Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

confluenze e centenario Menhuin - 25 maggio 2016 - corso regio parco - Torino
CONFLUENZE - Appesi a un libro... continua.

OMNIA FABULA ET ARTI intramuros/extramuros - nuovo progetto di Cascina Macondo per il carcere Rodolfo Morandi di Saluzzo
Cascina Macondo ritiene che l’... continua.

ULTIMISSIMI GIORNI PER PARTECIPARE - 14° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - invia i tuoi haiku!!
14° Edizione Concorso Internaz... continua.

UNA TUA POESIA PER 'GOOD MORNING POESIA' - progetto Omnia Fabula et Arti
Domenica 23 aprile 2017 abbiam... continua.

IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - E IL TUO 2 X 1000
IL TUO CINQUE PER MILLE A CAS... continua.

CERCASI WEB MASTER E PROGRAMMATORE
Ciao, stiamo bussando alla por... continua.

DEEDFACTORY NUOVA INTERESSANTE PIATTAFORMA PER I TUOI ACQUISTI ON LINE
DEEDFACTORY - QUANDO FAI I TU... continua.

PROGETTO REDICA - I LIBRI NELLE CASE
Cascina Macondo propone RÈDICA... continua.

“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - Vento serale, di Pietro Tartamella
Vento serale / dondolano le ... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - PRECOCITÀ, PRIMA DI COLOMBO, PROPRIETÀ
PRECOCITÀ: I ragazzi indiani ... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - FUSTY, FUSTINESS, TABLEWARE, DINNERWARE
FUSTY /ˈfʌstɪ/ ... continua.


Utenti Frécciolenews

Addio a Marco Pannella, il leader Radicale di mille battaglie.
Muore, a 86 anni, il prota... continua.

Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. Che cos'è la tortur... continua.

La rivista Tepee all’Expo Comics – Moncalieri (To)
La rivista TEPEE ha sempre ded... continua.

CENT’ANNI DI MEMORIA: Elogio dei miei vecchi - il nuovo libro di MARIO TRUDU
Rimpiange e racconta, Mario Tr... continua.

Opere in controluce – Padova
Venerdì 27 maggio 2016 ore 17:... continua.

L’ultimo sorriso tra le sbarre a Marco Pannella
La notizia della scomparsa di ... continua.

Il poeta dei gelsomini
Il poeta Mohammed al-Ajami, no... continua.


confluenze e centenario Menhuin - 25 maggio 2016 - corso regio parco - Torino
CONFLUENZE - Appesi a un libro 4° anno - Torino , corso Regio Parco - 25 maggio 2016 -- “Appesi a un libro – Confluenze” è il nome di un progetto nato dall'amore per la lettura e dall'incontro tra una scuola - l’ IC Regio Parco - e una libreria - Il Ponte sulla Dora - entrambe situate nello stesso territorio. Il progetto si riferisce ad una mostra del libro, ma non si limita ai libri – oltre alla lettura intende accrescere la passione per altri linguaggi espressivi, quali la musica, la danza e le arti visive. Si propone come occasione di incontro, tra il territorio e i suoi abitanti, come luogo di scambio interculturale. La manifestazione, giunta alla sua quarta edizione, avrà luogo il 25 maggio in corso Regio Parco. Il bel viale pedonale, punto di incontro per bambini e adulti, si propone come luogo ideale per esporre banchetti con i libri, manufatti e prodotti realizzati dalle scuole, installazioni artistiche e brevi esibizioni musicali. Uno dei temi portanti sarà “L’ Arte intesa come Speranza” in un momento storico particolarmente difficile. Significativa la collaborazione con l’associazione Mus-e che festeggerà il centenario della nascita del violinista Y. Menhuin. Gli artisti si esibiranno con i ragazzi dando un saggio delle attività svolte nelle classi durante l’anno scolastico. Le insegnanti dell’associazione Orme interverranno con le classi che hanno aderito al progetto “Crescere in orchestra” ----------- INIZIATIVE PER IL CENTENARIO DI YEHUDI MENUHIN: Per ricordare il centenario della nascita di Yehudi Menuhin, l’Associazione Mus-e Torino Onlus ha programmato una serie di eventi sia all’interno delle 19 scuole Mus-e che sul territorio, sia a carattere locale che nazionale. Tali eventi coinvolgeranno i 3800 bambini impegnati nei laboratori Mus-e, le loro famiglie ed il territorio cittadino -------- ALLE ORE 15.30 PIETRO TARTAMELLA CON GLI ALLIEVI DELLA 3A (insegnante Anna Ciccarelli) E 3B (insegnante Santo Squillace) - LETTURA DI HAIKU E I PENSIERI DI MENHUIN ----- copia e incolla il seguente link sul tuo browser per tutti i dettagli: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1387:centenario-della-nascita-del-musicista-yehudi-menuhin-progetto-muse&catid=102:news&Itemid=90
torna su




OMNIA FABULA ET ARTI intramuros/extramuros - nuovo progetto di Cascina Macondo per il carcere Rodolfo Morandi di Saluzzo
Cascina Macondo ritiene che l’incontro tra detenzione / cittadinanza / infanzia / disabilità possa produrre momenti di riflessione importanti sulla tematica del carcere e stimolare in tutti gli attori coinvolti un ascolto attento e costruttivo. Riteniamo fondamentale investire sulle “relazioni costanti e continuative con la società civile” che possono infondere nel detenuto (non sentendosi abbandonato dalla comunità) un senso di appartenenza positivo volto ad alimentare il desiderio di miglioramento e la speranza ---- OMNIA FABULA ET ARTI nuovo progetto di Cascina Macondo per il carcere Rodolfo Morandi di Saluzzo - COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER PER ACCEDERE AI DETTAGLI: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1366:omnia-fabula-et-arti-intra-extra-muros&catid=102:news&Itemid=90
torna su




ULTIMISSIMI GIORNI PER PARTECIPARE - 14° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU CASCINA MACONDO - invia i tuoi haiku!!
14° Edizione Concorso Internazionale Haiku in lingua italiana di Cascina Macondo. C'è tempo sino al 31 maggio per postare i tuoi haiku (MA NON ASPETTARE L'ULTIMO MOMENTO!) ----- Partecipazionbe gratuita ------ sezione INDIVIDUALE - sezione COLLETTIVA (scuole, area handicap, comunità...) ------ SI PARTRECIPA SOLO ATTRAVERSO IL FORMAT SUL SITO DI CASCINA MACONDO ------ Per informazioni dettagliate (bando, premi, premiazione...) COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1375:2016-14d-concorso-internazionale-haiku-cascina-macondo&catid=102:news&Itemid=90
torna su




UNA TUA POESIA PER 'GOOD MORNING POESIA' - progetto Omnia Fabula et Arti
Domenica 23 aprile 2017 abbiamo ripreso l'attività 'GOOD MORNING POESIA' nel carcere di Saluzzo con i lettori volontari: Bruna Parodi, Carlotta Bava, Fiorenza Alineri, Gaia Napoli, Giusy Amitrano, Pietro Tartamella, Silvia Restagno. Puoi inviare una tua poesia, un breve racconto, una favola... contenuti e tematiche a piacere... testi non troppo lunghi, che a leggerli ad alta voce durino in media circa tre minuti... Se ti fa piacere li leggeremo con i detenuti, e per i detenuti, nei nuovi appuntamenti quindicinali di Good Morning Poesia all’interno del carcere “Rodolfo Morandi” di Saluzzo (progetto OMNIA FABUTA ET ARTI-INTRAMUROS/EXTRAMUROS di Cascina Macondo. ------- Scrivi nella tua e-mail, nella riga “oggetto”, la frase: testo per Good Morning Poesia e in allegato (in formato word .doc) invia la tua poesia con il titolo e il tuo nome e cognome (o il testo di un autore che ami e vorresti far conoscere) --- PER ALTRI DETTAGLI COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUOBROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1362:una-tua-poesia-a-qgood-morning-poesiaq-nel-carcere-rodolfo-morandi-di-saluzzo-progetto-omnia-fabula&catid=102:news&Itemid=90 --------- info@cascinamacondo.com
torna su




IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - E IL TUO 2 X 1000
IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - (se non hai già pensato di destinarlo ad altre realtà che vuòi sostenere)-------- ricordiamo che se non lo doni il tùo 5 x 1000 lo incàmera lo Stato ------- per stima dunque, simpatìa, condivisione, non ti rèsta che cómpiere il gèsto alchèmico: destinare il cinque per mille della tùa dichiarazione dei rèdditi ai progètti e alle iniziative di Cascina Macondo rivòlti all'integrazione dell'handicap e della disabilità di cùi ci occupiamo da anni ------- n° di partita IVA e còdice fiscale: 06598300017 ------ ricòrda ( e ricòrdalo al tùo commercialista) di compilare sul fòglio della dichiarazione dei rèdditi il primo riquadro in basso (SPAZIO A SINISTRA), quello che dice: 'sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale' --- SPARGI LA VOCE ---- grazie per l'attenzione - Pietro Tartamella, Annamaria Verrastro e lo Staff Cascina Macondo - info@cascinamacondo.com
torna su




CERCASI WEB MASTER E PROGRAMMATORE
Ciao, stiamo bussando alla porta. Cerchiamo un esperto web master e un esperto programmatore, possibilmente residente nella zona di Torino-Asti-Cuneo, che a titolo di volontariato abbia voglia e piacere di darci una mano occupandosi del sito di Cascina Macondo. Possiamo offrire solo una buona visibilità. C'è qualcuno? Contattare Pietro: cell. 328 42 62 517 - info@cascinamacondo.com
torna su




DEEDFACTORY NUOVA INTERESSANTE PIATTAFORMA PER I TUOI ACQUISTI ON LINE
DEEDFACTORY - QUANDO FAI I TUOI ACQUISTI ON LINE ! una startup innovativa a scopo sociale --------- Deedfactory ha avviato, a partire dalla fine del 2015, la sperimentazione di una nuova piattaforma per il finanziamento di iniziative no-profit. ---- Grazie ad una rete di affiliazione a tutti i principali negozi online, Deedfactory permette ad associazioni come “Cascina Macondo” di raccogliere fondi attraverso gli acquisti online dei propri sostenitori e simpatizzanti. ----- Basta utilizzare i link presenti all'interno del sito Deedfactory per raggiungere i tuoi negozi preferiti, e una percentuale dell'importo di ogni acquisto effettuato sarà devoluta al finanziamento delle iniziative di Cascina Macondo. ---- In pratica, effettuando i tuoi normali acquisti online - senza alcun costo aggiuntivo - potrai dare un aiuto concreto e tangibile ai progetti istituzionali di Cascina Macondo. ----- <> La beneficenza al costo di un click: potremo ricevere sostegno da chi crede in noi senza gravare sul tuo bilancio famigliare e senza alcun costo da parte tua (il servizio di deedfactory è completamente gratuito). <> Un nuovo tipo di altruismo: un atteggiamento tipicamente individualista, come quello del consumo, diventa occasione per portare beneficio alla comunità in cui viviamo, contribuendo al bene comune, e alla realizzazione dei progetti di Cascina Macondo. ------ COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1389:deedfactory-nuova-interessante-piattaforma-per-i-tuoi-acquisti-on-line&catid=102:news&Itemid=90
torna su




PROGETTO REDICA - I LIBRI NELLE CASE
Cascina Macondo propone RÈDICA (Rete Distributiva Case) per la diffusione e il sostegno ai progetti OMNIA FABULA ET ARTI e ACCENTAZIONE ORTOEPICA LINEARE ----------------- la tua azione, un’azione concreta ------------------ Puoi acquistare a fondo perduto un ASSORTIMENTO di libri di Cascina Macondo PER UN VALORE MINIMO DI 50 EURO (6 EURO PER CONTRIBUTO SPEDIZIONE) I LIBRI SONO SCONTATI DEL 35% ! ------- Puoi rivendere i libri di Cascina Macondo a prezzo intero nella tua casa, nella sede della tua associazione, nel tuo teatro, nel tuo progetto di regali per Natale, quando organizzi cene, feste, eventi, o incontri, o visite, o letture, potendo così recuperare quello che hai speso ------- La tua casa diventa un luogo promotore del progetto OMNIA FABULA ET ARTI e tu un pioniere, una cellula, un sostenitore, un diffusore dell'ACCENTAZIONE ORTOEPICA LINEARE ------- ------- entra a far parte della RETE DISTRIBUTIVA CASE di Cascina Macondo ------------------------------------------------------------- PER SAPERNE DI PIù COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1368:progetto-redica-i-libri-nelle-case&catid=102:news&Itemid=90
torna su




“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - Vento serale, di Pietro Tartamella
Vento serale / dondolano le mosche / sull’altalena.// (Pietro Tartamella) ----------- Pietro il Grande non sarà molto contento, che continuiamo a saccheggiarlo… Questo splendido haiku è tratto da “Quisquiglie di perla”, il cui sottotitolo è “Aforismi, Pensieri, Riflessigli, 17 Haiku e un Corbello”, l’intero testo anche in Inglese, una vera chicca. Siamo in estate, la stagione delle mosche per eccellenza, sull’altalena non c’è nessuno, è vuota. Un venticello all’imbrunire la fa muovere con un andirivieni certamente irregolare e un po’ sbilenco. Al frettoloso potrebbe mettere un po’ di tristezza, il seggiolino vuoto, ma non certo all’haijin, il “facitore” di haiku, abituato all’osservazione e alla meditazione. Il sentimento della nostalgia, Aware, domina l’intera scena, insieme con l’altro, Sabi, il silenzio. Entrambi concorrono a rendere lieve e di color pastello, l’atmosfera che circonda l’intera scena. Sicuramente la presenza di Pietro è da collocare poco distante dall’altalena, seduto su una sedia nello spiazzo di Cascina Macondo, quello dove si celebrano i riti della cottura Raku della ceramica. Le mosche posano sull’altalena a testimonianza del caldo e della solitudine dell’attrezzo, abituato a sostenere i lievi pesi dei bimbi, che ridono e si divertono. Facevamo la gara a vedere chi fosse capace di andare più alto di tutti. Aspettavamo con eccitazione e impazienza il nostro turno, una volta conquistato il seggiolino era difficile il compito di chi regolava il gioco, per farci scendere. Ma non siamo mai caduti, anche se spesso erano i nostri piedi a pigiare sulle assicelle per dare maggiore spinta e per rendere un po’ ardito il gesto. Non va dimenticato un particolare, Pietro sta fumando una sigaretta. ------ fabrizio.virgili@cascinamacondo.com --- cos’è un Haiku? / un attimo di vita / che si fa verso.
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - PRECOCITÀ, PRIMA DI COLOMBO, PROPRIETÀ
PRECOCITÀ: I ragazzi indiani già all'età di 10 anni erano bravi cacciatori. Andavano a caccia di lupi con arco e frecce ------------------------------------------------------------- PRIMA DI COLOMBO: Si suppone che il primo contatto tra l'Europa e gli indiani sia avvenuto intorno all'anno mille con i Vichinghi guidati da Leif Eriksson. Partiti dalla Groenlandia erano approdati in Labrador. Quella terra fu chiamata dai Vichinghi Vinland. Gli abitanti erano gli Skraeling. Nelle Saghe gli Skraeling sono descritti come "uomini brutti e neri, con i capelli irti sulla testa, grandi occhi e viso largo" --------------------------------------------------------------- PROPRIETÀ: Una moglie Dakota apparteneva al marito. Era sua proprietà, sia che l'avesse ottenuta tramite Winyancin (corteggiamento), Wiinahma (rapimento), Wayaka (prigioniera di guerra di una tribù nemica). Il marito aveva priorità sulle sorelle della moglie se erano più giovani della moglie stessa. Il rapimento di una donna, per fine matrimoniale, avveniva quando un uomo voleva prendere in moglie la sorella minore di una donna già sposata il cui marito (che aveva diritti sulle sorelle più giovani di sua moglie) era contrario. Anche se erano contrari i genitori o i fratelli della ragazza un uomo poteva ricorrere al rapimento. ----- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - FUSTY, FUSTINESS, TABLEWARE, DINNERWARE
FUSTY /ˈfʌstɪ/ a. 1) che sa di chiuso (o di muffa)--- 2) antiquato; sorpassato; stantio -------------------------------------------------------------- FUSTINESS n. [U] 1) odore di chiuso (o di muffa) --- 2) l'essere antiquato (o sorpassato) --------------------------------------------------------------------- TABLEWARE /ˈteɪblwɛər/ n. [U]stoviglie da tavola; vasellame -------------------- DINNERWARE /ˈdɪnəwɛər/ n. [U](USA) piatti, posate e bicchieri (pl.) ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




Addio a Marco Pannella, il leader Radicale di mille battaglie.
Muore, a 86 anni, il protagonista delle mille battaglie dell'Italia del Novecento, il simbolo della lotta non violenta per i diritti civili e politici: l'Italia dice addio a Marco Pannella. Lo storico leader Radicale era malato da tempo e, dopo aver trascorso le ultime settimane nella sua casa di via della Panetteria, mercoledì pomeriggio ha subito un ultimo, fatale, peggioramento. E' stato ricoverato nel nella clinica Nostra Signora della Mercede e lì, giovedì 19 maggio, poco prima delle 14, si è spento mentre lo assistevano i 'vecchi compagni' di un tempo. E' stata un'agonia lunga, quella di Pannella, costretto negli ultimi mesi a saltare le sue quotidiane tappe in via Torre Argentina e a restare in casa dove, con il passare dei giorni, si susseguivano le visite di politici di ieri e di oggi, di cantanti, uomini di cultura, vecchi amici. Aveva un tumore al fegato e uno ai polmoni ma, nonostante il graduale peggioramento della malattia, Pannella non ha mai perso la sua verve. "Ha resistito in questi tre mesi soffrendo ma anche regalando agli altri e a sé stesso momenti di gioia. Scherzava dicendo che 'l'erba cattiva non muore mai' ed era comunque attaccato alla radio. E si incazzava pure", è il racconto di Rita Bernardini che, con Sergio D'Elia, Elisabetta Zamparutti, Alessandro Capriccioli, Matteo Angioli e Laura Harth, ha vegliato sugli ultimi momenti di vita del leader Radicale. Pannella, al loro arrivo, dormiva. Era infatti sedato e era stato proprio lui a chiederlo dicendo 'aiutatemi', racconta Bernardini ribadendo come il 'vecchio leone' abbia lottato fino all'ultimo. E, osserva commossa, "ora fa impressione non vederlo più reagire, o parlare". Nella clinica di via Tagliamento è stato un continuo viavai di amici e politici. La commozione è stata forte, la sensazione è che, per dirla come Giuliana Graziani, militante radicale di lungo corso, con la morte di Pannella "si è chiusa un'epoca". Arrivano il segretario Radicale Riccardo Magi e Mina Welby, Bobo Craxi e Fausto Bertinotti e non manca di porgere il suo saluto l'ex presidente della Comunità ebraica romana Riccardo Pacifici, che ricorda il legame fortissimo tra Pannella e il mondo ebraico. Tutti gli altri avranno modo di salutare Pannella alla camera ardente allestita a Montecitorio dalle 15. Mentre nella notte tra venerdì e sabato una lunga veglia al partito segnerà la vigilia dell'ultimo saluto allo storico leader: sabato tra la gente a Piazza Navona, la "piazza di tante battaglie". Poi la salma di Pannella sarà portata nella sua città natale, Teramo, e lì sarà sepolto. E di Pannella resterà l'immensa eredità delle battaglie messe in piazza: da quella per il divorzio a quella per la legalizzazione delle droghe leggere, da quella per il miglioramento delle condizioni dei detenuti a quella contro la fame del mondo. Manifestazioni, provocazioni, scioperi della fame, infiniti monologhi via radio hanno segnato la vita politica di un leader che, tra l'altro, fu il primo a indicare Oscar Luigi Scalfaro come il più adatto alla presidenza della Repubblica, salvo poi pentirsene. "Un leone della libertà", è l'omaggio del premier Matteo Renzi, che quasi interrompe la conferenza stampa con il suo omologo olandese per rendere omaggio a Panella. "Un protagonista mai legato al potere, che è riuscito a cambiare il Paese da minoranza", ricorda il presidente della Repubblica Sergio Mattarella quasi sfiorando il rammarico ch serpeggia tra i compagni più vicini al leader radicale: quello di non aver avuto mai incarichi di governo e, alla fine, di non essere neppure stato nominato senatore a vita. Redazione ANSA - http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/05/19/morto-marco-pannella-leader-radicale-e-della-lotta-per-i-diritti_25756c69-81ad-4d98-8381-42a7dcfe6d8a.html
torna su




Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. Che cos'è la tortura, che cosa significa subirla e di quale colpa una società si macchia rifiutando di riconoscerla come reato? Marina Lalatta Costerbosa “Il silenzio della tortura,” (ed. Deriveapprodi). LIBRO DEL GIORNO. Nove racconta un mondo mutato per sempre, giunto oggi a un punto di saturazione, e gioca la carta più difficile: descrivere con ironia e compassione una deriva che non risparmia niente e nessuno, se non un residuale senso di umanesimo a cui possiamo ancorare le nostre speranze per il futuro. Aldo Nove “Anteprima mondiale” (ed. La nave di Teseo) ---- Giovedì. Le vicende comiche e grottesche di un militante trotskista argentino, condannato a morte dai suoi ex compagni di partito, con sentenza 'da eseguirsi il giorno della rivoluzione'. La folle avventura politica, esistenziale e nichilista dei membri dell'armata rossa giapponese. la surreale compagnia di esaltati, anarchici, pazzoidi, bohémiens e filibustieri che si ritrova, negli anni Settanta, intorno alla redazione della rivista 'agaragar'. Ma anche scrittori e artisti come Moravia e Pasolini, surrealisti e situazionisti. Mario Perniola “Del terrorismo come una delle belle arti” (ed. Mimesis). LIBRO DEL GIORNO. C'è umorismo involontario quando uno crede di fare una cosa seria e invece per ignoranza o per caso fa qualcosa di comico. È un umorismo che s'insinua ovunque, nei romanzi di certi scrittori, nelle poesie, nei film di serie B, nei pittori della domenica, nelle storpiature linguistiche dei bambini, in ogni forma di kitsch e di trash, nelle farneticazioni dei mattoidi, nelle papere televisive, negli errori di stampa, negli strafalcioni detti in ambulatori, tribunali, scuole, nei discorsi dei politici... Paolo Albani “Umorismo involontario” (ed. Quodlibet) ---- Venerdì. Si può parlare di lavoro in molti modi. Questo libro esplora tutti i meandri di una parola insidiosa e corrotta nell'uso, resa spesso inefficace dal suo rimbalzare tra i dialoghi sguaiati dei talk show. Stefano Massini “Lavoro” (ed. Il Mulino) ---- fahre@rai.it
torna su




La rivista Tepee all’Expo Comics – Moncalieri (To)
La rivista TEPEE ha sempre dedicato spazio alla letteratura a fumetti e alle illustrazioni disegnate: vieni a trovarci all'Expo Comics a Moncalieri (Torino) sabato 28 e domenica 29 maggio 2016, nell'area comics troverai la nostra rivista e una rassegna di disegni e fumetti sugli Indiani d'America. ------ Cerchiamo volontari che stiamo al nostro tavolo sabato e domenica: se sei disponibile per un paio d'ore contattami. Grazie, Beppe ---- Redazione di TEPEE, redazione@soconasincomindios.it - www.soconasincomindios.it - www.tepee.ideasolidale.org
torna su




CENT’ANNI DI MEMORIA: Elogio dei miei vecchi - il nuovo libro di MARIO TRUDU
Rimpiange e racconta, Mario Trudu, ergastolano, in carcere da 36 anni con condanna per sequestro di persona, il tempo della sua infanzia e adolescenza, ad Arzana, paese nel cuore della Barbagia. Dall’autore di “Tutta la verità, storia di un sequestro” (ed. Stampa Alternativa) un racconto ricco del fascino che Trudu ragazzino riesce a cogliere in tutto, nonostante le durezze di un ambiente molto povero e dalle regole implacabili. Incantato soprattutto dai racconti dei “suoi vecchi”, che sono trasmissione di sapere, ma anche storie di guerra, di cui si conservano ricordi, commoventi e crudi. Spazi onirici si aprono con i sorprendenti disegni, di cui Trudu è autore, che si intrecciano alla narrazione. ---- Questo il link dove si può ordinare: http://www.stampalternativa.it/libri/978-88-6222-520-5/mario-trudu/cent-anni-di-memoria.html
torna su




Opere in controluce – Padova
Venerdì 27 maggio 2016 ore 17:30 a Padova, presso la Galleria Samonà - via Roma, inaugurazione della mostra “Opere in controluce” di Rita Bellini ---- Rita Bellini è un’artista veneziana che con passione, da molti anni, interviene nel dibattito culturale veneto e non solo. Pittrice, scultrice, apprezzata poetessa, con un linguaggio articolato, ma sempre fortemente immediato, affronta i grandi temi del nostro tempo. L’arte rappresenta per lei un mezzo per denunciare le violenze della guerra, la condizione spesso difficile della donna nel mondo, il non rispetto dell’ambiente e della natura. Calandosi nella realtà senza compromessi, la pittura di Rita Bellini s’inoltra anche nella dimensione religiosa, con una spiritualità intensa e talvolta sofferta, simbolica e quotidiana. Formatasi all’Accademia di Venezia con Alberto Viani e laureatasi poi in filosofia, per la sua indagine critica sui principi della realtà, l’artista negli anni Ottanta è partita da un linguaggio figurativo influenzato dalle avanguardie artistiche del Novecento, per approdare poi a uno stile astratto, espressionista, diventato oggi molto materico, intensamente cromatico, dove il collage interagisce con la pittura e la scultura, espressione di una complessità che è difficile codificare. Le opere di Rita Bellini si trasformano così in frammenti di vita, in una scrittura che racconta valendosi di immagini, di riproduzioni e delle stesse parole. Stilemi classici e contemporanei, astratti e figurativi, interagiscono senza porsi limiti. Su tutto domina l’idea dello spazio e del tempo, ma soprattutto ritornano i grandi valori etici dell’uomo. ---- La mostra sarà aperta fino al 3 luglio 2016, Orario 16-20, lunedì chiuso; ingresso libero. ---- Info. Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche tel. 049 8204553 - ghiraldinir@comune.padova.it padovacultura.it
torna su




L’ultimo sorriso tra le sbarre a Marco Pannella
La notizia della scomparsa di Marco si è sparsa all'improvviso da una cella e da una finestra all'altra e in tutte le sezioni del carcere di Padova. Molti detenuti hanno abbassato gli occhi e il tono della voce. Qualcuno ha scrollato la testa. Altri ancora si sono ammutoliti. Tutti si sono sentiti come abbandonati a se stessi. Qualcuno ha urlato dalle sbarre della sua finestra: 'E adesso quale sarà quel politico che ci darà voce e lotterà per i diritti dei carcerati o avrà il coraggio di proporre un'amnistia?'. Andrea gli ha risposto: 'Nessuno'. Roberto ha aggiunto: 'La stragrande maggioranza dei politici è d'accordo solo su una cosa: riempire le carceri come delle scatole di sardine e usare l'emergenza criminalità per continuare a prendere voti e continuare a rubare.' Antonio s' intromette nella discussione: 'Non bisogna generalizzare, ci sono anche i politici onesti'. Raffaele si incazza: 'Sei proprio scemo, non lo sai che in Italia essere garantisti e abrogazionisti della pena dell'ergastolo fa perdere i voti e consenso elettorale?' Lorenzo lo appoggia: 'Guarda che fine hanno fatto quei pochi politici che si sono sempre impegnati per la legalità in carcere, sono scomparsi dal Parlamento. Gli altri politici lo sanno che il carcere in Italia non è altro che lo specchio di fuori, dell'ingiustizia, della sofferenza, dell'emarginazione e la discarica degli avanzi della società perbene e disumana, eppure non alzano un dito, perché non hanno il coraggio e il cuore che aveva Marco Pannella”. Interviene Sandro: 'Io penso che il carcere così com'è non dà risposte, il carcere è una non risposta, il carcere è il male assoluto. Non si può educare una persona tenendola all'inferno. La si può solo punire, farla soffrire, distruggerla, e dopo di questo anche il peggiore assassino si sentirà innocente. Solo un carcere aperto e rispettoso della legalità può restituire alla società dei cittadini migliori'. ---- Ascolto dalle sbarre della mia finestra i discorsi dei miei compagni, ma non intervengo perché penso che adesso sia il momento del silenzio e di trasmettere tutta la nostra solidarietà ai familiari, ai radicali, (in particolar modo a Sergio D'Elia e a Rita Bernardini) e a tutti quelli che volevano bene a Marco. Ciao Marco, eri il mio eroe e mi sei stato da esempio, ora mi sento un po' orfano. Spero che nel posto dove sei ora non ci siano prigionieri, né carceri, ma sono sicuro che dovunque tu sia adesso, continuerai a lottare contro il Dio di turno per migliorare i diritti degli angeli o dei diavoli. Un ultimo affettuoso sorriso fra le sbarre. Carmelo Musumeci - Carcere di Padova 19 maggio 2016 www.carmelomusumeci.com
torna su




Il poeta dei gelsomini
Il poeta Mohammed al-Ajami, noto come il poeta dei gelsomini, originario del Qatar e Membro Onorario del PEN American Center, era stato condannato nel novembre 2012 dapprima all’ergastolo poi a 15 anni di detenzione, semplicemente per aver scritto e recitato due poesie considerate di “incitamento al rovesciamento del regime al potere” e “critica dell’Emiro”. Nel maggio 2014, sebbene stesse scontando la condanna nel Carcere Centrale di Doha, è riuscito a registrare e far uscire dalle mura del carcere questa Poesia da una Cella di Prigione. Nel marzo 2016, dopo circa 40 mesi di reclusione, grazie al contributo delle associazioni Amnesty International, PEN Regno Unito, Freedom Now e PEN International, che hanno chiesto alle autorità del Qatar il rilascio immediato e incondizionato di Mohammed al-Ajami e l'annullamento della sua condanna, Mohammed al-Ajami è stato rilasciato senza condizioni, dopo aver ricevuto il perdono da parte dell'Emiro. Ora il suo testo poetico circola liberamente in rete. ----- Leggi le traduzioni in ITALIANO ed in INGLESE sul sito http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=52114&all=1#agg249315 ---- Ascolta il poeta declamare il testo in ARABO https://www.youtube.com/watch?v=17pNAl7VwTw&feature=kp&app=desktop ---- Ascolta la declamazione del testo in INGLESE https://www.youtube.com/watch?v=2hPqS52ry90 ---- Notizia segnalata da Alice Bellesi allibell@libero.it
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.