Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

intervista sulla poesia haiku a Pietro Tartamella, di Valeria Simonova Cecon, apparsa sulla rivista russa ULITKA
Interessante intervista sulla ... continua.

IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CAS... continua.

è iniziato il progetto OMNIA FABULA di Cascina Macondo nel carcere di Saluzzo
Finalmente, dopo un anno di at... continua.

resoconto del soggiorno in Francia della compagnia integrata di danzateatro VIAGGI FUORI DAI PARAGGI
La compagnia integrata VIAGGI ... continua.

GLI SPONSOR DEL CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU DI CASCINA MACONDO - 15° EDIZIONE 2017
Gli sponsor del nostro Concors... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - IL SILENZIO, secondo Cervo Zoppo (Sioux)
IL SILENZIO -- (Un uomo Sacr... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - DROUGHT, DROUGHTY
DROUGHT /draʊt/ n. [U... continua.


Utenti Frécciolenews

III Edizione Concorso di pittura, fotografia e musica - Casamerica - GENOVA
La Fondazioni Casa America org... continua.

LA CHIAVE di Mariagrazia Giuliani - libro
LA CHIAVE di Giuliani Mariagra... continua.

Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. Universalmente lett... continua.

Premio Letterario 'Gustavo Pece' 2017
Vi segnalo il Premio Letterari... continua.

CHESSA E BETTEGA danno il via alla ' TORCH RUN' degli SPECIAL OLYMPICS
Ha preso il via nella giornata... continua.

GRANDA E SMART. POLITICHE ED ESPERIENZE SMART IN PROVINCIA DI CUNEO
Giovedì 6 luglio, ore 14.30 a ... continua.

Acqua, aria, terra, fuoco – Campocecina sulle Apuane
Il 5-6 agosto 2017 presso il R... continua.

Consiglieri comunali campioni del riuso con 'Cit ma bun'
Durante la seduta di venerdì 2... continua.

ÈDITO FESTIVAL in PIEMONTE - 1 luglio al Circolo dei Lettori - Torino
ÈDITO è un festival itinerante... continua.

Lutto fra gli ergastolani per la scomparsa di Stefano Rodotà
La morte del Professore Stefan... continua.

Mostra di Marionette sulla storia del trasporto ' TURIN CH’A BOGIA' Moncalieri
Fino al 31 agosto è possibile... continua.

Presentazione del libro ' La mia guerra di Spagna ' di Mika Etchebéhère - Roma
Mercoledi 28 giugno, ore 18.30... continua.

Patrie Galere senza cuore e senza testa
Dopo cinque anni in regime di ... continua.


intervista sulla poesia haiku a Pietro Tartamella, di Valeria Simonova Cecon, apparsa sulla rivista russa ULITKA
Interessante intervista sulla poesia haiku di Valeria Simonova Cecon,pubblicata in russo sulla rivista ULITKA ------- COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1471:intervista-al-direttore-artistico-di-macondo-di-valeria-simonova-cecon-sulla-rivista-russa-ulitka&catid=102:news&Itemid=90
torna su




IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO
IL TUO CINQUE PER MILLE A CASCINA MACONDO - (se non hai già pensato di destinarlo ad altre realtà che vuòi sostenere)-------- ricordiamo che se non lo doni il tùo 5 x 1000 lo incàmera lo Stato ------- per stima dunque, simpatìa, condivisione, non ti rèsta che cómpiere il gèsto alchèmico: destinare il cinque per mille della tùa dichiarazione dei rèdditi ai progètti e alle iniziative di Cascina Macondo rivòlti all'integrazione dell'handicap e della disabilità di cùi ci occupiamo da anni ------- n° di partita IVA e còdice fiscale: 06598300017 ------ ricòrda ( e ricòrdalo al tùo commercialista) di compilare sul fòglio della dichiarazione dei rèdditi il primo riquadro in basso (SPAZIO A SINISTRA), quello che dice: 'sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale' --- SPARGI LA VOCE ---- grazie per l'attenzione - Pietro Tartamella, Annamaria Verrastro e lo Staff Cascina Macondo - info@cascinamacondo.com
torna su




è iniziato il progetto OMNIA FABULA di Cascina Macondo nel carcere di Saluzzo
Finalmente, dopo un anno di attesa, è stato approvato il progetto Omnia Fabula nel carcere di Saluzzo. Sabato 24 giugno 2017 la prima lezione. Si sono iscritti 18 detenuti che frequenteranno settimanalmente 10 incontri sulle favole, e proseguiranno con 15 incontri sulla dizione della lingua italiana. Il progetto della stampa di un'antologia che raccoglierà le favole ESOPICHE scritte dai detenuti, dai ragazzi disabili, dai bambini delle scuole elementari, dai ragazzi delle scuole medie, dagli studenti dei licei e delle scuole superiori, da alcuni scrittori di Cascina Macondo (circa 600 persone coinvolte), DUNQUE CONTINUA...!!!!
torna su




resoconto del soggiorno in Francia della compagnia integrata di danzateatro VIAGGI FUORI DAI PARAGGI
La compagnia integrata VIAGGI FUORI DAI PARAGGI in Francia in una Residenza Creativa. Resoconto dettagliato sul sito di Cascinba Macondo con foto, scritti, impressioni... COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1470:rct-resoconto-soggiorno-in-francia-2017-compagnia-viaggi-fuori-dai-paraggi&catid=102:news&Itemid=90
torna su




GLI SPONSOR DEL CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU DI CASCINA MACONDO - 15° EDIZIONE 2017
Gli sponsor del nostro Concorso Internazionale Haiku: VILLAGGIO LA FRANCESCA, Bonassola (La Spezia) 1° PREMIO SEZIONE INDIVIDUALE: soggiorno di una settimana per due persone - www.villaggilafrancesca.it ----------------------------------------------------------------------------- 2° PREMIO SEZIONE INDIVIDUALE - RESIDENZA PIANCASALE Sorano (GR) - soggiorno di tre giorni per due persone: www.piancasale.com ---------------------------------------------------------------- 3° PREMIO SEZIONE INDIVIDUALE, P A N D A delizioso ristorante vegetariano nel cuore di Gent (Belgio) - una cena per 4 persone e un giro naturalistico con la barca a remo di Ip Man nei canali di Gent: http://www.viadagio.be/ --------------------------------------------------------------- 4° PREMIO SEZIONE INDIVIDUALE TONGA SOA BEACH RESORT,Isola Sainte Marie - Madagascar - soggiorno di una settimana per due persone: http://www.tongasoabeach.com/Article-Tonga-Soa-Beach-Resort-2,2853.html --------------------------------------------------------------------------------- ALTRI SPONSOR: La Ruota Edizioni - Roma redazione@laruotaedizioni.it - www.laruotaedizioni.it ------------- FUOCOFISSO - Lungo Dora Firenze, 151 - Torino - info@fuocofisso.it - http://www.fuocofisso.it -------------- G.R.A SRL GESTIONI RETI AZIENDALI - NUOVA CART 2000, Via Roma 25 – 14019 Villanova d’Asti (AT) www.gra-srl.com - info@gra-srl.com ---------------------------------------------------------------- CHI DESÌDERA UNIRSI NELLA SPONSORIZZAZIONE DELLA PRÒSSIMA 17° EDIZIONE - ANNO 2019 DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESÌA HAIKÙ IN LINGUA ITALIANA ÈDITO DA CASCINA MACONDO RICHIÈDA INFORMAZIONI ALL'INDIRIZZO: info@cascinamacondo.com ---------------------------------------- THOSE WHO WOULD LIKE TO JOIN IN SPONSORSHIP FOR THE UPCOMING 17TH EDITION - YEAR 2019 OF THE INTERNATIONAL HAIKU CONTEST IN ITALIAN ORGANISED BY CASCINA MACONDO CAN ASK FOR INFORMATION AT: info@cascinamacondo.com --------------------------------------------------------------------------- COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER PER VEDERE GLI SPONSOR CHE SOSTENGONO IL CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU DI CASCINA MACONDO: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1413:sponsor-del-concorso-haiku-2017&catid=102:news&Itemid=90 --------------------------------------------------------------------------------
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - IL SILENZIO, secondo Cervo Zoppo (Sioux)
IL SILENZIO -- (Un uomo Sacro ama il silenzio - A man loves Sacred silence...) ----------------------------------------------- Un uomo Sacro ama il silenzio, ci si avvolge come in una coperta: un silenzio che parla, con una voce forte come il tuono, che gli insegna tante cose. Uno sciamano desidera essere in un luogo dove si senta solo il ronzio degli insetti. Se ne sta seduto, con il viso rivolto a ovest, e chiede aiuto. Parla con le piante, ed esse rispondono. Ascolta con attenzione le voci degli animali. Diventa uno di loro. Da ogni creatura affluisce qualcosa dentro di lui. Anche lui emana qualcosa: come e che cosa io non lo so, ma è così. Io l'ho vissuto. Uno sciamano deve appartenere alla terra: deve leggere la natura come un uomo bianco sa leggere un libro. (Cervo Zoppo - Sioux) --- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - DROUGHT, DROUGHTY
DROUGHT /draʊt/ n. [U][C]s iccità; periodo di siccità: (a drought-ridden region = una regione colpita dalla siccità); (The area suffers from regular droughts = la zona è soggetta regolarmente a periodi di siccità) ------------------------------------------------------------------- DROUGHTY: a. arido; secco. ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




III Edizione Concorso di pittura, fotografia e musica - Casamerica - GENOVA
La Fondazioni Casa America organizza la Terza edizione del Concorso di pittura, fotografia e musica 'Premio Fondazione Casa America'. Il titolo del concorso di questa edizione 2017 è 'Le Americhe: tra sogno e realtà'. Gli artisti sono chiamati a proporre le loro opere (pittura, fotografia, musica) sulle realtà e sui sogni che evocano le Americhe. Nord, Centro e Sud America... Persone, paesaggi, natura, storia, arte, città, memorie, miti, migrazioni... Americhe in Italia... innumerevoli spunti per la sensibilità artistica. Novità di quest'anno è l'aggiunta di una terza sezione, la sezione musicale. I musicisti potranno partecipare al concorso con una canzone inedita. Le opere pittoriche, fotografiche e musicali verranno selezionate da un'apposita Giuria di esperti ed esposte a Genova presso il prestigioso Palazzo San Giorgio, sede della Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure occidentale dal 26 ottobre all'8 novembre 2017. Sul sito della Fondazione (www.casamerica.it) trovate il regolamento del Premio con tutti i dettagli per iscriversi (entro l'11 settembre), una presentazione e una locandina che si può facilmente diffondere via social. Per ogni ulteriore informazione al riguardo contattare la Fondazione al numero 010 2518368 oppure alle email: premio@casamerica.it ---- Fondazione Casa America via dei Giustiniani, 12/4 - 16123 Genova - Tel. 010 2518368 - www.casamerica.it - premio@casamerica.it - info@casamerica.it
torna su




LA CHIAVE di Mariagrazia Giuliani - libro
LA CHIAVE di Giuliani Mariagrazia: Primo premio al concorso internazionale città di Sarzana (La Spezia) 2017 --- Terzo premio al concorso internazionale Mondolibro (Roma) 2016 --- Maruzzella, la cameriera personale della regina Giovanna II, è una giovane intraprendente, furba e animata da grande curiosità. Un giorno si accorge dell’atmosfera misteriosa che ruota intorno a una chiave e decide di indagare. Si imbatterà in feroci intrighi, vergognosi tradimenti e sarà testimone dei fatti gravissimi che accaddero all’epoca nel turbolento Regno di Napoli. Una lettura ideale sotto l’ombrellone. REGALA E REGALATI IL LIBRO. Lo troverai on line alla libreria Neapolis https://www.librerianeapolis.it/libri-84159/83-narrativa/3830-la-chiave-romanzo-mariagrazia-giuliani
torna su




Questa settimana a Radio Fahrenheit
Mercoledì. Universalmente letti, i romanzi di J.R.R. Tolkien (Lo Hobbit e Il signore degli anelli) e quelli del suo amico C.S. Lewis (Le cronache di Narnia), anche grazie a riduzioni cinematografiche di grande successo, sono considerati pietre miliari del fantasy contemporaneo. Ma a cosa devono la loro fama sconfinata? Alessandro Dal Lago “Eroi e mostri” (Il Mulino) ----- Giovedì. Da Stirner a Proudhon, da Kropotkin a Malatesta, questo libro restituisce la complessità del pensiero anarchico, tra diversità e conflitti, tra passaggi irriverenti e libri provocatori. Massimo La Torre ”Nostra legge è la libertà” (Derive Approdi) - LIBRO DEL GIORNO. La prosa tagliente, rarefatta, la spietata onestà, l’allarmante esibizione dei meandri più bui dell’io: sono i tratti essenziali di Jean Rhys, che gettava la vita in pasto ai suoi racconti come chi di vite ne abbia vissute troppe e le disconosca tutte. Jean Rhys “Io una volta abitavo qui” (Adelphi) ----- Venerdì. La storia mai chiusa di tre ragazzi uccisi dal Ku Klux Klan in Mississippi, al tempo del movimento per i diritti civili. L'epidemia di morti per eroina nelle zone ex industriali devastate dall'assenza di lavoro e speranza. Gli omicidi di medici, la paura e la rabbia seminati dalla guerra sull'aborto. E ancora le attese e l'ira dei giorni dell'insediamento di Donald Trump, e i nuovi stili di vita, sesso e affetti della comunità omosessuale. Roberto Festa “L'America del nostro scontento” (Eleuthera) - LIBRO DEL GIORNO. Di Erri e Clementina, in fuga da tutto e al tempo stesso prigionieri dell’isola, Albinati non racconta la storia per intero ma si limita a mostrarci alcune foto, scattate nei vari momenti della loro avventura, da riguardare di nascosto e cancellare in fretta. Cosa ci attrae in una persona appena conosciuta? Perché quello che già abbiamo non ci basta? Che succede all’amore quando va tenuto nascosto? Edoardo Albinati “Un adulterio” (Rizzoli) ------ Ad alta voce. A 150 anni dalla nascita del grande scrittore e drammaturgo italiano Luigi Pirandello, premio Nobel nel 1934 'Per il suo ardito e ingegnoso rinnovamento dell'arte drammatica e teatrale', Mauro Avogadro legge Ad Alta Voce 'Uno, nessuno e centomila'. Alle 17.00 fino al 7 luglio. ------ fahre@rai.it
torna su




Premio Letterario 'Gustavo Pece' 2017
Vi segnalo il Premio Letterario 'Gustavo Pece' 2017, che contempla una sezione dedicata alla poesia haiku. La data di scadenza per partecipare è fissata al 15/07/2017; tuttavia l'invio del materiale può essere effettuato anche tramite email. Pubblicazione GRATUITA per i primi classificati!!! Per info clicca su http://www.laruotaedizioni.it/wp-content/themes/ruotaedizioni/files/SECONDA-EDIZIONE-DEL-PREMIO-LETTERARIO-GUSTAVO-PECE.pdf ----- antoniocontoli@virgilio.it
torna su




CHESSA E BETTEGA danno il via alla ' TORCH RUN' degli SPECIAL OLYMPICS
Ha preso il via nella giornata di lunedì 26 giugno, da piazza Palazzo di Città, davanti al Municipio di Torino, la “torch run” della XXXIII edizione degli Special Olympics, i giochi nazionali estivi dedicati alle persone con disabilità intellettiva, in programma a Biella per la terza e ultima tappa, dal 3 all’8 luglio 2017. ---- Arrivata da La Spezia, la torcia è stata accolta a Torino dal consigliere comunale Marco Chessa – in rappresentanza della Città – e da un testimonial d’eccezione: l’ex calciatore della Juventus Roberto Bettega. Oltre a numerosi atleti, in piazza erano presenti anche Giancarlo Amberti e Alessandra Adducci, rispettivamente direttore e vice direttrice provinciali di Torino per Special Olympics Italia. ---- Chessa, accompagnato dagli atleti, ha quindi corso sino alla sede della Regione Piemonte, in piazza Castello, dove ha consegnato la torcia al tedoforo successivo: l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris. La torcia proseguirà quindi per un percorso di 345,83 km, che toccherà in particolare i territori del Vercellese e del Biellese e attraverserà 82 Comuni, per arrivare a Biella il prossimo 4 luglio. ---- “Le Istituzioni – ha dichiarato Marco Chessa – devono supportare lo sport per persone con disabilità, come sta facendo l’Amministrazione torinese. In questo senso, lo scorso 30 gennaio il Consiglio Comunale di Torino ha approvato una mozione per incoraggiare la pratica sportiva, anche agonistica, tra le persone con disabilità – anche in collaborazione con le Federazioni e il Comitato Paralimpico – e abbattere le barriere architettoniche negli impianti sportivi comunali. E speriamo che presto Torino possa ospitare gli Special Olympics”. ------- I Giochi nazionali estivi Special Olympics saranno il più importante evento del 2017 per atleti con disabilità intellettiva e potranno contare sull'opera di oltre duemila volontari. Le competizioni, dopo le fortunate edizioni del 2008 e del 2012, tornano a Biella, dove si svolgeranno gare di nuoto, bocce, volley, flag rugby, bowling, equitazione, nuoto acque aperte, vela sperimentale, nei principali impianti sportivi della città. Massimiliano Quirico, 346/65.000.11, massimiliano.quirico@comune.torino.it, www.cittagora.it
torna su




GRANDA E SMART. POLITICHE ED ESPERIENZE SMART IN PROVINCIA DI CUNEO
Giovedì 6 luglio, ore 14.30 a CUNEO, presso lo Spazio Incontri Fondazione CRC, Via Roma 15, presentazione del Quaderno 32 'Granda e smart. Politiche ed esperienze smart in provincia di Cuneo', realizzato dal Centro Studi in collaborazione con Fondazione Torino Smart City e Fondazione Torino Wireless. -------- All'incontro interverranno: - Giandomenico Genta, Presidente Fondazione CRC; - Mario Calderini, Advisor Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; - Michele Pianetta, Vicepresidente ANCI Piemonte con delega all'Innovazione; - Laura Morgagni, Direttore Fondazione Torino Wireless; - Giorgio Gallo, Coordinatore della ricerca Granda e Smart per Fondazione Torino Smart City; - Confronto con il pubblico. -------- Per informazioni e conferme di partecipazione: Centro Studi - tel. 0171/452770-4-5 - E-mail: centro.studi@fondazionecrc.it
torna su




Acqua, aria, terra, fuoco – Campocecina sulle Apuane
Il 5-6 agosto 2017 presso il Rifugio CAI Campocecina sulle Apuane… Musica, danze, racconti con Arturo Tlahkuilo Arreola, Yaqui del Messico; a cura di SOCONAS INCOMINDIOS, IL CIGNO, NATURALMENTE ---- Programma. - Sabato ore 15.30: “Alla scoperta di terra, acqua, aria e fuoco nel bosco”, riconoscimento degli Elementi nelle erbe officinali e nell’ambiente secondo l’antica tradizione mediterranea. Uso e Qualità. A cura di Daniela Senese. --- ore 18: Laboratorio per bambini (e non solo): “crea il tuo acchiappasogni”. L’obiettivo è stimolare una maggiore consapevolezza di sé e della realtà attraverso la scoperta di abitudini e credenze appartenenti a popoli e a culture lontane, insieme allo sviluppo di abilità manuali e potenzialità creative. Creeremo insieme un acchiappasogni con materiali naturali e faremo qualche riflessione riguardo al significato attribuito agli acchiappasogni fra le popolazioni native americane e ai miti conosciuti per introdurre una riflessione rispetto alle paure che ognuno porta dentro di sé, nel tentativo di favorire una possibilità di scambio e di conoscenza. A cura di Luana e Tlahkuilo. --- ore 20: Cena con menù tipico messicano (guacamole e nacho, chili con carne, fagioli texmex, insalata dai molti colori, tortillas, dolcezza al cioccolato, bevande e caffé) (Euro 25). --- ore 21.30: “Il canto della terra”. Tlahkuilo ci porterà a seguire un percorso sia cognitivo, sia “sensitivo”, facendoci coinvolgere dalla sonorità delle percussioni, per apprendere danze e ritmi ispirati agli elementi primari, quali terra, aria, acqua e fuoco. In questo “viaggio” in cui saranno particolarmente importanti il ritmo e la gestualità, faremo conoscenza e potremo provare tamburi pele-legno (huehuetz), tamburi terracotta-pele, piccoli strumenti a percussione e a fiato ricavati dalla terracotta, dal legno, dalle zucche, dalle conchiglie e dal bambù disseccato e potremo danzare seguendo gli insegnamenti di Tlahkuilo. Esploreremo anche miti delle culture indigene, in particolare quella degli Aztechi e degli Yaqui. ---------- Domenica, ore 9: Partenza dal rifugio per la località Balzone per visitare le antiche vie di lizza e l'ambiente selvaggio delle Apuane sull'orlo di grandi precipizi. --- Passeggiata di circa 3 ore con Silvano Zaccone del Consorzio 'Il Cigno', Tlahkuilo e Giorgio Bezzi del CAI di Carrara. --- ore 12.30: Pranzo con menù tipico locale (Euro 20) --- ore 15 - 17: “Storie di ieri e di oggi”. Mentre ci rilassiamo sul prato, Tlahkuilo ci racconterà storie della tradizione nativa e ci parlerà anche della realtà contemporanea. ----- Tlahkuilo è uno Yaqui che proviene dalla zona di Sonora, Messico, e ha appreso le tradizioni musicali azteche durante la sua permanenza nell’area di Città del Messico. Con altri danzatori è arrivato in Europa nel 1993, anno internazionale degli indigeni. Attualmente lavora in Toscana, facendo interventi didattici nelle scuole e con bambini portatori di handicap. Raccontare la vita attraverso la poesia, la musica, il canto, la danza dei popoli indigeni del Messico attuale è la sua finalità. ---- Costi: cena Euro 25, pranzo Euro 20, pernottamento in rifugio e prima colazione Euro 20, Pensione completa (comprendente tutto quanto sopra) Euro 60, Bambini fino ai quattro anni gratis, dai quattro agli undici 50%. Spazio per tenda gratuito. Pranzo al sacco o al bar possibile. ---- Chi si vuole fermare più a lungo è il benvenuto (si accordi col gestore) ----- Info e prenotazioni. Tel. rifugio: 0585841972 e mandando, per conoscenza, le informazioni anche a naila.clerici@soconasincomindios.it:
torna su




Consiglieri comunali campioni del riuso con 'Cit ma bun'
Durante la seduta di venerdì 23 giugno della Commissione Ambiente, presieduta da Federico Mensio, alcuni consiglieri comunali di Torino hanno aderito al progetto “Cit ma bun”, presentato nell’occasione da Pier Andrea Moiso, della cooperativa Triciclo, ente che promuove l’iniziativa, con il supporto del Tavolo del Riuso. -- Consigliere e consiglieri hanno ritirato i “box del riuso” che potranno riempire con piccoli oggetti ancora riutilizzabili (“cit ma bun”. “piccoli ma buoni”, appunto), salvandoli dal cassonetto: soprammobili, giocattoli, casalinghi, piccoli elettrodomestici, vasellame, pentole, libri, quadretti, vestiti, ecc. -- Dopo aver ritirato i box pieni, gli operatori di “Cit ma bun” li porteranno quindi all’Ecocentro di via Arbe 12 a Torino, dove saranno controllati e selezionati per dare loro una seconda vita: riuso tramite la vendita nei mercati gestiti dalla cooperativa,riutilizzo tramite la trasformazione nei laboratori (falegnameria, sartoria, riparazione, creazione di oggetti di design, ecc.), corretto smaltimento nei rifiuti, qualora gli oggetti non siano recuperabili. --------- Chiunque può aderire al progetto “Cit ma bun” e diventare un “campione del riuso”, telefonando al 347.783.10.70, oppure inviando una mail all’indirizzo tricicloscs@gmail.com ---------- Massimiliano Quirico, Ufficio Stampa Comune di Torino - 011/011.23.672 - 346/65.000.11 -- massimiliano.quirico@comune.torino.it, www.cittagora.it
torna su




ÈDITO FESTIVAL in PIEMONTE - 1 luglio al Circolo dei Lettori - Torino
ÈDITO è un festival itinerante e il prossimo 1 luglio sarà ospitato al Circolo dei Lettori di Torino, in via Bogino 9. La prestigiosa struttura farà da scenografia a un format particolare, infatti il festival porta sul palco gli editori, con le loro storie, i cataloghi, i libri più venduti, gli autori più amati del panorama piemontese, con un occhio di riguardo per i piccoli, instancabili editori, che più di ogni altro si prodigano per pubblicare libri sul territorio e non solo. --------Tra le novità della manifestazione il pubblico potrà seguire dei brevi laboratori sul mondo dell’editoria dove si potrà “toccare con mano” quello che c’è dietro la preparazione e il lancio di un nuovo libro: come si fa un booktrailer, come si pubblicizza un libro, come si produce la carta, come diventare un autore in Italia... e molti altri argomenti interessanti. --- In alcune tappe si terranno anche dei laboratori per bambini, tenuti da personale specializzato e studiati appositamente per avvicinare i bambini alla lettura. Tra questi citiamo il laboratorio dell’editore Lina Brun sulle lingue straniere, “Per merenda mi mangio un libro” di Cristiana Voglino, “Nativi Matematici” de La Piccolina, sullo studio della matematica in modo divertente e quelli sulla storia della casa editrice Mediares. ------ Il festival è dedicato a tutti coloro che amano i libri, agli addetti ai lavori, agli autori esordienti che potranno incontrare l'editore giusto, ai lettori appassionati che cercano libri di qualità, ai bambini che vivono nelle favole e ai grandi che vorrebbero ancora viverci. ------ La partecipazione del pubblico è gratuita. ÈDITO è un progetto del Comitato Editori Piemonte e di Yume edizioni sito: www.editofestival.it tel 011.0143030 info@editofestival.it sito: www.editofestival.it
torna su




Lutto fra gli ergastolani per la scomparsa di Stefano Rodotà
La morte del Professore Stefano Rodotà ci ha molto addolorato, perché gli uomini ombra (così si chiamano fra loro gli ergastolani) avevano ancora bisogno della sua voce e della sua luce per tentare di cancellare nel cuore degli umani e nel nostro ordinamento giuridico la pena più crudele che un uomo possa dare e ricevere: la condanna alla “Pena di Morte Viva”. Molti non sanno che il Professor Stefano Rodotà, insieme a Margherita Hack, Umberto Veronesi, Franca Rame, Don Andrea Gallo e tanti altri ancora vivi, era uno dei primi firmatari della proposta di iniziativa popolare per l’abolizione della pena dell’ergastolo sul sito www.carmelomusumeci.com ----- Anni fa, anche a nome dei miei compagni, gli avevo scritto questa lettera: “La prigione è un mondo ignoto per tutti quelli che sono liberi e, per fare conoscere ai “buoni” l’inferno che hanno creato e che mal governano, scrivo spesso sulla violenza del mondo carcerario. Sono un 'cattivo, maledetto e colpevole per sempre' destinato a morire in carcere se al mio posto in cella non ci metto qualcun altro, perché sono condannato alla 'Pena di Morte Viva'. Infatti in Italia una legge prevede che se non parli e non fai condannare qualcun altro al tuo posto, la tua pena non finirà veramente mai e non avrai nessun beneficio o sconto di pena, escludendo così ogni speranza di reinserimento sociale. Questa condanna è peggiore, più dolorosa e più lunga, della pena di morte, perché è una condanna di morte al rallentatore, che ti ammazza lasciandoti vivo. Per questo gli ergastolani ostativi non hanno più età, come non l’hanno i morti, perché sono cadaveri viventi. E il nostro dolore è diverso da tutti gli altri prigionieri, perché non c’è neppure un briciolo di speranza in una cella di un uomo ombra. Per questo gli stessi ergastolani, con l’aiuto della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da Don Oreste Benzi, prendendo coscienza della loro situazione hanno deciso di mettere in rete una raccolta di adesioni denominata “Firma Contro L’Ergastolo”, nel sito che porta il mio nome, www.carmelomusumeci.com, perché esistono molti modi per uccidere una persona, ma quello di murarlo vivo in nome del popolo italiano, senza l’umanità di ammazzarlo prima, è uno dei più crudeli. Sapendo del Sua sensibilità sociale abbiamo pensato d’invitarLa ad aderire pubblicamente contro la pena dell’ergastolo.” ----- Molti miei compagni erano scettici sul fatto che una persona così importante come Stefano Rodotà avrebbe aderito ad un’iniziativa che partiva così “in basso” e lo ero anch’io, consapevole che difficilmente un uomo delle istituzioni avrebbe avuto il coraggio di aderire pubblicamente ad una campagna così impopolare e controcorrente. Eppure lui lo fece, subito e senza esitazioni, facendoci così capire che non tutta la società era d’accordo a considerare irrecuperabili per sempre i condannati all’ergastolo. Grazie professore. Buon riposo. (Carmelo Musumeci, Giugno 2017. www.carmelomusumeci.com)
torna su




Mostra di Marionette sulla storia del trasporto ' TURIN CH’A BOGIA' Moncalieri
Fino al 31 agosto è possibile visitare la Mostra di Marionette 'TURIN CH’A BOGIA' Piccola storia del trasporto dal dromedario all’automobile. ----- Augusto e Mariarosa Grilli hanno realizzato dieci vetrine utilizzando i materiali di Teatro di Figura provenienti tutti dalla ricca collezione Grilli. La Mostra è stata allestita e voluta grazie all’interessamento di Paolo Bollero della concessionaria BMW di Moncalieri -Via Moncenisio 8 - inserendola nel contesto AUTOCROCETTA PER L’ARTE e sta riscuotendo un notevole successo. Vi invitiamo quindi a visitarLa per scoprire un mondo fantastico dove le marionette danno vita ad un percorso in mezzo a carretti, biciclette, tricicli, carrozze, tram e automobili realizzati nei minimi particolari per rendere più verosimili i quadri allestiti. Circa 100 marionette ( tutte tra 800 e primi 900 ) sono presenti in questo allestimento e danno vita ai mezzi di trasporto nelle varie vetrine, passando da un dromedario al seguito dei Re Magi, un carretto per il trasloco di Gianduja, al divertente carretto siciliano per passare ad un divertente G12 in Pza S. Carlo, ad una portantina con personaggi torinesi settecenteschi, alla carrozza delle maschere italiane, al tram n°13 per finire nel Salone dell’Automobile alla presenza di Agnelli. ---- Se desiderate essere accompagnati durante la visita tel. 333.6387963. AUGUSTO E MARIAROSA GRILLI
torna su




Presentazione del libro ' La mia guerra di Spagna ' di Mika Etchebéhère - Roma
Mercoledi 28 giugno, ore 18.30 presso la Libreria Fahrenheit 451 – Campo de' fiori 44, Roma - presentazione del libro 'La mia guerra di Spagna' di Mika Etchebéhère. Intervengono: Maria Rosa Cutrufelli, scrittrice - Sergio D’Amia, autore della Postfazione - Pina Sardella, storica - Coordina: Katia Gabrielli. Durante l'incontro, Salvatore Panu con la sua fisarmonica eseguirà canti della guerra civile e della resistenza spagnola. --------- Dopo essere stati a Berlino, testimoni impotenti dell’ascesa di Adolph Hitler nelle elezioni del 1933, Mika e Hippolyte giungono in Spagna perché lì “il popolo combatte in armi per la rivoluzione”. Dopo la morte dell’amato marito, Mika si trova a imbracciare il fucile, vincendo le diffidenze degli uomini e trasformandosi nell’unica donna “capitana” di una colonna militare del POUM, l’organizzazione antifranchista e antistalinista fondata da Andrés Nin. Quaranta anni dopo Mika Etchebéhère racconta questa “sua” storia, da protagonista e da vera scrittrice. E ce la fa rivivere, appassionatamente. ------ Libreria Fahrenheit 451, Tel. e fax – 066875930 - libreriafahrenheit451@yahoo.com
torna su




Patrie Galere senza cuore e senza testa
Dopo cinque anni in regime di tortura del 41 bis, sono stato detenuto nei circuiti di Alta Sicurezza per ben 19 anni. La notizia dell’apertura di un procedimento penale contro l’ex direttore del carcere di Padova per la declassificazione di alcuni detenuti dal circuito di “Alta Sicurezza” a quello di “Media Sicurezza” sulla base delle relazioni degli ispettori del Ministero che due anni fa fecero visita all’istituto, mi ha molto indignato. --- L’Italia è veramente uno strano paese se uno dei pochi direttori illuminati di un carcere viene indagato per avere rispettato la Costituzione e la legge, mi chiedo se, paradossalmente, sia stato inquisito proprio per questo! --- Nessuno però indaga sul “porto delle nebbie” dell’Amministrazione penitenziaria centrale di Roma che ha trasformato le nostre “Patrie Galere” in un inferno dantesco dove ci sono molti detenuti privi di un posto letto regolamentare. Oppure in luoghi dove ci sono prigionieri che si tolgono la vita perché vengono deportati in regioni lontane dai loro affetti. E penso che per alcuni di loro la morte sia l’unica arma che hanno a disposizione per non morire davvero e per dire al mondo “ci siamo anche noi”. --- Nessuno, però, indaga sui molti funzionari dell’Amministrazione penitenziaria centrale di Roma che fanno vivere i detenuti come pezzi di legno accatastati in cantina costringendoli a vegetare nel corpo e nell'anima in nome della sicurezza. Secondo me, sarebbe meglio dire in-sicurezza sociale perché obbliga i detenuti a vivere una non vita come fossero cani ciechi rinchiusi in un canile. Eppure questi funzionari non pagano mai per il loro crimini e non vengono mai inquisiti neppure quando l’Italia è stata condannata dalla Corte europea per atti inumani e degradanti. --- Penso che la società dovrebbe stare più attenta a quello che accade nelle nostre “Patrie Galere” perché il carcere in Italia è un po’ come l’ospedale, dove chiunque ci può finire in un attimo. La società dovrebbe anche sapere che molti prigionieri, dopo anni di angherie e d’ingiustizie, usciranno più cattivi e pericolosi di quando sono entrati. La galera in Italia, purtroppo, non cambia le persone in meglio, ma piuttosto le distrugge. Dentro queste mura t’insegnano spesso a odiare. Nient’altro. Questo è il luogo più diseducativo esistente sulla terra. Spreca la vita dei suoi prigionieri ed il tempo di chi ci lavora senza alcuno scopo. I detenuti hanno tanto tempo libero, ma pochissime opportunità per riempirlo perché sono costretti a fare-a volte perfino a pensare-quello che dicono gli altri. S’invecchia senza vivere. Spesso i prigionieri si sentono in guerra, una guerra sporca e senza regole. Non puoi vincere e lotti solo per continuare a sopravvivere. --- Le nostre “Patrie Galere” senza testa e senza cuore non fanno emergere il senso di colpa perché ben presto il detenuto si accorge che i suoi governanti sono più cattivi di lui. Per gli ergastolani, in particolare, non è facile vivere sapendo che la propria cella diventerà la sua tomba. --- Per me non è facile trasmettere la solidarietà al direttore di una prigione; ma posso dire che l’ex direttore del carcere di Padova è stato, fra tutti quelli che ho incontrato durante un quarto di secolo di carcere, un direttore a cui riconosco di aver fatto il suo lavoro senza dimenticarsi di avere a che fare non con numeri, ma con esseri umani. --- Carmelo Musumeci. Giugno 2017 – www.carmelomusumeci.com
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2018 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.