Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

LA VOCE E LA LETTURA GIORNATA DI RINFORZO A CASCINA MACONDO
LA VOCE E LA LETTURA STAGE ... continua.

FORMAZIONE HAIKU - INCONTRI “TAIKAI HAIKÙ” A CASCINA MACONDO
INCONTRI “TAIKAI HAIKÙ”: Ca... continua.

14° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - inizio 15 gennaio 2016
14° Edizione Concorso Internaz... continua.

LEGGI IL MANIFESTO DELLA POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA e se lo condividi SOTTOSCRIVILO
ti invitiamo a leggere il 'MAN... continua.

come votare gli haiku pervenuti al Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo edizione 2014
Gli utenti possono votare g... continua.

DANZINFAVOLA - DOMENICHE IN CASCINA - domenica 17 GENNAIO 2016
DOMENICHE IN CASCINA DANZINFA... continua.

LA FORESTERIA DI CASCINA MACONDO 'Tiziano Terzani' a costi di Bed&Breakfast
La Foresteria 'Tiziano Terzani... continua.

“GOODMORNING POESIA ORE 7” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - DOBBIAMO METTERCI CONTRO, di Ferruccio Brugnaro
DOBBIAMO METTERCI CONTRO: ... continua.

“ERBA MANENT” quindicinale di erbe, frutti e piante a cura di Antonella Filippi - SALE E CULTURA - LE ALTERNATIVE AL SALE (sesta e ultima parte)
SALE E CULTURA - LE ALTERNATIV... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - CHILBLAIN, SOP, WHIRL
CHILBLAIN /ˈtʃɪ... continua.


Utenti Frécciolenews

ALZHEIMER CAFFE’ ITINERANTE - Torino
Giovedì 14 gennaio 2016, ore 1... continua.

Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi - Mondaino (Rn)
“Vorrei fare con te quello che... continua.

Corsi di ceramica 2016 a cura di Giovanni Cimatti.
Di seguito la lista dei corsi ... continua.

Presepe a Vezzolano fino al 31 gennaio 2016 - Albugnano (AT)
È la rappresentazione in minia... continua.

Musica: E' STATO (libero) Il Signor G - Pinerolo
Venerdì 15 e Sabato 16 Gennaio... continua.

Lettera aperta di un ergastolano a Eugenio Scalfari (parte1)
Dottor Scalfari, ho letto da q... continua.

Lettera aperta di un ergastolano a Eugenio Scalfari (parte2)
Dottor Scalfari, credo che la ... continua.


LA VOCE E LA LETTURA GIORNATA DI RINFORZO A CASCINA MACONDO
LA VOCE E LA LETTURA STAGE DI APPROFONDIMENTO 2° LIVÈLLO condotto da Piètro Tartamèlla --------- giornata intensiva di aggiornamento sulla lettura ad alta voce a Cascina Macondo DOMÉNICA 17 GENNAIO 2016 dalle ore 9.00 / alle ore 18.00 ------- laboratòrio professionale rivòlto a chi già conosce la dizione, a chi ha già frequentato i laboratòri di Lettura Creativa di Cascina Macondo, a chi ha seguito percorsi sìmili prèsso altri cèntri di formazione, a chi per curiosità, passione, interèsse profondo vuòle esplorare la voce ------- PROGRAMMA: le pliche vocali - la muta vocale - i suòni introplicati - il ritmo giàmbico, trochèo, dàttilo, molòsso, anapèsto - scioglilingua e sciogliritmi - tip-tap òrtosillàbico - cut-up vocale - il punto interrogativo - le variazioni di sequènza ------------------- OGNI PARTECIPANTE PÒRTA UN TÈSTO DA LÈGGERE (durata màssima 4 minuti) --------------- contributo di partecipazione èuro 70 (comprensivo delle dispènse) - iva esclusa da versare il giorno stesso dello stage - ISCRIZIONI ENTRO il 10 GENNAIO 2016 ----- a tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequènza ----- PER LA PAUSA-PRANZO ognuno pòrta cibo e bevande da condivìdere. Cascina Macondo prepara un primo piatto e il caffè ------------- Poiché il programma è molto intènso, serrato, dinàmico, si invìtano i partecipanti ad arrivare puntuali! Non sono contemplati recùperi ------------- il nùmero màssimo di partecipanti ammessi ad ogni sìngolo stage, per nòstra buòna e consuèta abitùdine, tènde a non superare la consistènza uòvo (una dozzina) ----------------- PER CHI VIÈNE DA LONTANO POSSIBILITÀ DI PERNOTTAMENTO A CÒSTI DI BED AND BREAKFAST PRÈSSO LA FORESTERÌA “TIZIANO TERZANI” DI CASCINA MACONDO -------------- COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER PER SAPERNE DI PIU': http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1364:la-voce-e-la-lettura-una-giornata-di-rinforzo-a-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90 ------------------- Cascina Macondo Cèntro Nazionale per la Promozione della Lettura Creativa ad Alta Voce e Poètica Haikù Borgata Madònna della Róvere 4 - 10020 Riva Prèsso Chièri (TO) tel / fax 011 / 9468397 - cell. 328 4262517 - E.Mail: info@cascinamacondo.com - www.cascinamacondo.com
torna su




FORMAZIONE HAIKU - INCONTRI “TAIKAI HAIKÙ” A CASCINA MACONDO
INCONTRI “TAIKAI HAIKÙ”: Cascina Macondo partécipa da molti anni a importanti Congrèssi, Convegni, Festival Internazionali di poesìa haikù con analisi, studi, contributi originali. Molti concètti contenuti nel “Manifèsto della Poesìa Haikù in Lingua Italiana” (documento che è frutto di quìndici anni di esperiènze, approfondimenti, confronti) sono stati esposti al Congrèsso Internazionale di Vadstena - Svèzia (2007), al Convegno di Torino - Italia (2007 e 2009), al Festival di poesìa haikù in Vìlnius - Lituania (2009), al Convegno di Gènt - Bèlgio (2010), al Festival Haikù Peace di Gènt - Bèlgio (2015). Cascina Macondo, pur nel rispètto della tradizione, propone a livèllo internazionale una “VÌA ITALIANA ALLA POÈTICA HAIKÙ”. Per raggiùngere questo obiettivo e rènderne più incisivi i principi e le idèe, intendiamo potenziare a Cascina Macondo il gruppo di scrittori appassionati di haikù. Un gruppo attivo di haijin. Proponiamo periòdici appuntamenti di formazione denominati “TAIKAI HAIKÙ” (incontrare l’haikù). In questi appuntamenti si approfondìscono le idèe contenute nel nòstro Manifèsto, si scrìvono haikù, si analìzzano, si comméntano, si confróntano. Gli autori che partécipano agli incontri sono soggètti attivi di una formazione approfondita. Cascina Macondo vuòle continuare a portare il sùo contributo nel dibàttito internazionale sulla poètica haikù ed èssere con le sùe delegazioni una presènza autorévole nei congrèssi che si organìzzano ogni anno in ogni parte del mondo ---------------------------------------------------------------------- 1° APPUNTAMENTO “TAIKAI HAIKÙ” CASCINA MACONDO DOMÉNICA 24 GENNAIO 2016 - ORE 9.30 / 18.00 ----------------------------- ARGOMENTI DI APPROFONDIMENTO: * varie definizioni dell’haikù * definizioni poètiche dell’haikù * definizioni socio-polìtiche dell’haikù * perché 5-7-5 sìllabe * il Sekaisàn (o Sekài, o Haisàn) ******** pausa pranzo ********* che còsa è haikù * che còsa non è haikù * scriviamo alcuni haikù * anàlisi collettiva e commenti sugli haikù proposti dai partecipanti * interventi liberi dei partecipanti su argomenti specifici (durata massima 20 minuti) * distribuzione dispènse ----------------------------------- CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE ALL’ INCONTRO: èuro 10 indispensàbile la prenotazione all’indirizzo: info@cascinamacondo.com ---------------------------------- PRANZO CONDIVISO: CIASCUNO PORTA CIBO E BEVANDE -------------------------- PER CHI VIENE DA LONTANO possibilità di pernottamento a còsti di Bed&Breakfast prèsso la foresterìa “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo ------------------- COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER PER SAPERNE DI PIU':http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1363:incontri-taikai-haiku-a-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90 --------------------- Cascina Macondo APS Cèntro Nazionale per la promozione della lettura creativa ad alta voce e poètica haikù Borgata Madònna della Róvere, 4 – 10020 Riva Prèsso Chièri (TO)
torna su




14° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - inizio 15 gennaio 2016
14° Edizione Concorso Internazionale Haiku in lingua italiana di Cascina Macondo. C'è tempo sino al 31 maggio per postare i tuoi haiku (MA NON ASPETTARE L'ULTIMO MOMENTO!) ----- Partecipazionbe gratuita ------ sezione INDIVIDUALE - sezione COLLETTIVA (scuole, area handicap, comunità...) ------ SI PARTRECIPA SOLO ATTRAVERSO IL FORMAT SUL SITO DI CASCINA MACONDO ------ Per informazioni dettagliate (bando, premi, premiazione...) COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1375:2016-14d-concorso-internazionale-haiku-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90
torna su




LEGGI IL MANIFESTO DELLA POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA e se lo condividi SOTTOSCRIVILO
ti invitiamo a leggere il 'MANIFESTO DELLA POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA' di Cascina Macondo. Se ne condividi la linea, i principi, la filosofia, le regole, mandaci per favore una semplice e-mail di adesione. Il tuo nome verrà inserito tra i sottoscrittori. Molti principi contenuti nel Manifesto si stanno diffondendo in molti paesi,dalla lettura in Stile Zikan, al concetto di Piccolo Kigo, Kigo Temporis, Kigo Misuralis... UN MANIFESTO PERCHE' DIVENTI IMPORTANTE OCCORRE CHE SIA CONDIVISO DA MOLTI... ------------ (copia e incolla sul tuo browser il seguente link: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1023:manifesto-della-poesia-haiku-in-lingua-italiana&catid=102:news&Itemid=90 -------------------------------------------------------- ------- Grazie, dalla Redazione, dalla Giuria del Concorso Internazionale Haiku, dallo Staff di Cascina Macondo ----- info@cascinamacondo.com
torna su




come votare gli haiku pervenuti al Concorso Internazionale Haiku Cascina Macondo edizione 2014
Gli utenti possono votare gli Haiku pervenuti al Concorso Internazionale di Cascina Macondo. VOTARE E' FACIlE: NON C'E' BISOGNO DI ISCRIVERSI AL SITO! LEGGI E VOTA GLI HAIKU - OGNI GIORNO HAI A DISPOSIZIONE 10 VOTI CHE PUOI DISTRIBUIRE FRA GLI HAIKU DI TUO GRADIMENTO. Il voto del pubblico è utile parametro di riferimento per dirimere i casi che hanno ottenuto parità di voto dalla Giuria ------ copia e incolla il seguente linik sul tuo brawser: http://my2.cascinamacondo.com/site/archivio.asp?anno=2016
torna su




DANZINFAVOLA - DOMENICHE IN CASCINA - domenica 17 GENNAIO 2016
DOMENICHE IN CASCINA DANZINFAVOLA, MANIPOLANDO, ORTO CONDIVISO progetto di integrazione --- DOMENICA 30 OTTOBRE 2016 dalle ore 10.00 alle ore 18.00 LABORATORIO DI DANZE POPOLARI, AFFABULAZIONE, CERAMICA, ORTO CONDIVISO con Maria Baffert, Pietro Tartamella, Anna Maria Verrastro, Clelia Vaudano, i Narratori di Macondo e Volcaedi --- Un percorso di Danze Popolari Internazionali con momenti di affabulazione e storie rivolto ai curiosi, agli appassionati, agli uomini e alle donne di buona compagnia, ai disabili lievi con le loro famiglie e accompagnatori, ---------------------------------------- PROGRAMMA DELLA GIORNATA Danze e Racconti d'amore, d'avventura, di uomini e di animali, di ieri, di oggi, di domani, storie e danze della tradizione italiana e del mondo ------------------------------- IN CONTEMPORANEA 'MANIPOLANDO' LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE DELL'ARGILLA e 'ORTO CONDIVISO' condotti da Anna Maria Verrastro e Clelia Vaudano ---------------------------------- FINALITÀ: L’integrazione che nasce dal raccontare, danzare, ascoltare, è l’obiettivo principale di questo progetto di Cascina Macondo in collaborazione con il Motore di Ricerca della città di Torino e con il contributo della Fondazione CRT, Fondazione SOCIAL, Comune di Torino, VI Circoscrizione di Torino, e con la collaborazione di Deedfactory ---------- Si potenziano la capacità di ascolto (della parola, del ritmo, del gesto, del silenzio), l’espressione, il movimento, l’incontro, la riscoperta delle tradizioni popolari, la conoscenza di molteplici e diverse culture. Danzando si riconosce il proprio corpo, l’equilibrio, il ritmo, il coordinamento. Si riconosce e si interagisce con il corpo degli altri, con il gruppo. Ognuno, a partire dalla propria situazione, agirà in un clima di libera espressione, senza giudizio o timore di esclusione, interagendo con la creatività e il ritmo degli altri ------------ PARTECIPAZIONE GRATUITA: Ogni partecipante porta buon cibo da condividere nell’ora del pranzo - gradito il contributo di piatti, bicchieri, posate, zucchero caffè….. ----- posti limitati ----- annamaria.verrastro@cascinamacondo.com - 011 94 68 397 ---------------------------------- MOTORE DI RICERCA, COMUNITÀ ATTIVA - CITTÀ DI TORINO: Progetto del Comune di Torino - Assessorato alla Famiglia e ai Servizi Sociali - in collaborazione con vari enti, associazioni, cooperative presenti sul territorio. Mira a creare opportunità di incontro, socializzazione, integrazione rivolte alle persone con disabilità, al fine di raggiungere una spontanea e disinvolta partecipazione attiva alle diverse attività ---
torna su




LA FORESTERIA DI CASCINA MACONDO 'Tiziano Terzani' a costi di Bed&Breakfast
La Foresteria 'Tiziano Terzani' di Cascina Macondo è un appartamento ricevuto in comodato composto di una cucina, tre camere, un bagno. Possono pernottarvi, o soggiornarvi, a costi di Bed and Breakfast, i Soci dell’Associazione e coloro che (FAMIGLIE,SINGOLI O PRIVATI) intendono diventarlo, i Soci di Associazioni con finalità affini a quelle di Cascina Macondo, i Soci di Associazioni di promozione sociale e artistiche, coloro che aderiscono ad iniziative e attività promosse da Enti Pubblici e Privati. Il ricavato è a sostegno delle attività istituzionali di Cascina Macondo. Copia e incolla il seguente link sul tuo browser per vederne le immagini: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=331:la-foresteria-di-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90
torna su




“GOODMORNING POESIA ORE 7” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - DOBBIAMO METTERCI CONTRO, di Ferruccio Brugnaro
DOBBIAMO METTERCI CONTRO: Contro la guerra / noi dobbiamo metterci sempre / contro la guerra / noi dobbiamo essere / contro la guerra / sempre / mille volte al giorno, un milione di volte / un miliardo / e ancora. / Molti dicono che la guerra / è brutta per tutti / che ammazza tutti. / La guerra travolge tutti / sì, è vero / ma è brutta per noi / soprattutto / perché massacra noi / operai / massacra noi popolo, noi che abbiamo / costruito arterie / tra un capo e l'altro / della terra / noi che abbiamo sempre fatto / camminare il mondo / con la grande speranza / delle nostre fatiche / delle nostre attese / dei nostri lunghi silenzi. / La guerra è terribile, sì / per tutti / ma colpisce noi / soprattutto / è contro di noi sfruttati / donne / gente semplice. / La guerra colpisce noi / soprattutto / colpisce noi / è la festa dei dominatori / è la strage / del nostro sangue. / Non chiamateci più / a questa festa… // (Ferruccio Brugnaro) --- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“ERBA MANENT” quindicinale di erbe, frutti e piante a cura di Antonella Filippi - SALE E CULTURA - LE ALTERNATIVE AL SALE (sesta e ultima parte)
SALE E CULTURA - LE ALTERNATIVE AL SALE (sesta e ultima parte): Il sale è sempre stato considerato un elemento prezioso: la parola “salario”, introdotta dai Romani, deriva appunto dal sale che era corrisposto come paga, data la sua importanza per la conservazione degli alimenti. Nel Rinascimento, in seguito all’introduzione di una tassa sul sale nello Stato Pontificio, la popolazione di Toscana e Umbria cominciò a produrre pane senza sale e questa tradizione persiste ancora oggi. Per la nostra salute, è bene cercare di diminuire il sale o di trovare delle alternative al suo uso. Per esempio, consumare il pane toscano senza sale è molto utile per ridurre il contenuto di sodio dell’alimentazione quotidiana. Se si mangia il prosciutto sarebbe opportuno evitare il sale nelle altre pietanze, per esempio nell’insalata. Inoltre, i prodotti della dieta mediterranea ci aiutano: l’olio extravergine di oliva è un condimento completo, perciò non è necessario aggiungere sale. Se poi si decide di condire la pasta con il formaggio non c’è bisogno di salare l’acqua in cui si bolle la pasta. In ogni caso, tutti dovrebbero dimezzare il sale che normalmente utilizzano nell’acqua di cottura della pasta!! Per evitare il sale, abbiamo un aiuto anche dalla cucina giapponese. Tra le varie alternative utili per condire verdure e pietanze c’è il gomasio (da “goma” sesamo e “shio” sale), un alimento semplice, composto appunto da semi di sesamo e sale marino integrale o anche sale rosa dell’Himalaya. E’ vero che un po’ di sale c’è ugualmente, ma è in percentuale minima ed è integro, cioè non contiene solo cloruro di sodio, ma anche oligoelementi fondamentali come iodio, magnesio, calcio, potassio, ferro, fluoro, manganese, rame e zinco. La classica ricetta del Gomasio prevede infatti per sette cucchiai di sesamo solo un cucchiaio di sale. Nei negozi di alimentazione naturale si trova il gomasio già pronto, ma è possibile autoprodurlo con facilità anche a casa propria: lavare e asciugare bene il sesamo, poi tostarlo leggermente in forno o in padella a fuoco lento, miscelarlo insieme al sale (anch’esso leggermente tostato per togliere l’umidità) e infine triturare il tutto utilizzando un mortaio di terracotta e un pestello di legno, oppure un minipimer o un frullatore. Una volta pronto, il gomasio fatto in casa può essere conservato in frigorifero ben chiuso in un barattolo di vetro per un settimana circa. Questo semplicissimo condimento può essere usato a crudo per condire insalate e verdure, riso, pasta, minestre. Quali sono le proprietà del gomasio? I semi di sesamo sono ricchissimi di calcio, proteine e vitamine (in particolare D ed E), sostanze utili per la salute del sistema nervoso e delle ossa. Inoltre il gomasio aiuta a regolarizzare l’intestino e a migliorare le funzioni epatiche, ha un effetto antinausea, mantiene sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue; potenzia le difese immunitarie, contribuisce ad alleviare i dolori in genere e può essere utilizzato in caso di ipertensione o problemi ai reni. Altri sostituti possibili per il sale da utilizzare per insaporire le pietanze sono le spezie e le erbe aromatiche, come zenzero, noce moscata, pepe, peperoncino, erba cipollina, rosmarino e origano. Anche il lievito secco alimentare in scaglie (che non ha niente a che fare con il lievito da panificazione) insaporisce allo stesso modo, permettendo di evitare così anche la minima percentuale di sale. --- antonella.filippi@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - CHILBLAIN, SOP, WHIRL
CHILBLAIN /ˈtʃɪlbleɪn/ n.(med.) gelone --- CHILBLAINED a. affetto da geloni; coperto da geloni ------------------------------------------------------------------------ SOP /sɒp/ n. 1) pezzo di pane (o biscotto) inzuppato (nel latte, nel brodo, ecc.); boccone --- 2) (fig.) offa; concessione; dono propiziatorio; contentino (fam.): (The government's offer was just a sop to the strikers = l'offerta del governo non era che un contentino per gli scioperanti) ● SOP IN THE PAN = pane fritto ----------------------------------------------------------------------------- WHIRL /wɜ:l/ n. (solo al sing.) 1) rotazione rapida; mulinello; turbine; vortice: (a whirl of dust = un turbine di polvere) --- 2) (fig.) attività frenetica; turbinio: (the whirl of traffic in a big city = il turbinio del traffico in una grande città) --- 3) (fig.) confusione; smarrimento: (His head was in a whirl = aveva una gran confusione in testa) --- 4) (fam. ingl.) giretto in auto; (anche) breve giro di danza --- ● (fam.) Give it a whirl! = provaci!; fai un tentativo! --- pietro.tartamella@cascinamacondo.com --- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




ALZHEIMER CAFFE’ ITINERANTE - Torino
Giovedì 14 gennaio 2016, ore 10.00 - via Luserna 8, Torino - Conferenza stampa di presentazione del progetto “Alzheimer Caffè Itinerante”. --- Il Nuovo Centro di Salute Psicofisica, in collaborazione con l’Associazione di Volontariato A.S.V.A.D. portano per la città l’esperienza dei Caffè Alzheimer di Torino. I professionisti dei tre Caffè di Torino, saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni sulla malattia di Alzheimer, i servizi socio-assistenziali a disposizione sul territorio e sui servizi gratuiti offerti dai Caffè Alzheimer. ---- Calendario incontri: 21 gennaio 2016 – ore 15/18 – circoscrizione 4 – piazza Umbria, 28 bis **** 18 febbraio 2016 – ore 15/18 – circoscrizione 5 – luogo da indicare **** 17 marzo 2016 – ore 15/18 – circoscrizione 6 – luogo da indicare **** 31 marzo 2016 – ore 15/18 – circoscrizione 8 – luogo da indicare **** 14 aprile 2016 – ore 15/18 – circoscrizione 7 – luogo da indicare **** Gli incontri sono gratuiti e ad ingresso libero. Per informazioni: 339 8816049, info@salutepsicofisica.it, www.salutepsicofisica.it
torna su




Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi - Mondaino (Rn)
“Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi” è il titolo del progetto di accoglienza e residenza per creazioni coreografiche, previsto per aprile – maggio 2016 e promosso dal Teatro Petrella di Longiano e da L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino. --------- Il Teatro Petrella e L’arboreto - Teatro Dimora condividono l’esigenza di qualificare, ulteriormente, i luoghi e i tempi di studio, ricerca e creazione coreografica: per la produzione di nuove opere contemporanee; per sperimentare differenti relazioni con le comunità di riferimento. Dopo diversi anni di rispettivi percorsi attorno ai temi delle residenze, le due strutture scelgono di costruire un progetto di lavoro comune per la ricerca artistica, mettendo al centro delle progettualità il valore del processo creativo e il coinvolgimento di diversi sguardi critici e d’autore. L’obiettivo è quello di creare un terreno fertile – ascolto, dialogo, sostegno – per le compagnie di danza e i coreografi che hanno la necessità e il desiderio di essere accolti nei luoghi e nei processi di residenza. Per il 2016 – primo anno di sperimentazione di Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi – il Teatro Petrella di Longiano e L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino promuovono una Chiamata pubblica per comprendere di nuovo le esigenze artistiche e organizzative della danza d’autore contemporanea. -------- La chiamata è rivolta a compagnie di danza e coreografi, con almeno tre anni di attività professionale, residenti in Italia e nei Paesi dell’Unione Europea, che propongono progetti artistici di nuova produzione coreografica, in corso d’opera, non ancora presentati in forma definitiva, alla data di presentazione della proposta. ---------- La domanda, con tutta la documentazione allegata, dovrà essere trasmessa esclusivamente via mail recante oggetto: Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi – nome della compagnia/coreografo; titolo della proposta – all’indirizzo info@arboreto.org entro e non oltre il 18 gennaio 2016. ---------- Il Teatro Petrella di Longiano sarà il luogo di lavoro. La Foresteria del Teatro Petrella sita nel complesso S. Girolamo attigua al teatro, sarà il luogo del convivio. Al termine della residenza creativa è prevista, al Teatro Petrella di Longiano, una prova aperta al pubblico. ---- Maggiori informazioni e approfondimenti sulle singole attività, nonché il testo completo della Chiamata pubblica e il Modulo di presentazione proposta sono disponibili sul sito www.arboreto.org ----------- Sede organizzativa: tel. e fax 0541.624474 mobile 331.9191041 info@arboreto.org skype: larboreto twitter: larboreto - Per i laboratori teatrodimora@arboreto.org --- Sede delle attività: Teatro Dimora, via Arboreto 6, 47836 Mondaino (Rn)
torna su




Corsi di ceramica 2016 a cura di Giovanni Cimatti.
Di seguito la lista dei corsi del 2016. Per ricevere il programma completo di ogni corso scrivere o contattare Giovanni Cimatti. Tel. 054629965 – 3296893118 www.giovannicimatti.it ---- Per le info sui costi e l'iscrizione ai corsi è necessario prendere contatti direttamente con le varie sedi. ----- PISA. 30/31 gennaio: “LO SMALTO FELICE” - Pennellare il gres con Giovanni Cimatti - Info: Associazione Culturale CoBALTO – Pisa, Piazza Francesco Buonamici 3, Tel. 050 3191691 cobaltopisa@gmail.com --------- FAENZA. 20/21 Febbraio “LABIRINTO ARGILLE” – la scelta, le superfici e la cottura delle terre - 14 ore -- 12/13 Marzo “LABIRINTO SMALTI” – i rivestimenti, l'applicazione facile, la decorazione e la cottura della ceramica. -- 16/17 Aprile “RAKU DOLCE: monocottura al turchese” -- 1 /22 - Maggio “La stampa 3D”: Corso tenuto da Francesco Pacelli sull'uso delle stampanti 3D della WASP e da Cimatti sulle argille impiegabili e la loro cottura. – 25/26 Giugno “PAPER CLAY: smalti in monocottura sulla terracotta” -- Info: Scuola di Ceramica Passe-partout c/o Ceramics e Colours 0546 46936 - http://www.corsi-passepartout.it/ ceramicolours@ceramicolours.it --------- RECCO. 8/10 Aprile “PAPER CLAY: terracotta vestita di smalti in monocottura” – 21/23 Ottobre “PORCELLANA A NERICOMI: Disegnare dentro con le argille colorate” -- Info: BeB Azalea di Marina Rizzelli - Recco - http://www.bbazalea.com/ - bbazalea@libero.it - 0185721603 – 3408784077 --------- VARESE. 13 /15 Maggio “PAPER CLAY SEMPRE: La tecnica che ha cambiato il modo di fare ceramica” -- Info: Castiglione Olona - ASS. CULT. ARTE DEGLI ANTICHI MESTIERI, Via Roma 24 - Monica 339 6815559 Modesto Gassa: cell. 335 6011830, arteantichimestieri@gmail.com, monibox64@gmail.com --------- UDINE. 17 /19 Giugno “PORCELLANA A NERICOMI: Disegnare dentro con le argille colorate” -- 16 /18 Settembre “FORME IN LIBERTA' : Le foggiature ceramiche” -- Info: Studio Cautero - Savorgnano del Torre - www.cauterocreazioni.it , 340 9815094, 329 9843424 --------- ORVIETO (TR). 1 /3 Luglio “PAPER CLAY: forme in gres con stampi di carta” -- Info: Fattoria Ma' Falda - ss79 bis Km 21 Loc. Prodo - Orvieto - tel 0758 749646 - 347 6568503 - 328 2537609 - info@fattoriamafalda.com - www.fattoriamafalda.com ---------- GUARDA (Svizzera Engadina). 23 /26 Luglio “PAPERLED e PORCELLANA: illuminazione a LED su porcellana Paper Clay” ( corso in lingua italiana con traduzione in tedesco) – Info: Keramikatelier Verena Jordan-Culatti - chasa 87 CH-7545 Guarda - Töpferei Tel. 081 862 23 07 - Büro Tel. 081 862 24 41 http://jordankeramik.ch/- verena@jordankeramik.ch --------- BERGAMO. 30 Settembre 2 Ottobre “VETROMETALLO: creatività con vetrosità fuse su acciaio” -- Info: 'Tuttigiuperterra' di Luca Cato - info@tuttigiuperterra.it - 3485732703 http://www.tuttigiuperterra.it/pg_pubb/corsi_dettaglio.asp?id_sel=59 --------- ROMA. 11 /13 Novembre “GIOCARE CON GLI SMALTI: i rivestimenti a bassa temperatura e i sistemi per fare effetti speciali” – Info: Studio 'Tornio subito' di Maria D'Alessandro - Acilia tel. 0652360555 - 3497013914 - torniosubito@hotmail.it
torna su




Presepe a Vezzolano fino al 31 gennaio 2016 - Albugnano (AT)
È la rappresentazione in miniatura dei principali mestieri d’arte, concepita con la maestria di un’abile professionista del restauro e con la poesia di chi osserva la vita con lo sguardo di fanciulla. L’autrice scopre con gioia la complessità dei mestieri, degli ambienti, dei volti e dei paesaggi, annotando e rappresentando ogni dettaglio più autentico e anche quotidiano. --- Questo è il Presepe di Anna Rosa Nicola, che “costringe” a sorridere anche i più annoiati e distratti visitatori che in questi giorni affollano la Canonica Regolare di Santa Maria di Vezzolano. Per scoprire il più delicato dei Presepi bisogna addentrarsi nell’ala più antica dell’edificio romanico, le ex cucine, sormontate dalla robusta orditura delle grandi travature medievali, talvolta con tracce di nera combustione. --- Il freddo di questo luogo, che il tempo non ha adattato alle esigenze della nostra civiltà, viene dimenticato in quella ex cucina abbaziale dove aleggia l’amore per l’arte e il calore di mani che instancabilmente, in ogni ritaglio di tempo quotidiano, hanno realizzato persone, oggetti e ambienti con materiali diversi, cera, creta, lastre di alluminio, anelli di tende, tessuti, vecchi orecchini, legno, plastica, materiale di recupero, e tanto altro, il tutto nobilitato dalla sapienza di Anna Rosa Nicola. --- Il Presepe rappresenta la vita di un villaggio tra due secoli, unendo la tradizione pastorale e contadina alla vita artigiana e anche urbana. I visitatori di tutte le età restano incantati, e le esclamazioni gioiose dei piccini si confondono spesso con la nostalgia di chi ha ancora sbiaditi ricordi del laboratorio della modista, dell’orologiaio, della pasticceria, di una drogheria, di un antiquario (decisamente ancora attuale) e di una scuola dove le cartelle sono ancora di cuoio e l’insegnamento si fa con l’abbecedario alla parete e senza lim. --- E si ritorna, cercando le ore di minore affollamento, per esplorare meglio i dettagli, tanti e curiosi, che anche gli affezionati delle edizioni precedenti scoprono con emozioni ancora più “sonore” quando trovano la firma dell’autrice in una delle ambientazioni più divertenti! --- Invitiamo quindi a visitare il Presepe di Anna Rosa Nicola a Vezzolano, comune di Albugnano (At), tutti i fine settimana e festività infrasettimanali dalle 10 alle 17,30, e nei giorni feriali prenotando almeno un giorno prima a info@lacabalesta.it / 011.9872463 fino al 31 gennaio 2016.
torna su




Musica: E' STATO (libero) Il Signor G - Pinerolo
Venerdì 15 e Sabato 16 Gennaio ore 21,00 - Teatro “Il Moscerino” -- Via Ortensia di Piossasco 9, Pinerolo TO. ---- L'italiano, la politica e lo STATO secondo Giorgio Gaber con Vincenzo Valenti (voce), Lorenzo Orlandini (chitarra) e Bati Bertolio (fisarmonica e vibrandoneon). ----- 31 posti disponibili: Vivamente consigliata la prenotazione. Per Info e prenotazioni: 339.5697376 /392.2723057 oppure teatroilmoscerino@libero.it
torna su




Lettera aperta di un ergastolano a Eugenio Scalfari (parte1)
Dottor Scalfari, ho letto da qualche parte che ha contribuito a fondare il settimanale “L’Espresso” ed è fondatore del quotidiano “La Repubblica”. Ho letto pure che alcuni suoi articoli hanno dato avvio a battaglie ideologiche-culturali, come quelle che hanno portato al referendum sul divorzio e sull’aborto. L’altra settimana, dalla mia cella, l’ho ascoltata alla televisione con interesse durante la trasmissione “Otto e mezzo” di Lilli Gruber. --- Le confido che sono rimasto molto colpito della sua commozione per la scomparsa del presidente del Partito Comunista Enrico Berlinguer e per il racconto dell’abbraccio con Pietro Ingrao. Questo sia perché con Pietro ho scambiato qualche lettera, sia perché fra gli uomini ombra (come si chiamano fra loro gli ergastolani) lui era molto famoso per avere dichiarato in una intervista “Io sono contro l’ergastolo prima di tutto perché non riesco ad immaginarlo”. --- Credo che però, a questo punto, sia il caso di presentarmi: sono un condannato alla pena dell’ergastolo (o alla Pena di Morte Nascosta, come la chiama Papa Francesco), in carcere da ventiquattro anni (il mese scorso sono entrato nel venticinquesimo). Dalla mia cella, ormai da molti anni, sono un attivista della campagna “Mai Dire Mai” per l’abolizione della pena senza fine. Se vuole sapere qualcosa più di me può visitare il sito che porta il mio nome www.carmelomusumeci.com dove fra l’altro c’è una proposta di iniziativa popolare per l’abolizione della pena dell’ergastolo (fra i primi firmatari c’è la compianta Margherita Hack, Umberto Veronesi, Bianca Berlinguer, Maria Agnese Moro, Don Luigi Ciotti, Stefano Rodotà, Giuliano Amato, Massimo D’Alema, la famosa pianista Alessandra Celletti e tanti altri.). --- Caro Dottor Scalfari, dopo averLa ascoltata alla televisione e avere letto che ha una laurea in giurisprudenza, mi è venuta voglia di scriverLe per farLe alcune domande. Non credo avrà voglia e tempo di rispondermi ma, alla fine, mi sono deciso lo stesso perché penso che a volte le domande siano interessanti quanto le risposte. Sarei curioso di chiederLe cosa ne pensa della pena dell’ergastolo, soprattutto di quello ostativo, quello che se parli esci, se no stai dentro come nel Medioevo. Mi creda, alcuni rifiutano questa “via di fuga” soprattutto per proteggere i loro familiari. ---
torna su




Lettera aperta di un ergastolano a Eugenio Scalfari (parte2)
Dottor Scalfari, credo che la condanna a essere cattivi e colpevoli per sempre sia una pena insensata perché non c’è persona che rimanga la stessa nel tempo. Senza un fine pena certo, all’ergastolano rimane “solo” la vita; ma la vita senza futuro è meno di niente. Mi creda, con la pena dell’ergastolo addosso è come se la vita diventasse piatta perché non puoi più fare progetti per il giorno dopo nè per quello successivo. Il tempo dell’ergastolano è come se fosse scandito da una clessidra: quando la sabbia è scesa, la clessidra viene rigirata…e questo si ripete incessantemente, fino alla fine dei suoi giorni. Imprigionare una persona per sempre è come toglierle tutto e non lasciarle niente. Neppure la sofferenza, la disperazione, il dolore perché, con questa condanna, non si fa più parte degli esseri umani. Purtroppo con l’ergastolo la vita diventa una malattia. Ma la cosa più terribile che è una pena che non ti uccide e, ciò che è peggio, sotto un certo punto di vista, ti fa vergognare di essere un uomo. Alla lunga, infatti, ti fa diventare solo un corpo parlante. La condanna all’ergastolo assomiglia a una morte bevuta a sorsi, nell’oscurità e nel silenzio. --- Dottor Scalfari, un compagno a cui mancano un paio di mesi al fine pena, l’altro giorno si è confidato con me e mi ha detto che i secondi gli stanno sembrando minuti, i minuti ore, le ore giorni ed i mesi anni. Gli ho risposto: “Per fortuna io ho l’ergastolo e non ho bisogno di contare né i giorni, né i mesi, né gli anni, conto solo i capelli bianchi che mi stanno venendo”. Il mio compagno ha annuito. Poi ha amaramente sorriso. E alla fine abbiamo riso insieme, anche se non c’era nulla da ridere perché, con questa pena, la vita diventa peggiore della morte. --- Gli ergastolani più fortunati si creano ogni giorno un mondo interiore costruito sul sale di tutte le loro lacrime, perché spesso è meglio non avere speranza che nutrirne di false. Con la condanna all’ergastolo la vita non vale più nulla perché non ha più presente né futuro, ma solo il passato. È vero che ogni pena uccide almeno un po’, ma la pena dell’ergastolo uccide “di più” perché ammazza anche la speranza. Si potrebbe dire che l’ergastolano non vive, mantiene in vita solo il suo corpo. E ogni giorno in meno è sempre un giorno in più da scontare. Purtroppo, molti non sanno che la pena dell’ergastolo ci lascia la vita, ma ci divora la mente, il cuore e l’anima. --- La maggioranza delle persone è contaria alla pena di morte, ma con la pena capitale il colpevole soffre solo un attimo, con l’ergastolo invece il condannato soffre tutta la vita. Mi chiedo se, forse, questa forma di “vendetta” che nulla ha a che fare con la giustizia, possa soddisfare qualcuno, comprese le vittime dei reati che abbiamo commesso… --- A questo punto, caro Dottor Scalfari, chi è più criminale: chi uccide perché cresciuto in ambienti degradati, per potere, ignoranza, soldi, futili motivi, passioni morbose e malate, o chi lo fa in nome della giustizia o del popolo italiano, murando vive delle persone vive, senza neppure la compassione di ammazzarle? --- Se riterrà opportuno rispondermi, ne sarò felice e La ringrazio anticipatamente. Le auguro buona vita e con simpatia Le invio un sorriso fra le sbarre. --- Carmelo Musumeci, Carcere di Padova, Dicembre 2015
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.