Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

BOB e BETH AL TORINO FRINGE FESTIVAL 2013
La compagnia Racines de Poch... continua.

DOMUS APRILIA - ULTIMO APPUNTAMENTO - casa di Giusy e Piero - Cambiano - sabato 4 maggio
DOMUS APRILIA rassegna itinera... continua.

IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CAS... continua.

ADOTTA UNA BOLLA DI SAPONE
PROSEGUONO LE ADOZIONI DELLE B... continua.

PAROL - SCRITTURA E ARTI NELLE CARCERI - Progetto Europeo
I HAVE A DREAM (Ho un sogno) ... continua.

SEMINARI DI FUNZIONALITÀ VOCALE con Marcella Pischedda - LA LARINGE 1, le corde vocali - domenica 12 maggio 2013
SEMINARI E GIORNATE DI FUNZIO... continua.

FARE I DOLCI IN CASA, con Domenico Benedetto, domenica 26 maggio 2013
FARE I DOLCI IN CASA, con Dome... continua.

2013-CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - undicesima edizione -
CASCINA MACONDO BANDISCE la ... continua.

I TUOI HAIKU NELLA HOME PAGE DEL SITO CASCINA MACONDO
Nella Home page del sito Casc... continua.

Frécciolenews Partners
MUSIC CLUB, mensile di musica ... continua.

sponsor - sostegni - collaborazioni
esprimiamo la nostra riconosce... continua.

I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - HOCOKA, HOPI
HOCOKA: Nel campo Dakota era... continua.

“CINEMATOGRAFO MON AMOUR” quindicinale di recensioni a cura di Gian Carlo Marchesini - NELLA CASA, di Francois Ozon
NELLA CASA, di Francois Ozon ... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
GRUELLING, (USA) GRUELING /... continua.


Utenti Frécciolenews

INTRIGHI AMOROSI IN CASA PANTALONE, regia di Enzo Pesante - Torino
Intrighi amorosi in casa Panta... continua.

DA NON PERDERE IL LIBRO DI POESIE E HAIKU DI FLORIANA PORTA - SFOGLIABILE ONLINE GRATUITAMENTE SU ISSUU
E' online il libro di poesie, ... continua.

HERMANN HESSE IN VISITA A BELLAGIO - Mostra di acquerelli di H. Hesse - dal 30 aprile al 2 giugno 2013
HERMANN HESSE IN VISITA A BELL... continua.

Ultimo appuntamento con Folkestra Nights - Bricherasio
Con The Folkestra Night, Sabat... continua.

CERCASI INCARICATO DELLA DIFFUSIONE E PROMOZIONE Teatrale
La compagnia teatral... continua.

Convegno sugli Indiani d'America ad Albissola Marina - il 4 e il 5 maggio 2013
Un convegno sulla storia degli... continua.

Premio Anacapri Bruno Lauzi 2013
Il Premio Anacapri Bruno Lauzi... continua.

11 maggio: UNA MARCIA CONTRO L'INCENERITORE DEL GERBIDO
Venerdì 19 aprile 2013, nella ... continua.

L’amianto e il mondo. Comunità e diritti: salute, ambiente, lavoro - Torino
Venerdì 17 maggio 2013, ore 1... continua.

Concorso aforistico
La “Associazione Italiana per ... continua.

Progetto 'ABBATTIAMO LE BARRIERE' - Torino
E' iniziata la mappatura della... continua.

1963-2013. IL VINO, LA MEMORIA, IL FUTURO - Torino
Ricorre il 50esimo del D.p.r... continua.

Concorso Poesia prosa e arti figurative Il Convivio 2013 e del Premio teatrale Angelo Musco - scadenza: 30-5-13
Premio Internazionale Poesia, ... continua.

FARE: officina permanente “itinerante” del fare teatrale e performativo
"A forza di scrivere presentaz... continua.

La sindrome della staffetta nel turismo, la nota di Beppe Tassone
Potremmo definirla “sindrome d... continua.

THAI TRADITIONAL MASSAGE - Torino
Ogni massaggio ha la sua pecul... continua.

DETOX - oltre la dieta - Torino
Dal 14 al 22 maggio Una prat... continua.

Pratica yoga per pulizia naturale del colon - Torino
25-26 maggio PRATICA YOGIGA D... continua.


BOB e BETH AL TORINO FRINGE FESTIVAL 2013
La compagnia Racines de Poche (Paris) presenta nello spazio CECCHI POINT - Via Antonio Cecchi 17, Torino dal 9 al 12 maggio - ore 21:45, Costo: 5 euro, Durata: 30 minuti “BOB E BETH” Piccola storia d'amore ironica,poetica e amara. Teatro di gesto e di parola. Specchio della coppia nei suoi splendori e decadenze. Gli attori, con la loro sensibilità e ironia, la loro gestualità e mimica, seducono piccoli e grandi. Ritmo e movimento. Burlesco e poesia ----- Bob e Beth s’ incontrano al mercatino del quartiere È subito amore ed ha un buon odore Tempo presente Attimi eterni O quasi Il tempo è denaro E chi perde tempo perde denaro Bob conta il tempo Beth non capisce Bob corre senza sapere perché Il cielo è blu Ma spuntano nuvole scure e pesanti Inquietudini e ripensamenti Piccola folle vita quotidiana Le sue abitudini Così rassicuranti Così soffocanti --------- Creazione, interpretazione, regia: Florian Lasne e Nagi Tartamella ---- Testi: Florian Lasne, Nagi Tartamella, Pietro Tartamella ---- Sguardo esterno: Cie “à fleur de peau” (Denise Namura et Michael Bugdahn) ---- Coproduzione: Aps Cascina Macondo/ Racines de Poche --- “Bob et Beth” est une scène de ménage à la sauce spaghetti. Un mix entre Matrix et Sergio Leone avec comme fil conducteur la vie de deux êtres à la dérive. Tout commence à table à l'heure du dîner. Des regards, des gestes, et tout bascule. Le couple refait le match d'une vie faite de petits bonheurs et de désespoir. (Giornale Dordogne libre, festival Mimos)----- Vidéo: http://www.youtube.com/watch?v=zboTPxk2Wjc ----- Contatti compagnia: racinesdepoche@gmail.com - www.racinesdepoche.com ---------------- TORINO FRINGE FESTIVAL 2013: info@tofringe.tk - cell. +39 3883425454 ; +39 3883425483 ------------ CECCHI POINT - Orari segreteria: LU-VE dalle 17.00 alle 19.00 - INFO: tel 011 197 14 416 ; cell 392 95 44 147; segreteria@cecchipoint.it
torna su




DOMUS APRILIA - ULTIMO APPUNTAMENTO - casa di Giusy e Piero - Cambiano - sabato 4 maggio
DOMUS APRILIA rassegna itinerante di letture ad alta voce nelle case a cura di Cascina Macondo. I PRIVATI APRONO LE LORO CASE PER INVITARE UN PUBBLICO DI AMICI E FAMIGLIARI AD ASCOLTARE LE STORIE DEI NARRATORI DI MACONDO ... STORIE CHE PARLANO DI CASE ... Quarto e ultimo appuntamento sabato 24 MAGGIO 2014, ore 21.00, in casa di Anna Masoero a Castelnuovo Don Bosco (AT). Il pubblico può intervenire con proprie letture e racconti della durata massima di dieci minuti ciascuno. Porta con te un cuscino o un seggiolino per sederti e ascoltare fantasticamente… OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE CON UNA EMAIL a info@cascinamacondo.com ------------------------------------------------ --- Per saperne di più copia e incolla sul tuo browser il seguente link: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1256:domus-aprilia-2014-in-una-casa-a-conoscere-altre-case&catid=102:news&Itemid=90
torna su




IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - (se non hai già pensato di destinarlo ad altre realtà che vuòi sostenere)-------- ricordiamo che se non lo doni il tùo 5 x 1000 lo incàmera lo Stato ------- per stima dunque, simpatìa, condivisione, non ti rèsta che cómpiere il gèsto alchèmico: destinare il cinque per mille della tùa dichiarazione dei rèdditi ai progètti e alle iniziative di Cascina Macondo rivòlti all'integrazione dell'handicap e della disabilità di cùi ci occupiamo da anni ------- n° di partita IVA e còdice fiscale: 06598300017 ------ ricòrda ( e ricòrdalo al tùo commercialista) di compilare sul fòglio della dichiarazione dei rèdditi il primo riquadro in basso (SPAZIO A SINISTRA), quello che dice: 'sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale' --- SPARGI LA VOCE ---- grazie per l'attenzione - Pietro Tartamella, Annamaria Verrastro e lo Staff Cascina Macondo - info@cascinamacondo.com
torna su




ADOTTA UNA BOLLA DI SAPONE
PROSEGUONO LE ADOZIONI DELLE BOLLE DI SAPONE PER IL PROGETTO EUROPEO 'PAROL' SCRITTURA E ARTI NELLE CARCERI oltre i confini, oltre le mura ------- Ad oggi adottate 29.507 bolle di sapone. Ne mancano ancora 35.493 ! ---------- ADOTTA UN GRAPPOLO DI BOLLE DI SAPONE ! ----------- Paesi coinvolti nel progetto: Italia, Belgio, Grecia, Serbia, Polonia -------- Le carceri coinvolte in Italia: 'Lorusso-Cutugno' (Torino), 'Rodolfo Morandi' (Saluzzo) --------- Saranno coinvolti, in un'ottica di integrazione, anche i ragazzi del gruppo integrato di danzateatro (normalità & disabilità) VIAGGI FUORI DAI PARAGGI' ------------ 'Non tutti possono essere artisti, ma un artista può venire da ogni luogo” (Citazione dal film di Ratatouille) -------- - s p a r g i - l a - v o c e - d i f f o n d i - m o b ì l i t a t i - - f a i - t a m - t a m - a d o t t a - a n c h e - t u ------ <<<<<< g r a z i e - p e r - a v e r - d i f f u s o - e - a d o t t a t o >>>>>> ------ DATI DI CASCINA MACONDO PER BONIFICI BANCARI: conto corrente N° 1000 / 13268 - Istiuto Bancario 'BANCA PROSSIMA', filiale 05000 di Milano, Via Manzoni ang. Via Verdi - codice postale 20121 ---- IBAN: IT13C0335901600100000013268 per versamenti italiani ---- BIC: BCITITMX codice per versamenti internazionali ------ intestazione del bonifico: Cascina Macondo APS, Borgata Madonna della Rovere, 4 10020 Riva Presso Chieri - Torino - Italy ------- indicare la causale del versamento: donazione adotta 1 bolla di sapone --------- per dettagli sull'iniziativa e per sapere come procedono le adozioni e i nomi degli amici che già hanno aderito, COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1175:adotta-una-bolla-di-sapone&catid=102:news&Itemid=90 -----------------------------------------------------------------------
torna su




PAROL - SCRITTURA E ARTI NELLE CARCERI - Progetto Europeo
I HAVE A DREAM (Ho un sogno) È la frase con cui viene identificato il discorso tenuto da Martin Luther King il 28 agosto del 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington al termine di una marcia di protesta per i diritti civili. I padri fondatori dell’Unione Europea: Konrad Adenauer, Sir Winston Churchill, Alcide de Gasperi, Walter Hallstein, Jean Monnet, Robert Schuman, Carlo Sforza, Paul-Henri Spaak, Altiero Spinelli….. negli anni dal 1940 in poi they had a dream (ebbero un sogno). L’Europa Unita è dunque una creatura recente, davvero giovane. Lunga è ancora la strada che deve percorrere. L’hanno pensata gli uomini politici, gli intellettuali, gli economisti che avevano un sogno. Il progetto PAROL vuole dare l’opportunità ai detenuti delle carceri di cinque paesi dell’Unione Europea di essere parte attiva di questo sogno. Un’opportunità per i detenuti di sentirsi partecipi e fautori di un’Europa Unita attraverso un progetto che li vede protagonisti. Attraverso la loro arte, la loro formazione, la trans-nazionalità, attraverso la loro parola, attraverso le relazioni che il progetto PAROL vuole tessere, poter sostenere che un popolo prigioniero e sofferente può dare uno stimolo emotivamente forte per continuare ad avere un sogno ---- COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1176:parol-scrittura-e-arti-nelle-carceri-oltre-i-confini-oltre-le-mura-progetto-europeo&catid=102:news&Itemid=90
torna su




SEMINARI DI FUNZIONALITÀ VOCALE con Marcella Pischedda - LA LARINGE 1, le corde vocali - domenica 12 maggio 2013
SEMINARI E GIORNATE DI FUNZIONALITÀ VOCALE -- 4° APPUNTAMENTO TEMATICO LA LARINGE 1 -- DOMENICA 12 MAGGIO 2013 - Per conoscere e sperimentare alcuni principi essenziali della funzionalità vocale --- le corde vocali: Qualità del contatto/adduzione (forza di chiusura e leggerezza del suono) . Il rapporto con la pressione dell’aria (la loro funzione di valvola respiratoria). La loro capacità vibratoria ed oscillatoria come guida.----- La giornata prevede momenti di lavoro collettivo (sensoriale e corporeo) ed una breve lezione individuale per ogni partecipante ----- Rivolto a: cantanti, attori, musicisti, insegnanti e chiunque nutra interesse nei confronti della voce, del canto e del suono. Non sono richieste capacità musicali o artistiche particolari. Il programma della giornata prevede stimolazioni e spunti di lavoro adeguati all’esperienza personale di ogni partecipante ---- + È possibile partecipare alla giornata anche se non presenti agli incontri precedenti ---- + È possibile richiedere lezioni individuali private in cascina il sabato mattina Marcella: (0039) 3474353518 --- Orari: 14.30 - 19.30 lavoro <><> 19.30 cena buffet <><> 21.00/22.00 lavoro <><> Numero massimo di allievi: otto ---- Munirsi di: abbigliamento comodo, un paio di calze di lana, un plaid (o coperta, o materassino) per il lavoro corporeo ---- per il pranzo a buffet ogni partecipante porta cibo e bevande da condividere ---- PER CHI VIENE DA LONTANO POSSIBILITA' DI PERNOTTAMENTO A COSTI DI BED&BREAKFAST PRESSO LA FORESTERIA TIZIANO TERZANI DI CASCINA MACONDO - comodo parcheggio presso la chiesetta Madonna della Rovere - - CONTRIBUTO RICHIESTO PER IL SEMINARIO 30 euro da versare sul conto corrente di Cascina Macondo entro il 5 maggio --- PER ULTERIORI INFORMAZIONI COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER:http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1183:seminari-di-funzionalita-vocale-con-marcella-pischedda-domenica-12-maggio-2013&catid=102:news&Itemid=90
torna su




FARE I DOLCI IN CASA, con Domenico Benedetto, domenica 26 maggio 2013
FARE I DOLCI IN CASA, con Domenico Benedetto, domenica 26 maggio 2013 ---- Tutti noi davanti a un dolce non sappiamo trattenerci… però, una volta saziato il nostro desiderio, dobbiamo fare i conti con la nostra linea, con i grassi, con lo zucchero, con il colesterolo, con la cellulite, e altri inconvenienti che inevitabilmente i dolci odierni ci procurano. Vi propongo un incontro dove, insieme, ritorneremo al tempo delle nostre nonne, tempo in cui i dolci erano fatti con ingredienti semplici e naturali senza utilizzare zucchero semolato raffinato, senza l’utilizzo di burro, latte, uova. dolci Utilizzeremo solo farine biologiche, fruttosio (zucchero naturale estratto dalla frutta), malto, olio extra vergine di oliva, riso soffiato, e tanti altri ingredienti che una volta trasformati in dolci stupiranno per la loro bontà e leggerezza. Vedremo come fare degli ottimi dolci per i bambini senza mettere a rischio di carie i loro denti, dolci che, per esperienza personale, vanno a ruba nelle feste di classe a scuola o nei compleanni. Munitevi di taccuino, penna, grembiule, tanta voglia di fare nuove esperienze... ---- PER SAPERNE DI PIU' COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1128:fare-i-dolci-in-casa-domenica-28-ottobre-2012-con-domenico-benedetto&catid=102:news&Itemid=90
torna su




2013-CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - undicesima edizione -
CASCINA MACONDO BANDISCE la 11° EDIZIONE del CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA - 2013 ------- possono partecipare: autori di ogni nazionalità e di ogni età ------ partecipazione: GRATUITA ------ sezione individuale: autori singoli ----- sezione collettiva: scuole e area handicap ----- quantità: massimo tre haiku classici INEDITI (5-7-5 sillabe) in lingua italiana ------ invio: solo attraverso la compilazione del modulo on line previa registrazione al sito www.cascinamacondo.com ------ scadenza: 31 MAGGIO 2013 ----- premiazione: domenica 17 NOVEMBRE 2013 a Cascina Macondo ----- tutti gli haiku pervenuti sono visibili sul sito di cascina macondo ------ il pubblico può votare gli haiku messi on line (Il voto del pubblico è utile parametro di riferimento per dirimere i casi che hanno ottenuto parità di voto dalla Giuria)-- VOTARE E' FACILE: BASTA UN CLICK! ------ PER ACCEDERE AI BANDO E A TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AL CONCORSO, copia e incolla il seguente link sul tuo browser: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1154:2013-11d-edizione-concorso-internazionale-haiku-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90
torna su




I TUOI HAIKU NELLA HOME PAGE DEL SITO CASCINA MACONDO
Nella Home page del sito Cascina Macondo, sotto la tazzina del caffè fumante, è attiva la rubrica HAIKU DEL GIORNO. Gli Utenti FREE possono prenotare una data, inserire un proprio haiku e, volendo, dedicarlo a qualcuno. E' prevista infatti anche la possibilità di inserire nel form l'indirizzo di posta elettronica di un amico a cui volete dedicare l'haiku. L'amico riceverà automaticamente l'avviso 'c'è un haiku dedicato a te'. Leggeremo un nuovo haiku ogni giorno. E anche se non è vero che un haiku al giorno toglie il medico di torno, la cosa ci sembra carinissima - Staff Macondo
torna su




Frécciolenews Partners
MUSIC CLUB, mensile di musica e concerti live - www.musicclub.it <><><><> LA STAMPA, quotidiano di Torino - www.lastampa.it <><><><> TORINOSETTE, magazine settimanale de La Stampa - www.torinosette.it <><><><> COMUNICARE COME - www.comunicarecome.it <><><><> PUOIDIRLOQUI - www.puoidirloqui.it <><><><> DISABILI.COM - www.disabili.com <><><><> Radio Fahrenheit - www.fahre.rai.it <><><><> Digi.TO - www.digi.to.it <><><><> NEXT ARTE - LA PROSSIMA DESTINAZIONE DELL'ARTE http://www.nextarte.it <><><><> TRA TERRA E CIELO - www.traterraecielo.it <><><><> IMMIGRAZIONEOGGI - www.immigrazioneoggi.it <><><><> ARTESCLUSIVA L'ARTE DI DIVULGARE L'ARTE - www.artesclusiva.it <><><><>
torna su




sponsor - sostegni - collaborazioni
esprimiamo la nostra riconoscenza agli Enti, Istituzioni, Fondazioni, Associazioni, Ditte, Privati, che con il loro variegato sostegno consentono a Cascina Macondo di crescere, realizzare progetti, fare cultura esprimendo la propria vocazione di Promozione Sociale. Grazie. <><><><> Regione Piemonte - www.regione.piemonte.it <><><><> Motore di Ricerca Comune di Torino - www.comune.torino.it <><><><> Comune di Riva Presso Chieri - www.comune.rivapressochieri.to.it <><><><> Fondazione CRT - www.fondazionecrt.it <><><><> Fondazione Social - www.fondazionesocial.it <><><><> Fondazione Italia/Giappone - www.italiagiappone.it <><><><> Fondazione Paideia - www.fondazionepaideia.it <><><><> Villaggio La Francesca - www.villaggilafrancesca.it <><><><> Gruppo Haijin di Arenzano <><><><> Edizioni Angolo Manzoni - www.angolo-manzoni.it <><><><> Circolo dei Lettori - www.circololettori.it <><><><> Fanvision Produzioni Cinematografiche - www.fanvision.webs.com <><><><> Artigrafiche M.A.R. - www.artigrafichemar.it <><><><>
torna su




I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <><><><><> LUANA VARAGNOLO (referente responsabile) ---- FIORENZA ALINERI ---- OSCAR LUPARIA ---- FLORIANA PORTA ---- LAURA UBOLDI ----- PIETRO TARTAMELLA..... ricordano agli inserzionisti che: FRECCIOLENEWS... (COMUNITA' INTERNAZIONALE CHE SI SCAMBIA INFORMAZIONI E COMUNICATI) è la Newsletter settimanale gratuita di Cascina Macondo. Viene inviata a tutti gli iscritti (Utenti Only Mailing, Utenti Free, Utenti Professional) a partire dalla mezzanotte di ogni martedì. La Newsletter può essere utilizzata da chi organizza eventi, manifestazioni, presentazioni di libri, concorsi, mostre, spettacoli, corsi, stages, reading, proiezioni, inaugurazioni, commemorazioni, concerti, feste, conferenze, esposizioni, viaggi, incontri, iniziative- contenuti-annunci vari --------- PORRE ATTENZIONE PERO' AI COMUNICATI: DEVONO ESSERE CHIARI, CONCISI, SEMPLICI, ESSENZIALI. Devono semplicemente 'dare la notizia' (un buon esercizio preparatorio allo stile haiku!). Ricordiamo pertanto le sette domande tipiche del giornalismo, punti di riferimento per chi compila un comunicato o dà una notizia: CHI? COSA? DOVE? COME? QUANDO? PERCHE'? ed eventualmente anche il QUANTO? Se non sei tu ad organizzare gli eventi, dillo ai tuoi amici di questa opportunità.
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - HOCOKA, HOPI
HOCOKA: Nel campo Dakota era il grande spazio circolare racchiuso da tutte le tende che erano state montate intorno, con gli ingressi rivolti a Est. Anche l'ingresso nell'Hocoka era rivolto ad Est. Chiunque entrasse nell''Hocoka da un altro punto era considerato ostile. All'interno del grande spazio circolare dell'Hocoka, nelle vicinanze del suo ingresso, veniva montato il Tiyotipi, una grande tenda che veniva usata solo dai capi per le riunioni del consiglio. Otiyotipi erano chiamati "coloro che siedono nella Tenda del Consiglio" -------------------------------------------------------- HOPI: Gli Hopi erano gente pacifica, contadini e pastori. Coltivavano grano e fagioli. Allevavano pecore e capre. Fabbricavano tessuti molto ricercati. Avevano cerimonie fastose e colorate; maschere magiche portate dai danzatori ----- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“CINEMATOGRAFO MON AMOUR” quindicinale di recensioni a cura di Gian Carlo Marchesini - NELLA CASA, di Francois Ozon
NELLA CASA, di Francois Ozon --- Francois Ozon, 45enne regista francese, ha realizzato un film che è un formidabile elogio alla scrittura come congegno investigativo che svela, oltre le apparenze, la realtà della vita. Come suoi ambiti di applicazione e scavo ha scelto tre campi apparentemente semplici, tradizionali, universalmente conosciuti: la scuola, il lavoro, la famiglia. Protagonista di questa impresa è un ragazzo sedicenne alle prese con un irresistibile interesse di come funzionano legami e affetti tra coloro che vivono in una particolare e specifica casa, grazie al ricorso e all’aiuto di schede di scrittura che progressivamente, come bisturi in mano a un chirurgo, li raccontano, rappresentano, disvelano. Sembra, all’inizio, un gioco intrapreso a scopo didattico tra insegnante e allievo. In realtà Ozon, con il suo film, e grazie all’uso della scrittura, scortica e viviseziona natura e realtà di scuola e famiglia. Il ragazzo protagonista, insoddisfatto della propria, grazie alla sonda della scrittura e la guida di un insegnante, entra nelle case e nelle famiglie altrui come rabdomante che sente e individua lo scorrere sotterraneo e le correnti impetuose della falda. Le mette a nudo, predonescamente se ne appropria, e sotto i rituali e le abitudini quotidiane, le frasi fatte e spesso ipocrite, scopre e mostra quanta scarsità ci sia di amore, piacere, vita. Il lavoro degli adulti è una fatica e una tortura, il desiderio erotico latita, irrompono i fantasmi di omosessualità e pederastia, e pure la voglia di regressione incestuosa nel gran lettone di mamma e papà. Il tutto orchestrato come danza elegante e ben ritmata, con un crescendo perfetto di corrispondenze a incastro, in una discesa agli inferi che è affascinante, irresistibile, necessaria. Nessuno ha ed è ciò che vuole: o manca la presenza di un figlio, o difettano un padre o una madre all’altezza, oppure sono definitivamente scomparsi il piacere e l’amore, o proprio è evaporato, o non c’è mai stato, l’appagamento nella propria attività professionale, se non lo stesso senso della vita. Il tutto si svolge persuasivamente nel film senza ricorso ad effetti speciali, colpi di scena ruffiani o forzature volgari. Sotto il loro ordine apparente, ci dice Ozon, a scuola, nel lavoro e in famiglia si agitano bisogni insoddisfatti, progetti e sogni mancati, infelicità e frustrazioni. Poi spunta un insegnante che non ha del tutto perduto il gusto e il culto della scrittura, e un ragazzo di sedici anni che è allo stesso tempo angelo tentatore e diabolico detonatore - un po’ come succede in Teorema di Pasolini. E, attraverso il dispositivo investigativo e predatorio di vite altrui che si innesca, Ozon ci conduce - a noi spettatori felicemente ipnotizzati in poltrona - a fare in apnea una sorta di viaggio iniziatico. Mostrandoci come nulla è come appare, la vita scorre, sotto la superficie apparentemente piana, coinvolgente e sconvolgente, tumultuosa e densa. Basta sedersi in un parco su una panchina davanti a una teoria di case, essere sollecitati dal professore a immaginare e raccontare cosa dalle finestre si individua e all’interno succede, approfittare di un compagno di classe per entrarci dentro e sfiorarne accortamente tasti che si rivelano esplosivi. Nella casa ci racconta, attraverso il radar investigativo della scrittura nelle mani di un ragazzo, di che pasta è fatta nei suoi più intimi legami e nelle forme apparentemente ovvie e normali la vita. Vi prego, andate a vederlo: grazie all’acume spudorato della sua felicità investigativa, farete esperienza di quanto un film possa funzionare da intelligente scoperta e appagante terapia --- giancarlo.marchesini@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
GRUELLING, (USA) GRUELING /ˈgru:əlɪŋ/ A) agg. duro; faticoso; snervante: (a gruelling race = una corsa faticosa); (gruelling work = lavoro snervante) --- B) nome 1) [U][U] fatica; faticata --- 2) (slang) batosta; dura sconfitta --------------------------------------------------------------- ♦ CR0WD /kraʊd/ nome 1) folla; moltitudine: (a dense crowd = una folla compatta); (A crowd gathered around him = una folla si radunò intorno a lui) --- 2) (spec. sport) pubblico; spettatori (pl.): (to pull a crowd = attirare folle di spettatori) --- 3) (fam.) combriccola; compagnia: (the college crowd = la combriccola dei vecchi compagni di scuola) --- 4) – the crowd = la massa; la gente; il volgo: (to stand back from the crowd = non mescolarsi con la massa); (to follow (o to go with) the crowd = fare quello che fanno tutti; seguire la corrente) --- 5) (fam.) gran numero (di cose); quantità; (un) sacco (fam.) ------ (crowd pleaser = artista, sportivo, ecc., che si sforza di piacere); istrione (fig.) (crowd puller = evento o persona di grande richiamo; grande attrazione); (cinem.) (crowd scene = scena di massa) ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




INTRIGHI AMOROSI IN CASA PANTALONE, regia di Enzo Pesante - Torino
Intrighi amorosi in casa Pantalone è uno spettacolo di commedia dell’arte, nel più puro spirito del genere che ha dato lustro dal Cinquecento al teatro italiano. L’azione si svolge in casa dell’avaro Pantalone, dove si sono rifugiati il dottor Balanzone e le figlie Isabella e Cesira, scampati ad un incendio. Innamorati di Isabella e di Arlecchino, il Capitan Matamoros e Franceschina (serva di Pantalone) si inseriscono nell’intreccio ingarbugliandolo con effetti comici. Tutto è poi complicato dall’arrivo del Sergente, di un misterioso Gran Turco e della sua streghesca serva e dagli intrecci amorosi dei due figli dell’avaro Pantalone: Leandro e Osvaldo. Intrighi, lazzi, canti, balli e travestimenti si susseguono, conducendo al lieto fine. Basato su un canovaccio originale del gruppo, lo spettacolo si sviluppa utilizzando tecniche teatrali della tradizione popolare: acrobazia, mimo, danza, canto, maschere, pantomima, musica, scherma, letteratura e poesia colta -------- Dopo il tutto esaurito del 17 aprile si replica il 30 maggio 2013, alle ore 20,30 al teatro Araldo di via Chiomonte 3, Torino, lo spettacolo 'Intrighi amorosi in casa Pantalone' della compagnia 'Theantropos', regia di Enzo Pesante. Se interessati, si consiglia di prenotare in tempi rapidi... grazie -- elimiche@libero.it
torna su




DA NON PERDERE IL LIBRO DI POESIE E HAIKU DI FLORIANA PORTA - SFOGLIABILE ONLINE GRATUITAMENTE SU ISSUU
E' online il libro di poesie, haiku e fotografie dell'artista torinese Floriana Porta. La natura, le emozioni, l'uomo e l'Universo: questi sono i temi principali della raccolta. Un'occasione impedibile per chi ama l'arte abbinata alla poesia. Il libro si può sfogliare gratuitamente sul sito ISSUU a questo link: http://issuu.com/florianaporta/docs/ilrespirodelleombreraccoltadipoesieehaiku Buona lettura a tutti! Per info: http://florianaporta.wordpress.com/ florianaporta@libero.it
torna su




HERMANN HESSE IN VISITA A BELLAGIO - Mostra di acquerelli di H. Hesse - dal 30 aprile al 2 giugno 2013
HERMANN HESSE IN VISITA A BELLAGIO -- Mostra di acquarelli di Hermann Hesse Ideata da Artouverture di Carlo Galli e Rita Calenda, Organizzata dal comune di Bellagio, Curata da Gregorio Rossi e Valentina Campatelli, Torre delle Arti - Bellagio, Dal 30 Aprile al 2 Giugno 2013 --- L’esposizione è composta da 35 acquarelli facenti parte dell’eredità che Hermann Hesse lasciò al figlio Heiner, a sua volta da lui oggetto di lascito alla figlia Eva. Le opere che compongono la mostra sono quelle che furono conservate in casa dello scrittore ed in seguito della famiglia, proprio perché le più intime e personali. La mostra a Bellagio ha tra i suoi presupposti quello dell’amore che Hermann Hesse aveva sempre manifestato per l’Italia, per i paesaggi lacustri ed in questo caso particolare per il Lago di Como, come documentato da una sua poesia dedicata a questo lago e dal racconto che la nipote ci ha narrato a proposito dei commenti del nonno anche su Bellagio. I 35 acquarelli della mostra appartengono alla produzione ultima, quando ammalato di leucemia gli era sempre più difficile affrontare le lunghe camminate che lo portavano a dipingere dal vero, quindi opere di formato più piccolo e di più intensa riflessione. Un ritornare sui ricordi in maniera sentimentale, assimilabile a quando era poeta. I curatori Gregorio Rossi e Valentina Campatelli, in accordo con Carlo Galli e Rita Calenda, hanno progettato questo evento nell’intento di cercare di dimostrare come l’ attività pittorica di Hesse procede simile ad un racconto così come fosse uno dei suoi romanzi, tanto che in una lettera del 1924 a Georg Reinhart scrive “Non sarei giunto così lontano come scrittore senza la pittura.” PRESS OFFICE DANIELA LOMBARDI - 339-4590927 0574-32853
torna su




Ultimo appuntamento con Folkestra Nights - Bricherasio
Con The Folkestra Night, Sabato 4 maggio alle 21.30 si chiude la quarta edizione di Folkestra Nights, la rassegna di concerti di musica world organizzata da Folkestra Bricherasio con la collaborazione del Centro Pedagogico di Danza e Cultura Popolare presso il Salone Polivalente di Bricherasio - Via Vittorio Emanuele II, 94 - Bricherasio (TO). In occasione della chiusura della rassegna Folkestra Nights 2013, si esibiscono per la prima volta insieme sul palco Folkestra Bricherasio e Folkoro. L’inedito e giovanissimo ensemble, che conta un totale di 53 elementi di cui 15 voci, 35 musicisti e 3 direttori d’orchestra, propone composizioni originali e arrangiamenti di musiche folk Italiane ed europee, risultato di ricerche etnomusicologiche svolte a Cuneo e nelle Valli Valdesi. La seconda parte della serata è interamente dedicata al ballo folk . Si susseguono sul palco alcuni musicisti della Folkestra Bricherasio riuniti in cinque formazioni: le musicalità dei Van Chirirche spaziano dalle valli occitane ai Paesi Baschi, il ritmo appassionato dei fratelli del Duo Berardo, il repertorio dei Bottega d’oc che propone sonorità franco-provenzali, l’energia e l’armonia di organetto diatonico e violino dei fratelli Simone e Nicolò del Duo Bottasso e, infine, i Cuadrifolk con il loro sound multietnico dalle origini latine, ma anche arabe, africane, klezmer, greche, irlandesi balcaniche e nord americane. A confermare, infine, la volontà di accostare alla musica folk ogni linguaggio dell’arte, l’ultimo appuntamento della rassegna è arricchito dalle foto di Lucia Gallo: una selezione di scatti raccolti durante la quarta edizione del festival per raccontare le emozioni, la passione, il divertimento che hanno coinvolto e avvolto il pubblico e gli artisti di Folkestra Nights. L’ingresso alla serata costa 10 euro. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.folkestra.it, Simone Bottasso, musicista 340-6648100, simone.bottasso@gmail.com
torna su




CERCASI INCARICATO DELLA DIFFUSIONE E PROMOZIONE Teatrale
La compagnia teatrale francese 'Racines de Poche' cerca una persona per la promozione e diffusione dei suoi spettacoli e progetti in Italia ed anche eventualmente all'estero. Racines de Poche è una compagnia francese ma collabora con diverse realtà in Piemonte. Lo spettacolo “Bob et Beth” (prima creazione della compagnia) è una coproduzione con l'Ass. Cascina Macondo (To) ----- Il prossimo progetto teatrale sarà una collaborazione tra Italia, Francia e Brasile ----- Per avere un'idea del nostro lavoro: http://www.youtube.com/watch?v=zboTPxk2Wjc ------ Cerchiamo una persona competente e motivata. Remunerazione a percentuale sui progetti. Inviare CV a: racinesdepoche@gmail.com ----- Per saperne di più sulla compagnia: www.racinesdepoche.com
torna su




Convegno sugli Indiani d'America ad Albissola Marina - il 4 e il 5 maggio 2013
Un convegno sulla storia degli Indiani d’America nell’ambito di ALBISSOLACOMICS. Ad Albissola Marina il 4 e il 5 Maggio 2013 andrà chi ama i fumetti ed è appassionato di storia. Tra i temi di quest’anno: gli Indiani d’America, di cui molti dei disegnatori, ospitati dalle gallerie e dagli atelier artistici del piccolo centro storico, hanno trattato e che verrà approfondito attraverso un convegno domenica 5. I fumetti, spesso, sono ambientati in precisi periodi storici ed i protagonisti immaginari si mescolano con quelli realmente esistiti. Vari studiosi (inclusi due di origine nativa, Scott Stevens e Raeschelle Potter-Deimel) tratteranno argomenti della storia nordamericana poco noti al grande pubblico. Si partirà dalle origini (gli indiani affermano “eravamo qui per primi”, ma anche “siamo sempre stati qui”) per arrivare all’inizio dell’Ottocento. All’organizzazione del convegno ha contribuito l’associazione SOCONAS INCOMINDIOS. In mostra all’ingresso della sala consigliare gli indiani di Dario Gentilini, da osservare con attenzione per i raffinati dettagli degli abiti e degli oggetti e la storia grafica di Antonio Pantanelli che ricorda la vita di Tecumseh, un importante leader nativo. Copie dei numeri di Tepee, dei disegni esposti e di pubblicazioni a fumetti che trattano di indiani (incluso il libretto di Benny Naselli, presente sabato per chi vuole un ritratto) saranno disponibili presso il gazebo di SOCONAS INCOMINDIOS vicino al municipio. Ecco il programma del convegno: 'I PRIMI AMERICANI E... GLI ALTRI NELL'IMMAGINARIO COLLETTIVO E NEI DOCUMENTI STORICI' che si terrà il 5 maggio presso la Sala Consiliare Comunale di Albissola Marina in Via dell'Oratorio 2. – 9.30 “Saguaro: un eroe nativo nei primi anni '70” con Bruno Enna, Marco Foderà e Alessandro Poli. – 10,20 “Le molte culture dei Primi Americani nell’immaginario collettivo e attraverso gli studi etnostorici” con Naila Clerici. – 11,40 “Colonizzazione franco-cattolica in Nord America e rapporti tra colonizzatori cristiani e Nativi tra il XVII e il XVIII secolo” con Alberto Rosselli. – 15,00 “Mikmaq, mantelli neri e neve: i Nativi dell’Acadia e i missionari francesi” con Matteo Rinasco. –16,00 “Nascita e sviluppo del mito del Nativo Americano: al di qua del bene e del male” con Marco Cimmino. –16,40 “Le popolazioni native coinvolte nelle guerre franco-inglesi, usi, costumi, società” con Naila Clerici e Dario Gentilini. –17,30 “La visione di una grande alleanza delle nazioni indiane e il ruolo di Tecumseh” con Dario Gentilini. – 18,15 Tavola rotonda finale: Il sogno americano: libertà per chi? Moderatore: Alessandro Michelucci. “Fu genocidio?” Scott Stevens. “Libertà per chi? Terroristi?” Naila Clerici e Raeschelle Potter-Deimel. “Il ruolo delle Chiese” Antonio Pantanelli. Per chi desidera ulteriori informazioni o può darci un aiuto al gazebo sabato o domenica: Naila Clerici 3478207381
torna su




Premio Anacapri Bruno Lauzi 2013
Il Premio Anacapri Bruno Lauzi mette le ali ai cantautori. Partono dal Premio Lauzi e vanno alla conquista del mondo della canzone d’autore. Per Mimì De Maio, vincitore per la miglior musica nel 2009, concerti live in giro per l’Italia e tante collaborazioni internazionali. Il giovane artista napoletano ha pubblicato, inoltre, la versione italiana di 'I'm yours' di Jason Mraz, canzone tradotta con Sergio Iodice, autore dei più grandi successi di Peppino Di Capri, Fred Bongusto, De Crescenzo e Toquinho. Il romano Alessandro D’Orazi, finalista della V edizione del Premio Lauzi, è in tournee con Edoardo Vianello. Stefania Spina è arrivata tra i finalisti del Premio Musicultura. Alfina Scorza, vincitrice della IV edizione del Premio, si è fatta onore alle selezioni di Sanremo- Giovani. Carlo D’Andrea è reduce dal successo ottenuto al concorso nazionale di musica leggera “Cantiamo la vita” che si svolge a Pavia. Luigi Negroni ha riempito il teatro dell’Università di Cosenza con uno splendido concerto spettacolo durante il quale ha presentato il suo nuovo meraviglioso cd “Mia sorella e le altre”. Nella sua band Sasà Calabrese, contrabbassista di Mariella Nava, Vittorino Naso, percussionista di Ennio Morricone, Fabrizio La Fauci, batterista di Alex Britti e il sassofonista Alberto la Neve. **** Per la VI edizione del Premio Anacapri Bruno Lauzi – Canzone d’Autore le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio 2013. Il bando, con il regolamento per le ammissioni, è pubblicato alla pagina webhttp://www.comunedianacapri.it/it/premio-lauzi . L’iscrizione al Premio è gratuita. Press Office Daniela Lombardi 339-4590927 0574-32853
torna su




11 maggio: UNA MARCIA CONTRO L'INCENERITORE DEL GERBIDO
Venerdì 19 aprile 2013, nella più totale assenza d'informazione, è entrato in funzione l'inceneritore dei rifiuti di Torino, situato al Gerbido. Il Coordinamento No Inceneritore Rifiuti Zero Torino organizza una manifestazione per urlare a tutti gli amministratori di Torino e Provincia un messaggio molto semplice e chiaro: I migliaia di cittadini iscritti al Coordinamento No Inceneritore Rifiuti Zero Torino moltiplicheranno i loro sforzi per cercare di fermare in tutti i modi e il prima possibile ciò che è capitato a Torino con l'accensione dell'inceneritore. SABATO 11 MAGGIO 2013 ci sarà una marcia per promuovere tutte le importanti azioni in corso contro l'inceneritore del Gerbido: 1. La raccolta fondi per l'iniziativa '5 EURO PER DIFENDERCI DALL'INCENERITORE': con quasi 7500 euro raccolti in poco più di due mesi, stiamo per effettuare alcune analisi mediche sui bimbi per poi ripeterle piu' avanti nel tempo, per organizzare una nuova azione legale in caso i valori dei metalli pesanti misurati sui bimbi aumentassero dopo il già avvenuto avvio dell'inceneritore. *** 2. La raccolta firme relativa alla Legge d'Iniziativa Popolare Nazionale Rifiuti Zero: è da poco partita questa importante iniziativa condivisa con tutti i comitati sparsi sul territorio italiano. Sarà possibile firmare per una proposta di legge con la quale si cercherà di bloccare in tutta Italia la costruzione di nuovi inceneritori e fermare entro breve tempo gli inceneritori già attivi. *** 3. Continuare ad informare e raccogliere adesioni tra i cittadini: il numero di iscritti al Coordinamento No Inceneritore Rifiuti Zero Torino è cresciuto di molto, ad oggi abbiamo circa 1500 iscrizioni in mailing list e circa 3000 iscrizioni ai nostri gruppi Facebook. Dobbiamo continuare su questa strada, per trovare più supporto possibile alle nostre iniziative. -- Noi pensiamo che questi siano 3 buoni motivi per partecipare a questa manifestazione. Se vorrai essere al nostro fianco in questa marcia ci ritroveremo SABATO 11 MAGGIO 2013 A BEINASCO, IN PIAZZA DOLCI, alle 14,30. Da Beinasco ci muoveremo verso Torino, attraversando Corso Orbassano, via Filadelfia, Corso Agnelli, per ritrovarci in Piazza d'Armi. Si ricorda che saremo presenti anche in occasione della festa del 1° maggio in Piazza Castello a Torino dalle 9 alle 14. Coordinamento No Inceneritore Rifiuti Zero Torino - www.rifiutizerotorino.it
torna su




L’amianto e il mondo. Comunità e diritti: salute, ambiente, lavoro - Torino
Venerdì 17 maggio 2013, ore 15.00 - Centro Incontri della Regione Piemonte - corso Stati Uniti n. 23, Torino - **** ' L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.' (Costituzione italiana, Art. 41) **** Dallo scorso febbraio sono in corso a Torino le udienze del processo di appello per disastro doloso permanente e omissione dolosa di misure antinfortunistiche contro i proprietari e amministratori dell’Eternit, la multinazionale dell’amianto. La giustizia segue il suo corso, la sentenza è attesa a inizio giugno 2013, ma non risolverà tutti i problemi: nei luoghi infestati dalle fibre d’amianto ci si continua ad ammalare e si muore, in attesa delle risorse per la bonifica e l’attuazione del Piano Nazionale di coordinamento per l’assistenza, la ricerca e la cura delle malattie da amianto. Occorre mantenere l’attenzione sul processo e su questa vertenza democratica, che non è solo torinese e italiana, ma universale, perché l’unica risposta possibile alla globalizzazione degli interessi del mercato è la globalizzazione dei diritti alla salute, all’ambiente salubre e a un lavoro non nocivo e solidale. A partire dalla vertenza Eternit, che ha introdotto elementi chiave nella gestione dei procedimenti sulle condizioni di lavoro e di rispetto ambientale, e dalle linee del Piano Nazionale, che riconosce il ruolo svolto dalle realtà sociali e dalle comunità locali, “senza le quali la battaglia sanitaria, culturale e giuridica non si sarebbe mai realizzata”, discuteremo di partecipazione, prevenzione e promozione della salute come obiettivo democratico e delle lotte dei movimenti e delle comunità per l’affermazione dei diritti alla pace, alla salute, al lavoro e all’ambiente. Programma completo e info: http://serenoregis.org - nfo@serenoregis.org - tel. +39 011532824. Dibattito aperto al pubblico con invito di partecipazione rivolto ad Assessorati Sanità Regionali e Commissione Sanità Regione Piemonte. A cura dell’Ecoistituto del Piemonte Pasquale Cavaliere e di Medicina Democratica
torna su




Concorso aforistico
La “Associazione Italiana per l’Aforisma”, nell’anno dispari che non prevede il lancio del Premio Internazionale per l’Aforisma “Torino in Sintesi”, indice il concorso aforistico a tema “Tre gocce d’inchiostro”, esclusivamente effettuabile via web, le cui caratteristiche sono le seguenti: - Il concorso aforistico a tema non prevede alcuna spesa di iscrizione. - Il concorso aforistico a tema è aperto sia ai sigg. iscritti all’Associazione, sia ai non iscritti. - Temi da svolgere: A) La riproposta papale dei valori francescani B) Il sogno: un viaggio onirico verso le nostre speranze C) Il silenzio: un bene prezioso in netta controtendenza - Ogni concorrente potrà inviare all’indirizzo di posta elettronica dell’Associazione (segreteria@aiplaforisma.org) un solo aforisma per ciascuno dei temi proposti. - I sigg.ri concorrenti potranno anche scegliere, a loro discrezione, soltanto uno o due dei tre temi, inviando comunque un unico aforisma per argomento. - Saranno ammessi unicamente aforismi mai dati alla stampa, che non compaiono quindi in pubblicazioni dalla veste cartacea (libri, riviste, ecc...). Verranno invece ammessi gli aforismi già eventualmente apparsi su siti web, o facenti parte di raccolte inviate a premi o concorsi nelle sezioni degli inediti. - Ogni aforisma dovrà recare l’indicazione del tema scelto [esempio: Tema A (segue l’aforisma) – Tema B (segue l’aforisma) – Tema C (segue l’aforisma)]. - Le mail dei concorrenti, con i loro aforismi, dovranno giungere all’indirizzo elettronico dell’Associazione entro e non oltre il 30 giugno 2013 e dovranno recare, come ‘oggetto’ del messaggio, la dicitura “Concorso Tre gocce d’inchiostro”. In calce ad ogni mail, dovranno essere specificati nome e cognome del concorrente con un suo recapito postale. I messaggi dovranno essere altresì inviati con l’opzione “Ricevuta di ritorno”. - Gli aforismi inviati dai concorrenti saranno insindacabilmente valutati dal Comitato Direttivo dell’Associazione Italiana per l’Aforisma. - Il Comitato Direttivo selezionerà i dodici migliori aforismi e provvederà a che siano pubblicati, con in calce il nome degli autori, sugli oggetti cartacei promozionali dell’Associazione relativi all’anno 2013 / 2014: si occuperà inoltre della capillare diffusione degli stessi. - Saranno dunque da considerarsi vincitori del concorso “Tre gocce d’inchiostro” i 12 autori i cui aforismi verranno selezionati per la pubblicazione, la stampa e la diffusione degli oggetti promozionali dell’Associazione ----- PREMI: Ciascuno dei partecipanti al concorso “Tre gocce d’inchiostro” riceverà una cartellina portadocumenti recante, in stampa, il logo dell’Associazione e i 12 aforismi selezionati come vincenti. I dodici autori degli aforismi vincenti il concorso “Tre gocce d’inchiostro” riceveranno: - n. 3 block notes recanti, in stampa, il logo dell’Associazione e gli aforismi selezionati come vincenti, accompagnati da due volumi di sillogi aforistiche scelti tra le pubblicazioni promosse dall’Associazione. - I soli autori vincenti eventualmente iscritti all’Associazione, riceveranno altresì una plaquette stampata e illustrata manualmente, in esemplare unico, recante l’aforisma di suo conio. ***********************
torna su




Progetto 'ABBATTIAMO LE BARRIERE' - Torino
E' iniziata la mappatura della CIRCOSCRIZIONE 2. Cercasi Volontari per segnalare le barriere presenti nel territorio della Circoscrizione. Più siamo, meglio abbattiamo! Abbiamo bisogno del tuo aiuto per segnalare le barriere architettoniche nel nostro quartiere. Chiediamo qualche ora del tuo tempo per segnalare le BARRIERE, passeggiando nel Quartiere. CONTATTACI PER DIVENTARE VOLONTARIO Ufficio Informa2: telefono 011.4435.250/252 Mail: informa2@comune.torino.it TI ASPETTIAMO ! GRAZIE !! In Collaborazione con: Consulta per le persone in difficoltà onlus, Gtt e la Città di Torino.
torna su




1963-2013. IL VINO, LA MEMORIA, IL FUTURO - Torino
Ricorre il 50esimo del D.p.r. n.930 del 12 Luglio 1963 che istituì le Denominazioni di Origine dei Vini,legge fondamentale che ha segnato il rinascimento della vitivinicoltura italiana. Artefice di questa legge fu il piemontese senatore Paolo Desana, protagonista assoluto nel lungo e difficile relativo processo di preparazione e approvazione, e poi, dal 1966 al 1989, da primo, storico presidente del Comitato nazionale vini, organismo del Ministero Agricoltura, attuatore della legge sulle Doc. Altro illustre piemontese, successivo protagonista di questa storia, fu l’astigiano onorevole Giovanni Goria che, da ministro dell’Agricoltura, fece approvare la legge n.164 del 10 Febbraio1992 “Nuova disciplina delle Denominazioni di Origine dei Vini”, che rappresenta l’evoluzione del D.p.r. 930 e sulla quale si basa l’attuale sistema delle Doc e Docg. La vicenda delle Doc dei vini sarà al centro del convegno 1963-2013. Il vino, la memoria, il futuro. La legge delle Doc dei vini compie 50 anni. Una storia molto piemontese, che si svolgerà il 3 Maggio, alle 10, nella sala Viglione di Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale. Questa sarà l’occasione per la simbolica cerimonia di consegna delle targhe alla memoria dei due protagonisti piemontesi: il senatore Paolo Desana e l’onorevole Giovanni Goria. La manifestazione, promossa da Regione Piemonte e Consiglio regionale del Piemonte, in collaborazione con il comitato promotore del 50esimo della legge sulle Doc dei vini e con la Vignaioli Piemontesi, prevede anche la presentazione del libro, fresco di stampa, Figli dei territori. Il testo nasce per celebrare la ricorrenza ed emblematicamente sintetizza gli scopi del 50esimo, ovvero rievocarne la storia, ricordare i protagonisti e offrire una serie di opinioni e di elementi per stimolare il confronto e le proposte per rafforzare e far crescere la nostra vitivinicoltura. Il libro contiene anche la documentazione completa e aggiornata, regione per regione, di tutti i vini Doc riconosciuti e attualmente rappresentati da 330 Doc, 73 Docg, 119 Igt. “Quello del vino rappresenta uno dei comparti più importanti, vitali e attivi della nostra economia e della nostra società”, ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto.“I nostri vini, famosi e apprezzati in tutto il mondo, dove vanno in buona parte, per un export che ha raggiunto un valore di quasi 5 miliardi di euro, sono anche simboli e ambasciatori delle qualità del Made in Italy. Il Piemonte, terra di grandi vini e antiche tradizioni vitivinicole, è parte fondamentale di tale sistema e del processo evolutivo che ha portato l’Italia a diventare paese leader mondiale del vino. Anche per tali motivazioni abbiamo patrocinato e sostenuto tutto il programma del 50esimo della legge sulle Doc, nel quale il convegno del 3 maggio a Torino rappresenta simbolicamente il momento più alto”. “È con orgoglio che il Consiglio regionale contribuisce a promuovere e ospitare questo convegno che ripercorre la storia “molto piemontese” della legge sulle Doc dei vini”, ha commentato il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo. “Una bella occasione per ricordarne i protagonisti e per parlare del vino, che nella nostra regione rappresenta un importante comparto economico, produttivo e sociale e che tanto sostiene la crescita dell’immagine e dell’accoglienza del Piemonte.” Oltre all’assessore Sacchetto e al presidente Cattaneo, al convegno interverranno: Ferruccio Dardanello, presidente Uniocamere Piemonte, Giuseppe Martelli, presidente Comitato nazionale Vini – Ministero Politiche agricole, Andrea Desana, coordinatore comitato promotore 50° legge Doc, Elio Archimede, coordinatore editoriale del libro, Luigi Biestro, direttore Vignaioli Piemontesi, Vittorio Camilla, coautore del libro, Marco Goria, presidente Fondazione Giovanni Goria. A condurre sarà la giornalista Fiammetta Mussio -- segreteria@fond
torna su




Concorso Poesia prosa e arti figurative Il Convivio 2013 e del Premio teatrale Angelo Musco - scadenza: 30-5-13
Premio Internazionale Poesia, Prosa e Arti figurative e Premio teatrale Angelo Musco Il Convivio 2013. Scadenza per entrambi i premi: 30 maggio 2013. L’Accademia Internazionale Il Convivio, insieme all’omonima rivista, bandisce la tredicesima edizione del Premio Il Convivio 2013, Poesia, prosa e arti figurative e l’ottava edizione del Premio Teatrale Angelo Musco. Per i partecipanti che non sono di lingua neolatina è da aggiungere una traduzione italiana, francese, spagnola o portoghese ---- Premio Poesia, prosa e arti figurative È diviso in 6 sezioni: 1) Una poesia inedita a tema libero in lingua italiana. 2) Poesia a tema libero in lingua dialettale, con traduzione italiana o nella lingua nazionale corrispondente. 3) Un racconto inedito di massimo 6 pagine (spaziatura 1,5). 4) Romanzo inedito (minimo 64 cartelle). 5) Raccolta di Poesie inedite, con almeno 20 liriche, fascicolate e spillate (diversamente le opere saranno escluse). 6) Libro edito a partire dal 2003 nelle sezioni: 1) poesia, 2) narrativa, 3) saggio (per questa sezione inviare i volumi in triplice copia. Non si può partecipare con volumi già presentati nelle edizioni precedenti del Premio Il Convivio). 7)Pittura e scultura: si partecipa inviando due foto chiare e leggibili di un’opera pittorica o scultorea. 8) Tesi di laurea su argomento o autore siciliano (da inviare solo due copie). 9) opera musicata (poesia, canzone, opera teatrale, ecc). L’opera è accettata solo ed esclusivamente se accompagnata da un DVD o CD. ------------------------------------------------- Premio Teatrale Angelo Musco, È diviso in 3 sezioni: 1) Opera teatrale inedita in dialetto siciliano. 2) Opera teatrale inedita in qualunque lingua (anche dialettale, ma con traduzione italiana). 3) Opera teatrale edita in qualunque lingua o dialetto ---- Giuria: Presidente onorario: prof. Giorgio Barberi Squarotti. Premiazione: Giardini Naxos (ME), presso l’Hotel Assinos: 27 ottobre 2013. Si può partecipare a più sezioni, ma con una sola opera per sezione, dichiarata di propria esclusiva creazione. Gli elaborati vanno inviati in cinque copie, di cui una con generalità, indirizzo e numero telefonico, le altre quattro devono essere anonime se inedite, se invece edite non è da cancellare il nome dell’autore. Il tutto è da inviare alla Redazione de Il Convivio: Premio Poesia, Prosa e Arti figurative, Via Pietramarina Verzella, 66 - 95012 Castiglione di Sicilia (CT) - Italia ---- La partecipazione al concorso è gratuita per i soci dell’Accademia Il Convivio e per gli studenti che partecipano tramite scuola. È richiesto invece da parte dei non soci, per spese di segreteria, un contributo complessivo di euro 10,00 indipendentemente dal numero delle sezioni cui si partecipa (o moneta estera corrispondente) da inviare in contanti. Tutela dei dati personali: Ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Per informazioni: tel. 0942-986036, cell. 333-1794694, e-mail: angelo.manitta@tin.it.; enzaconti@ilconvivio.org; www.ilconvivio.org
torna su




FARE: officina permanente “itinerante” del fare teatrale e performativo
"A forza di scrivere presentazioni, di registrare video, di fare dibattiti sulle condizioni in cui versa il teatro, non sappiamo dove sta la materia di cui discutiamo, lo studio senza scopo produttivo, insomma quelle che sono le fondamenta della nostra arte" (Paola Manfredi) --- La voce è corpo astratto, il corpo è voce non ancora manifesta. Il laboratorio è inteso a investigare la stretta relazione che intercorre tra voce e corpo performativo. Con particolare attenzione al fare poetico si cercherà di dare il giusto peso agli impulsi emotivi e all’immaginario personale. Gli incontri prevedono due sessioni di lavoro: - training attorale Si studieranno tecniche vocali e verranno analizzate le potenzialità fisiche del corpo in un contesto extraquotidiano, come d’altronde è per me il teatro. Attraverso esercizi, collettivi e individuali, di concentrazione, riscaldamento, ascolto e imitazione, si cercherà di investigare il proprio strumento corpo/voce alla ricerca di varianti timbriche, melodiche e ritmiche a creare un linguaggio/suono che permetta una comunicazione trasversale più diretta al sensibile umano: la poesia, intesa non nella sua accezione letteraria ma nella radice etimologica che trova la sua realizzazione nel FARE, insomma una sorta di corto circuito dei sensi. Grande importanza verrà data all’ascolto, non solo a quello relativo all’udito, ma, in senso esteso, l’ascolto a tutto se stesso, laddove è il corpo che si fa sensibile diventando un grande orecchio teso alle parti più nascoste di noi alla ricerca delle nostre profondità più sconosciute. - messa in scena Ognuno avrà la possibilità di portare materiale di lavoro per una messa in scena, sia con l’intenzione di studiare ed approfondire le variabili poetiche di una ipotesi, sia per la realizzazione di vere e proprie cellule di un lavoro in costruzione. Antonello Cassinotti -- Un incontro mensile di 7 ore: 10.00 / 13.00 – 14.30 / 18.30 - Costo: € 30,00 per ogni singolo appuntamento --- Domenica 12 maggio - Periferico Valcuvia – teatro periferico Teatro Comunale – Via IV Novembre 4 – CASSANO VALCUVIA VA -- Info: laboratori@delleali.it 340 8562427 - www.delleali.it - www.etreassociazione.it
torna su




La sindrome della staffetta nel turismo, la nota di Beppe Tassone
Potremmo definirla “sindrome della staffetta”, una sorta di “condanna” a perdere dopo che si è condotto per tre quarti la gara in testa, ma con l’ultimo atleta che non ce la fa a mantenere il ritmo, appare demotivato e fuori allenamento e manda all’aria il lavoro dei suoi tre compagni di ventura. Il turismo in Italia da tempo soffre di questa sindrome: i fondamentali ci sono tutti, gli elementi di successo, la fantasia, l’imprenditorialità ed il lavoro non mancano, ma alla fine il risultato atteso non giunge perché è la sintesi che viene meno. Manca quel “sistema”, quella capacità di visione in avanti che consenta di mettere insieme tutti gli elementi, di omogeneizzarli, di unirli in uno sforzo comune e di consentire di raggiungere risultati che sarebbero a portata di mano. Giocano tanti elementi: la mancanza di concorrenza, la difficoltà crescente a fare impresa, l’assenza di un coordinamento che offra l’indispensabile sostegno del territorio alle iniziative ed anche un’inspiegabile difficoltà ad aprire alle nuove tecnologie, l’informatica su tutte. In tempi di telefoni ultramoderni, di capacità in qualunque momento di riuscire a rapportarsi col territorio, si contano sulle dita di una mano le realtà che hanno saputo aprirsi veramente a questo moderno che ormai è l’oggi che stiamo vivendo. Mi è capitato nei giorni scorsi di trovarmi in una grossa città turistica europea: col telefono e con le sue applicazioni sono riuscito praticamente a fare tutto, dal conoscere l’ora del passaggio dell’autobus a verificare l’apertura dei musei e a prenotare alcuni ingressi. Ho pensato ai nostri musei chiusi per mancanza di fondi, alle difficoltà nei trasporti, all’assenza del settore pubblico che anche in questo settore avrebbe dovuto fungere da traino, veicolando le “poche” risorse disponibili, senza sprecarle in improbabili depliant o in altrettante promozione destinate al massimo a consentire qualche trasferta fuori dalle mura di casa. La rivoluzione del turismo in Italia deve partire da qui, dalla determinazione ad aprire spazi nuovi chiedendo al settore pubblico di intervenire nel campo che gli è proprio, quella della modernizzazione e del miglioramento tecnologico della vita. L’ultimo atleta, quello che fa perdere una corsa ormai vinta, ha diversi nomi, ma un unico comune denominatore: si chiama stanchezza, improvvisazione, mancanza di fantasia, assenza d’entusiasmo, lassismo, difficoltà a comprendere i cambiamenti, scarsa propensione alla ricerca del nuovo. E dire che sono anni ormai che l’Europa spinge nella direzione dei sistemi turistici integrati e che in diversi Stati s’investe nella modernizzazione. Da noi tutto scivola, come se una patina di sapone fosse stata spalmata su un piano discendente e i risultati si vedono. Ora occorre trovare, e velocemente, il quarto atleta: quello che consenta di finire in testa la gara, di restituire ottimismo e di riprendere un percorso virtuoso. Non è facile, ma non è assolutamente impossibile: dalla parte di chi ci crede vi sono il territorio, la sua gente migliore, tanti giovani e un bacino di utenza che da sempre ha nel nostro Paese uno dei proprio principali riferimenti. L’importante è crederci e soprattutto non perdere ulteriore tempo: sul turismo tutto si può fare meno che scherzare, soprattutto in Italia. Beppe Tassone - 347 2465324 beppe@cnnet.it
torna su




THAI TRADITIONAL MASSAGE - Torino
Ogni massaggio ha la sua peculiarità, ogni massaggio è un messaggio condiviso tra chi dona e chi riceve. Scopri la bellezza del thai traditional massage Dal 28 SETTEMBRE 2013 PARTIRÀ UN PROGRAMMA DI CONOSCENZA DEL THAI TRADITIONAL MASSAGE. Gli allievi già formati avranno uno spazio ove trovarsi e provare le tecniche apprese e dove potranno invitare amici e persone interessate a imparare. La presenza dell’insegnante consentirà di poter chiedere spiegazioni e perfezionarsi. La giornata dedicata, ogni 15 giorni è il sabato mattina, ore 10.00 – 12.00. PREPARAZIONE ED AVVICINAMENTO AL CORSO BASE THAI TRADITIONAL MASSAGE che si attiverà a gennaio del prossimo anno - Per maggiori informazioni vai su: http://www.federicagazzano.com/scuola-di-massaggio-tradizionale-tailandese/corso-di-base/ o contatta FEDERICA GAZZANO: info@federicagazzano.it 349.0609912
torna su




DETOX - oltre la dieta - Torino
Dal 14 al 22 maggio Una pratica detox di una settimana con ingredienti semplici e naturali e due linfodrenaggi inclusi per coloro che desiderano semplicemente modificare la propria dieta in modo più equilibrato. Interessante percorso per coloro che desiderano perdere peso progressivamente e mangiando bene. Maggiori info su: http://www.federicagazzano.com/wp-content/uploads/2013/04/Programma-Detox-maggio-2013.pdf
torna su




Pratica yoga per pulizia naturale del colon - Torino
25-26 maggio PRATICA YOGIGA DI SHANKHA PRAKSHALASANA (PULIZIA NATURALE DEL COLON)- Potente pratica yogica che pulisce tutto il tratto digestivo e intestinale a fondo in modo naturale. Adatta a coloro che soffrono di allergie, disturbi del tratto digestivo e intestinale e a coloro che desiderano una disintossicazione profonda fisica e mentale. Maggiori info su: http://www.federicagazzano.com/wp-content/uploads/2013/04/Pratica-yogica-di-Sankha-Prashalasana_maggio-20131.pdf
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.