Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

10.246 BOLLE DI SAPONE MANCANTI AL TRAGUARDO (grazie, ad oggi, a 989 SOSTENITORI) - PROGETTO PAROL..
Mancano SOLO 8.881 bolle di sa... continua.

PAGINA FACEBOOK '"LA STRETTA DI MANO E IL CIOCCOLATINO - i detenuti raccontano
Abbiamo creato una pagina fac... continua.

IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CAS... continua.

CERCASI WEB MASTER E PROGRAMMATORE
Ciao, stiamo bussando alla por... continua.

AD OGGI FRECCIOLENEWS RAGGIUNGE 6172 LETTORI - invita i tuoi amici a iscriversi a Frecciolenews....
FRECCIOLENEWS: comunità intern... continua.

I LIBRI DI CASCINA MACONDO e LA CERAMICA RAKU DI MACONDO
E' possibile: potresti pensare... continua.

I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <... continua.

“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - La solitudine, di Mattia Ferrara
La solitudine / sulla strada... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - NONNA TWYLAH, ORSO
NONNA TWYLAH: Della Nazione ... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
TO EYE /aɪ/ v. t. 1) g... continua.


Utenti Frécciolenews

BRUNO CACCIA, È TEMPO DI RIAPRIRE IL PROCESSO - Torino
A Palazzo Civico, ... continua.

GLI ANELLI DEL GIGANTE - dall'Osservatorio Astronomico di Pino Torinese
Giugno si presenta come un buo... continua.

Musei aperti al Comune di Boves (CN)
Domenica 5 luglio 2015, a Bove... continua.

Prefazione di Erri De Luca al libro di Carmelo Musumeci e Alfredo Cosco
Riportiamo qui il testo integr... continua.

Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. L'indebitamento non... continua.


10.246 BOLLE DI SAPONE MANCANTI AL TRAGUARDO (grazie, ad oggi, a 989 SOSTENITORI) - PROGETTO PAROL..
Mancano SOLO 8.881 bolle di sapone per coprire tutti i costi del progetto PAROL. Siamo quasi al termine del progetto. Coloro che desiderano dare il loro contributo possono ancora farlo, ANZI, VI INVITIAMO A FARLO! E' L'ULTIMO SFORZO PER CONCLUDERE INSIEME A TESTA ALTA QUESTA AVVENTURA TITANICA CHE ABBIAMO INIZIATO ------ Ricordiamo il nostro IBAN per fare un versamento di solidarietà: IBAN IT13C0335901600100000013268 -------------------- I nomi di tutti colori che hanno adottato bolle di sapone sono pubblicati sul nostro sito. Accarezziamo l'idea di un elenco lungo, lunghissimo, così lungo, così fitto di nomi, che possa comunicare l'dea di una grande comunità di cittadini lungimiranti che si è mobilitata... AGGIUNGI ANCHE TU IL TUO NOME --------------------- PER SEGUIRE L'ANDAMENTO DELLE ADOZIONI COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1175:adotta-una-bolla-di-sapone&catid=102:news&Itemid=90
torna su




PAGINA FACEBOOK '"LA STRETTA DI MANO E IL CIOCCOLATINO - i detenuti raccontano
Abbiamo creato una pagina facebook per il libro << LA STRETTA DI MANO E IL CIOCCOLATINO - i detenuti raccontano >> a cura di Pietro Tartamella, Giovane Holden Edizioni - collana Cascina Macondo. In 600 pagine (che leggi però d'un fiato) tutta l'esperienza del progetto europeo Parol nelle carceri, nei minimi dettagli. Visita la pagina, metti << MI PIACE >>, inserisci i tuoi commenti, se hai letto il libro --------------------------------- Questo l'indirizzo della pagina che puoi incollare sul tuo browser: https://www.facebook.com/lastrettadimanoeilcioccolatino
torna su




IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - (se non hai già pensato di destinarlo ad altre realtà che vuòi sostenere)-------- ricordiamo che se non lo doni il tùo 5 x 1000 lo incàmera lo Stato ------- per stima dunque, simpatìa, condivisione, non ti rèsta che cómpiere il gèsto alchèmico: destinare il cinque per mille della tùa dichiarazione dei rèdditi ai progètti e alle iniziative di Cascina Macondo rivòlti all'integrazione dell'handicap e della disabilità di cùi ci occupiamo da anni ------- n° di partita IVA e còdice fiscale: 06598300017 ------ ricòrda ( e ricòrdalo al tùo commercialista) di compilare sul fòglio della dichiarazione dei rèdditi il primo riquadro in basso (SPAZIO A SINISTRA), quello che dice: 'sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale' --- SPARGI LA VOCE ---- grazie per l'attenzione - Pietro Tartamella, Annamaria Verrastro e lo Staff Cascina Macondo - info@cascinamacondo.com
torna su




CERCASI WEB MASTER E PROGRAMMATORE
Ciao, stiamo bussando alla porta. Cerchiamo un esperto web master e un esperto programmatore, possibilmente residente nella zona di Torino-Asti-Cuneo, che a titolo di volontariato abbia voglia e piacere di darci una mano occupandosi del sito di Cascina Macondo. Possiamo offrire solo una buona visibilità. C'è qualcuno? Contattare Pietro: cell. 328 42 62 517 - info@cascinamacondo.com
torna su




AD OGGI FRECCIOLENEWS RAGGIUNGE 6172 LETTORI - invita i tuoi amici a iscriversi a Frecciolenews....
FRECCIOLENEWS: comunità internazionale che si scambia comunicati e informazioni - è un servizio gratuito - AD OGGI FRECCIOLENEWS RAGGIUNGE 6485 LETTORI --------------- invita i tuoi amici a iscriversi a Frecciolenews ------------------- (sulla home page del sito www.cascinamacondo.com, clicca su << Registrati - register >>).
torna su




I LIBRI DI CASCINA MACONDO e LA CERAMICA RAKU DI MACONDO
E' possibile: potresti pensare di regalare a un amico o a un parente un manufatto Raku o un Libro di poesie Haiku, perché no?. Un regalo diverso! Prendendo addirittura, come si suol dire, tre piccioni con una fava: 1) fai un regalo diverso - 2) fai conoscere ai tuoi amici e alla cerchia delle tue persone la poesia haiku e la ceramica Raku - 3) hai dato in modo indiretto un sostegno a Cascina Macondo e ai suoi progetti ---- VIENI A TROVARCI - SCEGLI IL TUO REGALO ---- tel 011-9468397 - 328 42 62 517 - info@cascinamacondo.com --------------------------------------- copia e incolla sul tuo browser il seguente link per accedere all'elenco dei libri di Cascina Macondo: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=252:caratteri-e-inchiostri&catid=102:news&Itemid=90
torna su




I TUOI COMUNICATI SU FRECCIOLENEWS OGNI SETTIMANA
DALLO STAFF DI FRECCIOLENEWS <><><><><> LUANA VARAGNOLO (referente responsabile) ---- FIORENZA ALINERI ---- OSCAR LUPARIA ---- FLORIANA PORTA ---- LAURA UBOLDI ----- PIETRO TARTAMELLA..... ricordano agli inserzionisti che: FRECCIOLENEWS... (COMUNITA' INTERNAZIONALE CHE SI SCAMBIA INFORMAZIONI E COMUNICATI) è la Newsletter settimanale gratuita di Cascina Macondo. Viene inviata a tutti gli iscritti (Utenti Only Mailing, Utenti Free, Utenti Professional) a partire dalla mezzanotte di ogni martedì. La Newsletter può essere utilizzata da chi organizza eventi, manifestazioni, presentazioni di libri, concorsi, mostre, spettacoli, corsi, stages, reading, proiezioni, inaugurazioni, commemorazioni, concerti, feste, conferenze, esposizioni, viaggi, incontri, iniziative- contenuti-annunci vari --------- PORRE ATTENZIONE PERO' AI COMUNICATI: DEVONO ESSERE CHIARI, CONCISI, SEMPLICI, ESSENZIALI. Devono semplicemente 'dare la notizia' (un buon esercizio preparatorio allo stile haiku!). Ricordiamo pertanto le sette domande tipiche del giornalismo, punti di riferimento per chi compila un comunicato o dà una notizia: CHI? COSA? DOVE? COME? QUANDO? PERCHE'? ed eventualmente anche il QUANTO? Se non sei tu ad organizzare gli eventi, dillo ai tuoi amici di questa opportunità.
torna su




“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - La solitudine, di Mattia Ferrara
La solitudine / sulla strada una mucca / con il pastore. // (Mattia Ferrara - Scuola Elementare di Magliano – Classe prima, Insegnante Daniela Costanzi) ----------------------------- Tempo fa una signora che da poco tempo aveva sentito parlare di haiku mi chiese: ”Come mai in questo tipo di poesia si raccontano quasi sempre “cose” di campagna?”. Era evidente che non fosse a conoscenza del fatto che una delle regole del componimento è il riferimento alla natura, oltre che alla stagione. Sappiamo bene che oggi gli intendimenti si sono spostati anche più in là, ma quando ci si riferisce alle meraviglie della natura tutto appare colpito da una luce diversa, più viva e immediata. Anche se si parla di temporali. Ci vengono alla mente le opere di Segantini ad esempio, nel leggere quanto ha fermato sulla carta il nostro piccolo Mattia. Ha notato che una sola mucca cammina per la strada, non tante, come accade quasi sempre, e viene accompagnata dal…”pastore”. Quindi quella mucca è sola, procede lentamente, forse ritorna “a casa” dopo una giornata trascorsa sui prati a ruminare. Da ragazzino avevo sempre pensato che le mucche fossero placide e lente e che mai avrebbero potuto compiere gesti di agilità e velocità. Fino a quando un contadino cercò di prendere un vitellino per portarlo con sé. Il balzo che riuscì a fare la mamma-mucca le consentì di superare una macera alta un metro e mezzo e di atterrare vicina al malcapitato che fece appena in tempo a lasciare il vitellino a terra e a darsela a gambe. La strada che percorre l’animale vede sicuramente pochissime macchine e la mucca può procedere con il suo ritmo naturale. Bellissimo il sentimento della solitudine colto da Mattia, che non riguarda solo il quadrupede, ma è riferito anche a chi l’accompagna. Non c’è un solo elemento, poiché alla solitudine si accompagna pure tanta pazienza. ------ fabrizio.virgili@cascinamacondo.com --- cos’è un Haiku? / un attimo di vita / che si fa verso
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - NONNA TWYLAH, ORSO
NONNA TWYLAH: Della Nazione Seneca, Clan dei Lupi. Ha scritto un libretto con il significato e il linguaggio delle Pietre. Lo si può trovare presso la Seneca Indian Historial Society -------------------------------------------------------------- ORSO: Spesso un nonno Sioux dava il seguente consiglio a suo nipote: "L'orso non esce a precipizio dalla sua tana. Prima mette fuori la testa. Poi si siede davanti alla tana". ------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
TO EYE /aɪ/ v. t. 1) guardare; osservare; sbirciare; squadrare: (to eye sb. with mistrust = squadrare q. con sospetto); (to eye narrowly = osservare da vicino) --- 2) tenere d'occhio; osservare attentamente: (to eye the fluctuations of market prices = tenere d'occhio le fluttuazioni dei prezzi di mercato) --- ● (GB, fam.) to eye sb. up = guardare con occhio languido; adocchiare: (That guy is eyeing you up = quel tipo ti sta adocchiando) □ (GB, fam.) to eye st. up = mangiare con gli occhi: (You're eyeing up that chocolate cake! = te la stai mangiando con gli occhi quella torta al cioccolato! ■ eye up v. t. + avv.(fam. GB) guardare con desiderio; adocchiare. ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




BRUNO CACCIA, È TEMPO DI RIAPRIRE IL PROCESSO - Torino
A Palazzo Civico, alle ore 14.30 di venerdì 26 giugno, nel giorno dell’anniversario dell’uccisione del procuratore Bruno Caccia, assassinato dalla ’ndrangheta il 26 giugno 1983, la Commissione speciale Antimafia, presieduta da Fosca Nomis, dedicherà la seduta (in congiunta con i Capigruppo del Consiglio Comunale) alla riapertura del processo chiesta dalla famiglia Caccia. Interverranno la figlia del magistrato, Paola Caccia, e l’avvocato Fabio Repici, che sta seguendo il caso per i familiari e ha depositato una memoria lo scorso 17 giugno. “È tempo di riaprire il processo – ha dichiarato Fosca Nomis – per fare definitivamente chiarezza su una delle pagine più buie della storia torinese e nazionale. Per individuare gli esecutori e svelare gli intrecci tra ’ndrangheta, economia e gioco d’azzardo su cui stavo indagando il procuratore Bruno Caccia. È doveroso nei confronti dei familiari, per fare piena giustizia e coltivare una cultura della legalità” ------ Massimiliano Quirico, Ufficio Stampa Comune di Torino - massimiliano.quirico@comune.torino.it -- www.cittagora.it
torna su




GLI ANELLI DEL GIGANTE - dall'Osservatorio Astronomico di Pino Torinese
Giugno si presenta come un buon mese per fare osservazioni astronomiche. Infatti la presenza contemporanea in prima serata di 3 pianeti facilmente visibili ad occhi nudo, Venere, Giove e Saturno e della Luna in fase crescente, rende l’osservazione del cielo particolarmente affascinante. Proprio per sfruttare questa situazione che promette osservazioni interessanti e spettacolari, sabato 27 giugno ci sarà una visita all’Osservatorio astronomico di Pino Torinese. Sarà questo l’ultimo appuntamento di “Frammenti di primavera 2015”, il ciclo di eventi organizzati dal CRA Centro Ricerche Atlantide In collaborazione con l’Ente di gestione delle Riserve Pedemontane e delle Terre d’Acqua. A guidare le osservazioni e a raccontare caratteristiche e curiosità dei corpi celesti, sarà il professor Walter Ferreri, esperto astronomo dell’Osservatorio di Pino Torinese. L’osservazione con gli strumenti professionali consentirà la visione degli anelli di Saturno, di Venere splendente come sempre, di Giove con le sue bande nuvolose e i satelliti Medicei, infine la Luna, poco oltre il primo quarto, con una posizione ideale per mostrare i dettagli della sua superfice. Insomma si preannunciano molte osservazioni affascinanti ed interessantissime. L’appuntamento è per le ore 21,00 all’osservatorio di Pino Torinese. Per chi volesse ci sarà un ritrovo con partenza da Vercelli (con mezzi propri) alle ore 19,45. Per motivi tecnici i posti sono limitati, è necessario prenotare entro giovedì 25 giugno. Il costo di partecipazione è di 10 euro. Per informazioni scrivere a centroatlantide@yahoo.it o telefonare al 3472454481.
torna su




Musei aperti al Comune di Boves (CN)
Domenica 5 luglio 2015, a Boves apertura musei dalle ore 15 alle ore 17: Museo del Fungo (via Moschetti n. 15 presso ex Filanda Favole), Museo della Castagna (Parco Marquet – località Madonna dei Boschi), Museo della Resistenza (via Marconi) --- Ingresso libero. Per informazioni rivolgersi alla Biblioteca Civica 0171/391834 – 0171/391850
torna su




Prefazione di Erri De Luca al libro di Carmelo Musumeci e Alfredo Cosco
Riportiamo qui il testo integrale della prefazione di Erri De Luca al libro di Carmelo Musumeci e Alfredo Cosco 'Fuga dall'Assassino dei Sogni'- Edizioni Erranti. ---- La sagoma della prigione s’imprime nell’infanzia. Il castigo di venire rinchiusi fa parte, o ne faceva, di un avviamento alle regole. Per me fu temperato dalla materia del muro: il tufo. Traspirava, attraverso i suoi pori mi arrivava la vita che si svolgeva fuori. Ingiurie, preghiere, richiami, risate, conversazioni: il tufo le faceva passare. Le prigioni presero all’inizio la via del mare, su navi dette appunto galere, con i forzati ai remi. Proseguirono con gli esiliati su isole lontane, rinchiusi dentro il cerchio delle onde. Gli Inglesi spedirono in Australia i condannati e si trovarono in cambio una nazione. Da noi nel Mediterraneo le isole si riempirono di sbarre. Nella mia infanzia è impressa la fortezza di Procida, sotto la quale passavano i battelli della villeggiatura. A Ischia visitavano il Castello Aragonese dove stettero incatenati al muro i napoletani ribelli ai re Borbone. Scrivo questi ricordi per dire che le prigioni non sono un pensiero remoto, ma un edificio al centro dell’educazione. Nella percezione corrente gli istituti di pena sono la botola della giustizia, aperta sotto i piedi dei soliti previsti. Non quelli che pesano di più fanno scattare il meccanismo, ma gli ultraleggeri, i “luftmensch”, persone fatte d’aria, senza zavorra di quattrini in tasta. Quelli che davanti alle vetrine illuminate, agli schermi accesi, restano a sentire il loro desidero crescere fino all’ira. Leggo in questo libro le parole di uno di loro, mio coetaneo perché della generazione che ha conosciuto le carceri della persecuzione. La pena erogata veniva eseguita con l’accanimento fisico permesso dall’estremismo repressivo dell’articolo 90, oggi modificato in 41 bis. Al vertice rovescio del sistema penitenziario speciale stava l’Asinara, luogo di demolizione della macchina uomo. Qui è detta, non descritta. Detta a voce a chi sta dirimpetto e la raccoglie per averla condivisa. Topi e isolamento, percosse e privazioni d’acqua, arbitrio puro di chi è autorizzato a opprimere: l’Asinara non meritava altra sorte di quella di essere chiusa dalla rivolta degli arrostiti. Asinara, Goli Otok, Tremiti, Pianosa, Santo Stefano: le isole del Mediterraneo anticipano il destino delle celle, che è di finire chiuse, abbandonate, vuote. Le isole tornano alla loro natura di passaggio per gli uccelli in volo. Le onde smettono di essere il fossato intorno alla fortezza, libere di andare e venire. E un medico di carcere non è più il falsificatore di cartelle cliniche, addetto alla cancelleria dei pestaggi. Leggo l’io narrante di una vita rinchiusa, gli effetti ristretti all’ora di colloquio, le fughe pensate per dare caloria al pensiero, le sue letture davanti al naso per cancellare i muri. È l’esistenza che serve allo Stato per dimostrare il suo diritto di pugno. Quando nel corpo spunta un dolore, anche se in fondo a un piede, quello diventa il centro pulsante dell’intero organismo. Così è per la prigione, centro che deve irradiare intorno a sé il dolore a scopo di terrore. Il resto del corpo cerca di tenersi a distanza, per sottrarsi al contagio. Ma la prigione è un’epidemia che, pure colpendo i più deboli, ammicca a tutti gli altri, che sanno provvisoria la loro immunità. Ergastolo infine è l’ultima bestemmia della negazione, la peggiore profezia a carico della persona umana: la sua impossibilità di espiare. La pena dell’ergastolo non è penitenza ma rifiuto. Leggo chi ha avuto la forza di narrare dal fondo di questa discarica. E questo è un libro, perché a questo serve: mettere al centro una vita e dare al lettore il posto d’onore davanti. (Erri De Luca) ---- Prezzo Euro 14,00 --- Info e ordinazioni: zannablumusumeci@libero.it
torna su




Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. L'indebitamento non è semplicemente una condizione da emendare. È uno stato che viene continuamente riprodotto e alimentato perché è ciò su cui è possibile investire unicamente oggi. Un debito infinito che proviene da forme ossessive di consumo. Elettra Stimilli presenta “Debito e colpa” (ed. Ediesse). Nello spazio del Libro del giorno: Hans Tuzzi “La figlia più bella” (ed. Bollati Boringhieri). --- Giovedì. Con Monica Maggioni, parliamo di “ Terrore mediatico” (ed. Laterza). Dobbiamo difendere la libertà di informazione e di espressione ad ogni costo o dobbiamo porci dei limiti proprio per tutelare questa nostra libertà? A partire dal racconto dei giorni dell'attentato a 'Charlie Hebdo', il direttore di RaiNews24 intreccia la riflessione sul ruolo dei social network e della satira alla descrizione di come operano giornali e televisione. --- Venerdì. Unico tra gli scrittori italiani moderni, Primo Levi sta per essere pubblicato integralmente in traduzione inglese, fino all'ultima delle sue pagine sparse. Ann Goldstein e Domenico Scarpa, una traduttrice e uno studioso che hanno collaborato all'impresa, dialogano appunto su Levi e la traduzione: nel significato artigianale della parola, e nel suo senso più ampio. Con Domenico Scarpa parleremo di “In un'altra lingua”, saggio edito da Einaudi. ---- Dal sito è possibile seguire la quotidiana programmazione, riascoltare tutte le puntate, le interviste agli scrittori e agli illustratori, le poesie e partecipare alla Caccia al Libro. Buon ascolto! fahre@rai.it
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.