impiegati. Dopo quarant’anni, ai giorni nostri, sconfitto e sciolto il movimento dei Weathermen, una esponente del gruppo, ora, madre di due figli adolescenti, decide di costituirsi per il rimorso e per porre fine alla minaccia di questa spada sospesa sopra la testa sua e dei suoi figli. La sua decisione innesca una reazione a catena che via via, grazie anche alla tenacia investigativa del giovane cronista, coinvolge tutti i principali esponenti di quel gruppo. Ricavato da un libro che racconta quei fatti, sostenuto da una sceneggiatura perfetta e da dialoghi intensi, il film di Robert Redford è splendidamente costruito come occasione illuminante di bilancio ed esame di coscienza - oggi, a distanza di quarant’anni - sul ’68 americano, sulle ragioni e gli eccessi di quel movimento, la scelta di passare alla clandestinità e a forme di lotta violenta da parte di un suo gruppo. Ma la riuscita del film è perfetta in virtù del dosaggio ben amalgamato tra dimensione politica, in un contesto e in una fase drammatica della Storia, e quella umana: le ragioni delle storie personali, amicali, di solidarietà forgiata nella lotta, di relazioni amorose che nel frattempo hanno generato anche figli. E a volte, intrecciandosi e incrociandosi, ragioni politiche e vicende personali e famigliari entrano in doloroso conflitto - e così ne risentono anche punto di vista e concetto di verità personale e storica. Robert Redford si conferma bravissimo sia nel condurre come regista un gioco così delicato e complesso, che come attore nel ruolo di padre di due figlie che oggi, a distanza di tanto tempo, dopo essere stato un leader di un gruppo rivoluzionario, antepone a tutto. Il film è particolarmente indicato a chi in quella stagione bruciante e tumultuosa è stato in qualche misura politicamente attivo, ma anche ai giovani che vogliono capire di più dei loro padri e di che cosa allora è successo. Se non altro per essere più consapevoli del presente, e non essere in fuga dal passato --- giancarlo.marchesini@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO MOP
TO MOP (1) /mɒp/ -- v. t. 1) lavare, pulire con lo straccio, spazzare (i pavimenti, ecc.): → DIALOGO:  (Can you mop the kitchen floor when you've finished the dishes? = puoi passare lo straccio in cucina quando hai finito i piatti?); --- 2) pulire (i piatti, ecc.) con una scopetta di pannospugna --- 3) (naut.) radazzare --- 4) asciugare; tergere: (to mop one's brow = asciugarsi la fronte) ----- (fam.) (to mop the floor with sb. = dare una grossa batosta a q.); (to mop up = asciugare, prosciugare, raccogliere; (fam.) mangiare, bere avidamente; papparsi, scolarsi; finire, sbrigare; (fin.) ritirare (redditi, risorse finanziarie) dalla circolazione; (mil.) rastrellare: (Mop up the spilt wine = asciuga il vino versato!); (fin.) (to mop up the funds = prosciugare i fondi); (fam.) (to mop up all the profits = assorbire (o prendersi) tutti gli utili); (to mop up the sauce with a piece of bread = fare la scarpetta) (fam.)----------------------- TO MOP (2) /mɒp/ --- v. i. (to mop and mow = fare smorfie; far boccacce)----- pietro.tartamella@cascinamacondo.com (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




La SIAE è di tutti: Acep, Arci e AudioCoop impugnano il nuovo Statuto della Siae
Acep, Arci, AudioCoop e numerosi autori ed editori italiani hanno appena notificato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Ministero dell’Economia, al Commissario Straordinario della SIAE Gian Luigi Rondi, ai due subcommissari Paolo Stella Richter e Domenico Luca Scordino nonché alla SIAE un ricorso con il quale hanno chiesto al TAR Lazio di accertare e dichiarare l’illegittimità del nuovo Statuto della SIAE. Alla base dell’impugnazione la circostanza che il nuovo Statuto attribuisce, in maniera pressoché esclusiva, la governance della società agli associati più ricchi ovvero a quelli che beneficiano delle somme maggiori in sede di riparto dei diritti d’autore incassati dalla SIAE. Secondo il nuovo Statuto, infatti, ogni associato ha diritto, in assemblea, ad un voto più un voto per ogni euro incassato. In questo modo le delibere assembleari relative, essenzialmente, alla nomina del Consiglio di Sorveglianza al quale lo Statuto affida, sostanzialmente, la totalità delle scelte relative alla vita dell’Ente, dipendono esclusivamente dagli associati più ricchi ovvero i grandi editori musicali facenti capo a poche multinazionali straniere e i grandi cantautori della musica leggera italiana. 'Una ventina di associati – in forza delle nuove regole – potrà governare la Società anche contro il volere e le indicazioni degli oltre 100 mila iscritti. La SIAE è, invece, di tutti gli associati giacché tutti hanno eguali obblighi a cominciare dal pagamento della quota associativa' dichiarano Roberto Rinaldi, Presidente di Acep, Carlo Testini, Responsabile Nazionale Cultura dell'Arci, e Giordano Sangiorgi, Presidente di AudioCoop. Secondo i ricorrenti, peraltro, l’adozione ed approvazione del nuovo Statuto è solo l’ultimo atto di un disegno più complesso ordito con la ferma volontà di estromettere la maggioranza della base associativa dalla gestione della Società a favore dei soli associati più ricchi. L’attuazione di tale disegno è iniziata con l’adozione del decreto di Commissariamento della società che le Autorità vigilanti non avevano il potere di adottare e del quale, pure, i ricorrenti hanno chiesto ai Giudici, l’annullamento. Ai giudici amministrativi i ricorrenti hanno, anche, chiesto di sospendere in via cautelare l’efficacia dello Statuto, al fine di scongiurare il rischio che le prossime elezioni del Consiglio di Sorveglianza fissate per il 1° marzo si svolgano secondo le nuove regole, consegnando la SIAE in mano ai soli associati più danarosi. L’apporto e la produttività artistica e culturale di un autore o editore non può e non deve essere ridotta ad un fatto puramente economico e non c’è, dunque, ragione per affidare la SIAE – alla quale lo Stato attribuisce il compito di promuovere e tutelare, nell’interesse di tutti, il sistema culturale – nelle mani di un manipolo di editori ed autori più ricchi degli altri. ACEP - www.assoacep.com - Arci www.arci.it - AudioCoop www.audiocoop.it
torna su




ScambiaShiatsu - Torino
Incontri per scambiarsi un trattamento shiatsu - Tutti riconosciamo il piacere di una carezza o il conforto di un abbraccio, imparare a “fare massaggi” può essere un modo per tornare a stare insieme, divertirsi e conoscere nuovi amici. Il gruppo è rivolto a cittadini e persone con lieve disabilità. Durante l’incontro un insegnante di shiatsu guiderà i partecipanti a scambiarsi un semplice ma rilassante trattamento shiatsu. Seguirà un momento conviviale sorseggiando un the. La nuova attività dell’associazione Mandala in collaborazione con il progetto Motore di Ricerca: comunità attiva del Comune di Torino inizierà a gennaio 2013. Gli incontri si svolgeranno presso: Casa Paradigma in via Taggia 25/A il mercoledì dalle 17 alle 18.30. Info e iscrizioni: Nico 329.8020429 - associazione.mandala@alice.it - http://mandala.xoom.it
torna su




Se serve un’infermiera… - Torino
In caso di necessità di trattamenti infermieristici (iniezioni, flebo, igiene della persona, eccetera), per Torino e dintorni ho il riferimento di una professionista brava e umana, più che onesta nelle tariffe e che ha davvero bisogno di lavorare. Chi volesse mettersi in contatto con lei può scrivermi privatamente: giuliana.cupi@teletu.it
torna su




CENA DANSOIRA e attività con BALDANZA - Torino
Venerdì 25 gennaio ore 19.30 – 23.30 - l'Associazione BALDANZA in collaborazione con il progetto Motore di Ricerca: comunità attiva del Comune di Torino, invita alla CENA DANSOIRA presso Antico Teatro dell’IRV in via San Marino 10 – TORINO. Portare bevande, cibarie e ....... tanta voglia di danzare! Ingresso libero senza prenotazione. La serata sarà animata e rallegrata dalle musiche del gruppo MARASMA FOLK. Ricominciano le attività di MdR a partire da mercoledì 16 gennaio 2013 nei due orari e luoghi già utilizzati in autunno: ore 09.00/10.30 in Via Mottarone 5 --- ore 18.00/19.30 in Via San Marino 10. Per partecipare telefonare a Maria Cell. 349.1815715 e Chiara Cell. 339.7172938. e-mail: baldanza@arpnet.it - www.arpnet.it/baldanza .
torna su




Saverio Tommasi: a l'Aquila non mangiano il panettone (e un sollecito a Bersani)
Uno straordinario gruppo di ragazzi mi ha accompagnato in giro per l'Aquila dopo tre anni e mezzo dal terremoto del 6 aprile 2009. Cosa è cambiato in questi anni? Davvero le case sono state ricostruite? E il centro della città, allora interamente distrutto, che fine ha fatto? Ci sono ancora i militari in giro? Guarda e contribuisci a diffondere il mio documentario: http://youtu.be/kpa1nWBNCRA, prodotto come sempre dai mitici di fanpage.it. ---- ps. in questi giorni ho realizzato anche una strana pagina web. Una cosa da ridere, ma con qualche velleità maggiore. E' un gioco veloce e abbastanza divertente, provatelo: www.posizionabersani.it. Saverio Tommasi http://www.saveriotommasi.it
torna su




Sono on line i nuovi numeri delle riviste di cultura Bottegascriptamanent e Direfarescrivere
La Bottega editoriale annuncia l’uscita del 65° numero di Bottegascriptamanent e dell’85° numero di Direfarescrivere. --- Vi segnaliamo particolarmente i due articoli di apertura: Su Bottegascriptamanent: Il lungo cammino dell’Argentina verso la democrazia, in un saggio edito Franco Angeli di Silvio Gambino - Su Direfarescrivere: Tra Le città della Calabria ecco Fabrizia, Serra San Bruno, da Bpmezz e Rubbettino di Cecilia Rutigliano. Per informazioni info@bottegaeditoriale.it - www.bottegaeditoriale.it
torna su




Vota per il libro del mese di Fahrenheit!
Scegli tra questi il tuo titolo preferito e scrivici una mail. Il vincitore parteciperà alla selezione per il Libro dell'Anno di Fahrenheit. **** Giuliano Pavone, 13 sotto il lenzuolo, Marsilio -- Grazia Verasani, Cosa sai della notte, Feltrinelli -- Massimo Lugli, Gioco Perverso, Newton Compton -- Stefano Piedimonte, Nel nome dello zio, Guanda -- Sandra Petrignani, Addio a Roma, Neri Pozza -- Mario Biondi, La casa delle mille e una notte, Barbera -- Laura Bocci, La seconda India, Manni -- Gianni Mura, Ischia, Feltrinelli -- Luigi R. Carrino, Esercizi sulla madre, Perdisapop -- Vincenzo Pardini, Il Postale, Fandango -- Peppe Fiore, Nessuno è indispensabile, Einaudi -- Aldo Busi, El especialista de Barcelona, Dalai editore -- Marco Presta, Il piantagrane, Einaudi -- Melania Mazzucco, Il bassotto e la regina, Einaudi -- Bruno Morchio, Il profumo delle bugie, Garzanti. **** Da www.radio3.rai.it/dl puoi riascoltare tutte le interviste. Buon ascolto! www.fahre.rai.it - fahre@rai.it
torna su




Tassone: “Turismo, la ripresa non è un sogno”
“Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo” così si esprime Lao Tzu, il fondatore del taoismo. --- Questa frase ben si adatta, in questo inizio d’anno, al ricordo di due amici recentemente scomparsi, con i quali ho percorso tanta parte della mia vita di appassionato del turismo all’aria aperta: Beppe Continolo e Giovanni Ongaro, due giornalisti che, a poca distanza l’uno dall’altro, ci hanno lasciati. Non lo faccio per commemorare la loro vita, altri già mirabilmente si sono espressi, quanto per partire da loro e tentare quel “primo passo” d’inizio di anno con la speranza che inneschi una camminata di mille miglia, della quale davvero si sente la necessità. ---- Un anno particolare, quello che sta iniziando, destinato in ogni caso a incidere radicalmente sulla vita di tutti noi: la crisi sta trasformando il Paese e quello che vede la luce è un sistema nuovo, difficilmente sovrapponibile con quello passato. Certo battaglie di retroguardia e lotte per difendere la posizione ci sono, anche nel campo del turismo. Un settore che, proprio perché primeggia nel campo dell’offerta, dovrebbe essere il meno ingessato: in ogni caso la situazione si sta muovendo nel senso giusto. Si annusa nell’aria quella voglia di novità che tante volte con Beppe e Giovanni siamo andati a cercare, scoprendo imprenditori entusiasti e innovatori, associazioni immerse nella società e nei suoi problemi, semplici appassionati che contribuivano con scritti e con telefonate a valorizzare il territorio che scoprivano nei viaggi e che, secondo loro, meritava di essere messo sotto i riflettori. Il primo passo comincia proprio da qui, dal decidere di guardare avanti senza remore e senza ripensamenti, facendo tesoro della memoria e dell’esperienza, messe al servizio della novità. Testimoni del tempo che passa, di emozioni che si rinnovano e che sanno coinvolgere per la loro genuinità e per la novità, della voglia di essere ottimisti perché è insito nell’animo di ogni essere umano. Difficoltà ve ne sono sempre state, l’umanità ha conosciuto epidemie, guerre, carestie, rivoluzioni, ma ha saputo superare e affrancarsi: i momenti che stiamo vivendo non sono facili e costituiscono fonte di forte preoccupazione, ma tutto è destinato a passare e, se visto in un lasso temporale medio, venire ridimensionato. Il “del doman non vi è certezza” che indica la strada del “fermiamo tutto e stiamo alla finestra” non può né deve rappresentare il programma di vita per chi vuole essere protagonista del proprio tempo. ---- Il turismo è innovazione, movimento, novità, capacità di immergersi nella realtà dei tempi e dei luoghi, negazione assoluta del virtuale: è soprattutto un settore fatto per vedere prevalere la “gente seria”, quella che non vende fumo, ma sa valorizzare quello che esiste e che si può offrire, in modo intellettualmente onesto, a una platea di persone desiderose di conoscere, apprezzare, gustare, capire. Inizia un nuovo anno, senza più la presenza delle “penne”, dell’intelligenza e della sagacia di due giornalisti che hanno scritto tanto e bene di turismo: nel loro ricordo penso che la strada imboccata debba continuare a essere percorsa, senza soste, a piccoli passi, ma in modo deciso. Davanti a noi vi è un futuro fatto di ripresa, ma anche d’idee, realtà e persone nuove. Crederci vuol dire aver compiuto un ulteriore passo decisivo e in questo inizio d’anno più che un augurio, mi sembra una constatazione che almeno un pochino aiuta a mettere buonumore. Beppe Tassone, 347 2465324 beppe@cnnet.it
torna su




MOSTRA DAVIDE DALL'OSSO - 12 GENNAIO 2013 - ROMA, INTERAZIONI ART GALLERY
Davide Dall'Osso DRAMMATURGIA DELLA RINASCITA a cura di Simone Schiavetta 12 GENNAIO 2013, ore 18.30 fino al 26 gennaio - INTERAZIONI ART GALLERY PIAZZA MATTEI 14, ROMA - interazioniartgallery@gmail.com - facebook.com/interazioniartgallery - tel/fax +39 06 68892751 --------- Le opere dello scultore Davide Dall'Osso non sono sculture. Esse divergono dalla semplice Scultura in quanto non descriventi un plenum, un volume solido, una densità di struttura formale quantificabile da un sensibile 'peso ottico': sono nuvole di forma contenenti lo spazio della non-materia che costituisce sogno, sensazione, eidos. Questo artista polimaterico riesce con maestria a rigenerare la classicità della forma tramite materiali nuovi, moderni, industriali: egli scrive col linguaggio moderno di quello che è disponibile oggi, poesia dal sapore antico, epico, onirico. Il policarbonato, materia principe di questa mostra, plasmato da Dall'Osso, diventa una pelle sottile e sorprendentemente resistente. Rigida e vitrea, essa definisce e 'contiene' la forma attribuitagli dalla mente e dalle mani dell'Artista. La sua natura è quasi liquida, trasparente, vaporosa, arabescante, la luce la attraversa e in parte ne è rifratta. Sorprendentemente, i lavori di Dall'Osso ancorché leggeri e quasi immateriali costituiscono opere dal peso qualitativo elevato. La densità specifica dell'idea è sublimata dalla tangibilissima e sorprendente freschezza delle forme. Le teste di cavallo montate su sottili e sinuose strutture metalliche, ad esempio, sono esteticamente modernissime, eppure echeggiano con grande e drammatica empatia le forme di Phidias nella loro vacua ed intangibile non-pienezza. Questa non è scultura, è sogno, sensazione, eidos e di certo non è semplice design. E' Poiesis. Claudio Assandri e Simone Schiavetta - Per info: Interazioni Art Gallery P.zza Mattei 14 Rome - Italy T/F +39 06 68892751
torna su




MONTAGNA PER TUTTI 2013 - Tre valli, un solo spirito: PARTECIPARE
“Montagna per Tutti 2013” - Vieni a ciaspolare nelle valli di Lanzo... c’è un weekend in ogni valle, uno al mese, a partire da gennaio fino a marzo! L'evento è inserito nell’ambito del progetto “Le valli di Lanzo, Ceronda e Casternone: la montagna accessibile a tutti”, ideato dal G.A.L. Valli di Lanzo e realizzato in collaborazione con la Consulta per le Persone in Difficoltà con il contributo della Polisportiva dell’Unione Italiana Cechi di Torino e altri partner. L’iniziativa, che avrà luogo durante tre fine settimana (25-27 gennaio, 16-17 febbraio, 16-17 marzo) prevede la realizzazione di tre passeggiate con le racchette da neve e molte altre attività fruibili da parte di persone con disabilità, anziani e famiglie con bambini. L’organizzazione mette a disposizione accompagnatori preparati... In più ci sarà “Ciaspolando a 4 sensi”... Info: www.montagnapertutti.org. Vi aspettiamo numerosi! Per iscriversi alle iniziative, si prega di contattarci al numero 011/3198145 (chiedere di Chiara o Alessandro) entro e non oltre una settimana dall’inizio di ognuna delle manifestazioni. Sono previste agevolazioni per gruppi e associazioni.
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.