Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

UN GIORNO E UNA NOTTE AL TEATRO BLU DI BURIASCO-venerdì 23 novembre 2018
Che còs’hanno i detenuti da i... continua.

PRESENTAZIONE DI UN GIORNO E UNA NOTTE A QUATTORDIO - venerdì 30 novembre 2018
Che còs’hanno i detenuti da in... continua.

CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLA 16° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU IN LINGUA ITALIANA
CERIMONIA DI PREMIAZIONE DOM... continua.

riprendiamo il progetto VOLCAEDI
INVITO ai lettori che avev... continua.

“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - S’appende l’uva, di Fabrizio Virgili
S’appende l’uva – / il grid... continua.

“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella- VANTERIA, VARIETÀ DI ESPEDIENTI
VANTERIA: Dopo la battaglia ... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO RANT
TO RANT, to rant /rænt/ v. ... continua.

“LESSICO ITALIANO goccia a goccia” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
RICAMARE, ricamàre / ... continua.


Utenti Frécciolenews

prossima Sesshin di novembre del gruppo zen HOKUZENKO a Cascina Macondo
Sesshin sabato 24 e domenica 2... continua.

Questa settimana a Radio Fahrenheit
MERCOLEDÌ. Un viaggio alla sco... continua.

Corbello di meditazione
Koan: “Il maestro apre la port... continua.

Corbello di meditazione su un misurale di Pietro Tartamella
'Sei lontana da me / fin dov... continua.

IL SOGNO DI RODOLFO SIVIERO – Firenze
Sabato 17 e sabato 24 novembre... continua.

A dicembre online il nuovo sito ioleggoconte.it - Mandateci i vostri video!
Modi di leggere, modi di esser... continua.

SCUOLA di PITTURA – Genova
Viste le numerose richieste, l... continua.

Sono in uscita l’ultimo numero di Direfarescrivere e gli aggiornamenti di Bottegascriptamanent
In uscita il 154° numero di Di... continua.

Workshop di Humor Terapia – Milano
Domenica 18 novembre (ore 10,0... continua.


UN GIORNO E UNA NOTTE AL TEATRO BLU DI BURIASCO-venerdì 23 novembre 2018
Che còs’hanno i detenuti da insegnare alla società civile e ai bambini? I bambini hanno qualcòsa da insegnare ai detenuti? La disabilità ha qualcòsa da insegnare? Poiché le fàvole esòpiche contèngono una “morale”, leggèndo questa antologìa possiamo capire che còsa essi hanno da insegnarci… --- Uno strumento didàttico straordinario da utilizzare con studènti di ogni età! --- “TEATRO BLU” PRESÈNTA: UN GIORNO E UNA NÒTTE - 157 fàvole di comunità - di Piètro Tartamèlla - la Ruòta Edizioni --- PIAZZA ROMA, 3 BURIASCO (TO)- VENERDÌ 23 NOVÈMBRE 2018, ORE 21.00 ----- LETTURE A CURA DEI NARRATORI DI MACONDO (Chiara Airòla Tavàn, Flavio Fascio Pecetto, Giusy Amitrano, Silvana Mèrlo, Silvia Restagno, Piètro Tartamèlla) ------ ingrèsso gratùito - la cittadinanza è invitata -----
torna su




PRESENTAZIONE DI UN GIORNO E UNA NOTTE A QUATTORDIO - venerdì 30 novembre 2018
Che còs’hanno i detenuti da insegnare alla società civile e ai bambini? I bambini hanno qualcòsa da insegnare ai detenuti? La disabilità ha qualcòsa da insegnare? Poiché le fàvole esòpiche contèngono una “morale”, leggèndo questa antologìa possiamo capire che còsa essi hanno da insegnarci… Uno strumento didàttico straordinario da utilizzare con studènti di ogni età! --------------------------- IL COMUNE e il CIRCOLO DEI LETTORI DI PINEROLO INVITANO A: UN GIORNO E UNA NÒTTE - 157 fàvole di comunità - di Piètro Tartamèlla - la Ruòta Edizioni ---------- SALONE DELLE FESTE - VIA DUOMO, 1 - PINEROLO (TO) ------ VENERDÌ 14 DICEMBRE 2018, ORE 17.30 ------- LETTURE A CURA DEL GRUPPO LaAV di TORRE PELLICE (Franco Monticèlli, Giancarla De Ferrari, Pàola Bonvicini, Pàola Grand, Robèrta Comba, Rosanna Dispènza, Terèsa Cànone, Piètro Tartamèlla) ------ CON LA PARTECIPAZIONE DEGLI STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO 'M. CURIE' DI PINEROLO (Arianna, Francesco, Lucrèzia, Mattèo) ----- ingrèsso gratùito - la cittadinanza è invitata ------------ I Narratori di Macondo porteranno gli ascoltatori in un mondo variopinto di favole esopiche le cui morali finali lasceranno un seme di riflessione e di sorriso... ----- dona il 5 x 1000 della tùa dichiarazione dei rèdditi, non còsta nulla, e il velièro di Macondo avanza nel mare di un altro miglio... ------
torna su




CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLA 16° EDIZIONE CONCORSO INTERNAZIONALE HAIKU IN LINGUA ITALIANA
CERIMONIA DI PREMIAZIONE DOMÉNICA 18 NOVÈMBRE 2018 a Cascina Macondo - Borgata Madònna della Róvere, 4 10020 Riva Prèsso Chièri - Torino - Italia ------ Presènti i Giurati, la Redazione di Cascina Macondo, i Sostenitori, gli Autori premiati, la Stampa, il pùbblico interessato ---- La manifestazione è apèrta al pùbblico, prèvia indispensàbile prenotazione a causa dei posti limitati ---- POSSIBILITÀ DI PERNOTTAMENTO prèsso la Foresterìa “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo a còsti di Bed & Breakfast ----- PROGRAMMA: * inizio 14,30 puntuali * lettura ad alta voce intorno al fuòco degli Haikù classificati, a cura del Gruppo I NARRATORI DI MACONDO e del gruppo VÈRBAVÒX * cottura Raku dal vivo dei manufatti prèmio * consegna dei prèmi e dell’antologìa IL TRAM NUMERO QUATTRO * thè, caffè, spicchio di torta per un momento conviviale * tèrmine della manifestazione ore 18,30 circa * durante la manifestazione esposizione della COLLEZIONE DEI LIBRI HAIKÙ della Bibliotèca di Cascina Macondo. Nello spazio Sherasad esposizione dei MANUFATTI RAKU di Cascina Macondo (di Anna Marìa Verrastro e Clèlia Vaudano). -------------------------------------------------------------- PRIMO CLASSIFICATO sezione individuale: Chicchi di riso / Si andava al mulino / Òggi ti spòsi // Fontana Robèrto – Bèrgamo ---------- PRIMO CLASSIFICATO sezione collettiva: silènzio a tàvola – / un secchièllo di fiori / tra me e te / G. Mila gruppo “Viaggi Fuòri dai Paraggi” – Torino)--------------------------- ------------------------ ringraziamenti alla giurìa: Alessandra Gallo, Annètte Seimer, Antonèlla Filippi, Arianna Sacerdòti, Doménico Benedetto, Fabia Binci, Fabrizio Virgili, Fanny Casali Sanna, Òscar Luparia, Piètro Tartamèlla, Tèrry Olivi ---------------------------- ringraziamenti alla giurìa onoraria Ban’ya Natsuishi (Giappone), Danilo Manèra (Italia), David Còbb (Inghiltèrra), Jim Kacian (USA), Visnja Mcmaster (Croazia), Zinovy Vayman (Russia) ------ ringraziamenti agli ENTI SOSTENITORI Villaggio La Francesca www.villaggilafrancesca.it --- Agriturismo Residenza Piancasale www.piancasale.com --- Ristorante Panda http://www.viadagio.be/ --- Tonga Soa Beach Resort http://www.tongasoabeach.com --- La Ruota Edizioni www.laruotaedizioni.it --- Fuoco Fisso http://www.fuocofisso.it --- Gra S.r.l. www.gra-srl.com --- Fondazione Italia-Giappone www.italiagiappone.it --- Circolo dei Lettori www.circololettori.it ---------------- PER I DETTAGLI COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE LINK SUL TUO BROWSER: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1638:risultati-concorso-internazionale-haiku-2018-16d-edizione&catid=102:news&Itemid=90
torna su




riprendiamo il progetto VOLCAEDI
INVITO ai lettori che avevano aderito al progetto VOLCAEDI e a coloro che nel frattempo avessero pensato di aderire --- IL PROGETTO VOLCAEDI (VOlontari della Lettura ad alta voce nei Centri per Anziani E per Disabili) attivato alcuni anni fa, non siamo riusciti a renderlo efficiente e costante. Oggi, avendo un collaboratore che può occuparsene con puntualità e professionalità, è rinata la voglia di renderlo attivo. ---- Sei dunque invitato/a a Cascina Macondo ad un incontro con thè, caffè, merenda sinoira domenica 25 novembre 2018, alle ore 16.00 per parlarne, contare le disponibilità, organizzarci, al fine di rendere il progetto operativo sul territorio (province di TORINO, ASTI, CUNEO) --- Grazie se vorrai confermare la tua presenza. ---- Se non ricordi bene cos’è VOLCAEDI ecco il link per ricapitolare di che si tratta: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1041:volcaedi-volontari-della-lettura-ad-alta-voce&catid=102:news&Itemid=90 ---- Un caro saluto Pietro Tartamella, Annamaria Verrastro, Annette, Antonella, Clelia, Domenico, Fiorenza, Florian, Giusy, Luana, Nagi ----- Cascina Macondo - Associazione di Promozione Sociale MusicarteatroCultureAssociate Cèntro Nazionale per la Promozione della Lettura Creativa ad Alta Voce e Poètica Haikù Borgata Madònna della Róvere, 4 - 10020 Riva Prèsso Chièri (TO) tel. 0039 - 011 94 68 397 - cell. 0039 - 328 42 62 517 info@cascinamacondo.com - www.cascinamacondo.com --- “Lèggere è bèllo come scrìvere, viaggiare, fare l’amore” (Pietro Tartamella) ---- partita iva e còdice fiscale per donare il 5 x 1000: 06598300017 ---- codice IBAN: IT13C0335901600100000013268 per donazioni liberali e contributi sostenitori ---- dona il 5 x 1000 della tua dichiarazione dei redditi, non costa nulla, e il veliero di Macondo avanza nel mare di un altro miglio
torna su




“5-7-5 UNIVERSO HAIKU “ quindicinale a cura di Fabrizio Virgili - S’appende l’uva, di Fabrizio Virgili
S’appende l’uva – / il grido del cardello / sa già di gelo. // (Fabrizio Virgili) ------------------ Questo haiku ha compiuto oggi cinquanta anni. Era il 28 ottobre del ’68. Anno mitico, memorabile, un vero e proprio spartiacque. Da lì è esistito il prima e il dopo. Ho partecipato anch’ io, al ’68. Ma me ne sono accorto dieci anni dopo. Tre mesi di occupazione all’università. C’è gente che “ha fatto il ‘68” e ancora oggi con la chitarra intona “Comandante Che Guevara…”. Bisognerà avvisarli, che è finito, il ’68. E’ rimasta ancorata all’epoca. Tiremm inanz. Oggi è una giornata come allora, il vento fischia tra le canne e sparge lontano il mugolare del cane. L’acqua nel secchio è irritata dalle folate, in superficie. Quella che esce dai rubinetti è nettamente più fredda dei giorni scorsi. La legna è già a fascine, un baluardo, a protezione della cascina dai freddi incombenti. Anche il canto degli uccelli appare più timido. Il verso del cardellino maschio in amore è melodioso e molto vario, al contrario la femmina ha un repertorio scarso e monotono. Non è maschilismo, è la natura che li ha fatti così. Nel borgo passa poca gente, un rapido cenno di saluto e via. La mano regge il cappello, che volerebbe di sicuro. I vecchi appendono l’uva alle travi, già ci sono i pomodori, ma non ancora il lardo e il prosciutto, quelli faranno apparizione dopo Natale, col freddo intenso. (Mi hanno detto di scrivere il nome…gli ordini non si discutono, si eseguono). --- fabrizio.virgili@cascinamacondo.com --- cos’è un Haiku? / un attimo di vita / che si fa verso.
torna su




“UKA SHA SHA ASCOLTANDO I NATIVI AMERICANI” quindicinale a cura di Pietro Tartamella- VANTERIA, VARIETÀ DI ESPEDIENTI
VANTERIA: Dopo la battaglia del Little Big Horn contro il generale Custer erano molti gli indiani che sostenevano di aver uciso "Capelli Lunghi". Ma la moglie di Custer dichiarava che in quel periodo i capelli di Custer erano corti, perché li aveva tagliati. -------------------------------------------------------------- VARIETÀ DI ESPEDIENTI: John Collier, un funzionario americano ammise: "Dal 1870 lo scopo principale degli Stati Uniti fu quello di disperdere le comunità di indiani dalle praterie distruggendone la religione. Forse nessun'altra persecuzione religiosa fu mai altrettanto implacabile, o condotta con altrettanta varietà di espedienti". --- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO RANT
TO RANT, to rant /rænt/ v. i. 1) concionare; declamare --- 2) farneticare; inveire ● to rant and rave = sproloquiare: (She was ranting and raving about her divorce = non la finiva più di sproloquiare sul suo divorzio). ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




“LESSICO ITALIANO goccia a goccia” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
RICAMARE, ricamàre / rikaˈmare/ [arabo raqama ☼ 1354] - SILLABAZIONE: ri–ca–mà–re ------ v. tr. 1) eseguire a mano o a macchina un ricamo (anche assol.): ricamare in bianco, ricamare in seta, ricamare in oro --- 2) (fig.) curare molto la forma, facendo molte correzioni e badando talora eccessivamente ai particolari (anche assol.): ricamare i periodi di un racconto; è un pittore che ricama --- 3) (fig., spreg.) riferire un fatto, un discorso aggiungendo particolari inventati (spec. assol.): mi ha detto dell'incidente ricamandovi sopra con molta fantasia --- La parola è tratta da: lo Zingarelli 2019 Vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarelli Zanichelli editore ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (Le parole sono tratte da: lo Zingarelli 2018 Vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarelli, Zanichelli editore)
torna su




prossima Sesshin di novembre del gruppo zen HOKUZENKO a Cascina Macondo
Sesshin sabato 24 e domenica 25 novembre 2018 a Cascina Macondo. Ritrovo sabato 24 ore 16 --- Sacco a pelo, due tazze, 2 tovaglioli, posata - chi lo ha si porti il cuscino per meditare. Per informazioni e dettagli: maestro Mario Nanmon (mario.fatibene@gmail.com) -------- Vorrei condividere una riflessione di Antonio Tacchino, un praticante della nostra scuola che lavora nel grande parco de La Mandria: ' NEGLI ALBERI VETUSTI SI PUO’ TROVARE IL BUDDISMO ? La senescenza o vetustà è vista dall’uomo come un lento declino delle proprie capacità fisiche e mentali. Gli alberi invece, quando invecchiano acquisiscono un valore ecologico importantissimo per la biodiversità. Un numero elevatissimo di organismi quali vertebrati, insetti, muschi, licheni, funghi sono vincolati, per la loro sopravvivenza all’invecchiamento degli alberi. Paradossalmente più un albero invecchia, più aumenta il suo ruolo chiave nell’ecosistema forestale. In una annosa quercia o salice possono sopravvivere alcune centinaia di specie di coleotteri. Decine di mammiferi e uccelli vi trovano rifugio e nutrimento Le grandi foreste boreali hanno bisogno del legno morto per rigenerarsi; molte specie animali hanno necessità di grandi alberi morti in piedi per compiere il loro ciclo biologico; il suolo si nutre della marcescenza degli alberi per mantenersi fertile. Il lento invecchiamento e decomposizione degli alberi sono il motore che regola la vita di una foresta. Man mano che trascorrono i decenni e i secoli l’albero acquista forme sempre più particolari. Non necessariamente alberi annosi sono sinonimo di straordinaria maestosità, più spesso si tratta di esseri gravemente deperenti, contorti, quasi tormentati da impressionanti fenomeni di caos e disfacimento, spesso squarciati e solcati da ampie cavità e schianti ove la vita e la morte corrono insieme, lentamente, ma inesorabilmente. Quando si ammala o viene colpito da un parassita l’albero non spende energie per curarsi, non rigenera nuove cellule per sostituire quelle ammalate, ma isola la parte indebolita, crea attorno una barriera di protezione. La porzione sana continua a crescere avvolgendo quella malata, divenendo tra loro quasi indistinguibili. Non vi è dualismo E’ come se la malattia venisse semplicemente osservata, l’evento viene lasciato scorrere L’albero non oppone resistenza. Chi entra in una foresta vetusta percepisce il significato del silenzio. Non si è oppressi dalla sofferenza della solitudine, perché quest’ultima non si presenta come “isolamento” da qualcosa o da qualcuno ma diviene valore da perseguire, da ricercare come espressione profonda della propria esistenza. In una foresta primigenia non regna l’ordine ma il caos e da esso sgorga l’essenzialità: qui non vi è posto per nessun evento banale! Sembra paradossale, ma gli alberi raggiungono età considerevoli in contesti difficili e ostili: creste ventose e rocciose, quote elevate, ove il nutrimento è scarso e tutto è rallentato. E’ un messaggio esplicito: per vivere abbiamo bisogno di poco. Chi si nutre con avidità e ingordigia è destinato a perire molto prima La vita autentica si nutre di Essenzialità Il portamento a volte maestoso e monumentale muta in sostanza infinitamente decomposta rientrando in circolo nel terreno e trasformandosi in nuovi esseri viventi. E’ un lungo e lento processo di trasformazione. Una quercia secolare può vivere anche per novecento anni e per decomporsi completamente possono essere necessari anche novanta - cento anni. In questo lunghissimo tempo tutto si trasforma: non vi è un inizio né una fine. Se anche l’uomo avesse consapevolezza che la vita e la morte sono semplicemente processi di trasformazione, se noi tutti non fossimo così incatenati alla presunzione che la nostra esistenza è indissolubilmente legata all’aspetto corporale, allora potremmo comprendere appieno il valore dell’Immortalità, quella autentica, quella che la Natura ci offre come dono. Antonio ------ Per Hokuzenko A
torna su




Questa settimana a Radio Fahrenheit
MERCOLEDÌ. Un viaggio alla scoperta della luce che anche i bagliori autunnali emanano, illustrato dai dipinti dedicati all’autunno dai grandi pittori, da Monet a Gauguin, da Van Gogh a Schiele. Duccio Demetrio “Foliage” (Raffaello Cortina). --- Libro del giorno. Nella primavera del 1482, Leonardo da Vinci arriva a Milano per dedicarsi a infinite attività: progetti di irrigazione per le campagne, stupefacenti scenografie animate per le feste di corte, opere di pittura come il ritratto della Dama con l'ermellino, donna affascinante e inquieta di cui diviene intimo amico. Ma soprattutto, Leonardo ha ricevuto da Ludovico il Moro l'incarico di creare un monumento equestre per il padre Francesco Sforza, e ha accolto la sfida decidendo di superare tutti: progetta un cavallo rampante in bronzo che sarà alto più di 7 metri. Ma una notte, mentre a lume di candela lavora a questo grandioso progetto, qualcuno bussa alla sua porta. Marco Malvaldi “La misura dell’uomo” (Giunti) ---------- GIOVEDÌ. Che aspetto aveva il mondo visto da uno dei primi Homo sapiens? Com’era il cielo che Galileo scrutava col suo telescopio? Che cosa videro gli astronauti dell’Apollo 8 quando entrarono nel campo gravitazionale della Luna? Perché siamo stregati dal sorriso enigmatico di Monna Lisa? Mark Cousins “Storia dello sguardo” (Il Saggiatore). --- Libro del giorno. Il nuovo romanzo di Jonathan Coe: un quadro molto comico, ma anche molto serio, della vita pubblica e privata in Gran Bretagna, dal 2010 al 2018. Del pubblico, copre le elezioni del primo governo di coalizione di tutta la storia britannica, le rivolte violente del 2011, i Giochi olimpici del 2012 e, naturalmente, il tellurico referendum per la Brexit del 2016. Del privato, mostra come questi eventi impattino sulle vite dei Trotter, una tipica famiglia delle Midlands inglesi. Jonathan Coe “Middle England” (Feltrinelli). ---------- VENERDÌ. Un ideale museo della lingua italiana e attraversare, pagina dopo pagina, una storia fatta di parole ma anche di oggetti da cui sprigionano suoni, colori, profumi, rumori, emozioni, ricordi, sapori. Giuseppe Antonelli “Il museo della lingua italiana” (Mondadori). --- Libro del giorno. Ted Hughes e Sylvia Plath, la coppia «maledetta» della letteratura moderna, segnata dal suicidio di Sylvia a soli trent’anni nel 1963, ha ispirato ogni sorta di speculazioni e mitizzazioni sulla fragile martire e il suo brutale carnefice. In questo romanzo Connie Palmen dà voce a Ted Hughes e fa raccontare a lui – il poeta, il marito, l’uomo che non può smettere di interrogarsi sulle proprie colpe ma che ha sempre mantenuto un religioso silenzio sulla moglie perduta – la sua verità. Connie Palmen “Tu l’hai detto” (Iperborea) ---------- fahre@rai.it
torna su




Corbello di meditazione
Koan: “Il maestro apre la porta, ma tocca all'allievo il compito di varcarla.” ------- Per entrare / o uscire? Sulla / porta / spalancata, incerta / e basculante / resta la risposta / Tra cielo e terra / m’insegnerà / l’albero / con radici / e fronde / a saper / stare // (Mariagrazia Dèssi)
torna su




Corbello di meditazione su un misurale di Pietro Tartamella
'Sei lontana da me / fin dove giunge / la palla calciata / da un bimbo di quattro anni'// -------------------- Ti saprei qui, / se non fosse che / palla / pallina prima giunge / a me, a mangiare / pane e formaggio, / poi, con chilena* / do pequeno * / Pelè,va / a bere acqua / di mare / Tra foche / e Olè... // (Mariagrazia Dèssi) ------------- *chilena: rovesciata (gesto atletico per calciare il pallone al volo) *do pequeno (portoghese): del piccolo
torna su




IL SOGNO DI RODOLFO SIVIERO – Firenze
Sabato 17 e sabato 24 novembre 2018, doppia replica ore 10:45 e ore 15:45, a FIRENZE, visita spettacolo per il Museo Casa Siviero (Lungarno Serristori 1-3), con Stefano Parigi, regia Marco Di Costanzo, produzione Teatro dell'Elce ---- Il sogno di Rodolfo Siviero è contemporaneamente un percorso all'interno della omonima casa-museo e un viaggio che si dipana sul filo della memoria e delle riflessioni del cosiddetto “007 dell'arte”. Il Teatro dell'Elce condensa in questa visita in forma di spettacolo il distillato di un lavoro di ricerca sulle principali pubblicazioni dedicate a Siviero e, in particolare, sui suoi diari inediti. Dal flusso di pensieri e parole di un'ombra “condannata all'insonnia eterna”, affiorano le immagini ricorrenti nelle riflessioni di Siviero: i tormenti di un giovane ambizioso, la leggerezza della passione amorosa, l'avversione al potere della burocrazia italiana, l'amore per le opere recuperate, l'attività clandestina e i resoconti sulla gigantesca opera di rapina dei nazisti a danno del patrimonio artistico italiano durante la Seconda Guerra Mondiale. ------ Ingresso gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti (max. 20 persone per replica). Info e prenotazioni: 346 6398375, organizzazione@teatrodellelce.it
torna su




A dicembre online il nuovo sito ioleggoconte.it - Mandateci i vostri video!
Modi di leggere, modi di essere. Il nuovo sito del Cepell ioleggoconte.it – la messa on line è prevista intorno alla metà di dicembre – sarà un viaggio alla scoperta dei libri e dei loro lettori nella fascia d'età 0-20. ------- Ogni settimana vi forniremo notizie – anche di stretta attualità – che riguardano il mondo della lettura, con uno sguardo rivolto alle nuove generazioni e ai nuovi linguaggi. Il sito intende promuovere e diffondere il piacere di leggere fornendo una serie di indicazioni utili a stimolare l’approccio alla lettura ad alta voce e alla letteratura per competenze, divulgando sperimentazioni per l’elaborazione di percorsi di studio e formazione e suggerendo percorsi per fasce d’età. E tu, vuoi raccontarci la tua esperienza di lettore con i bambini o il libro che ti ha cambiato la vita? Mandaci un video di 1 minuto, anche realizzato con lo smartphone, all’indirizzo redazione@ioleggoconte.it www.cepell.it
torna su




SCUOLA di PITTURA – Genova
Viste le numerose richieste, l’Associazione Culturale SATURA ha deciso di far partire una nuova classe per adulti del Corso di Pittura, presso la sua sede di Palazzo Stella in Piazza Stella 5/1, GENOVA. Il corso della durata di due mesi, a cadenza settimanale, si tiene il mercoledì dalle 17:30 alle 19:30. Per quanto riguarda la possibilità di concordare giorni o orari differenti da quelli indicati, si prega di contattare la segreteria. ----- Il corso è rivolto a tutti coloro che amino la pittura, siano essi principianti o già formati in ambito artistico, che intendano migliorare la propria tecnica. La docente, infatti, durante le lezioni, si impegna a seguire gli allievi personalmente, a seconda del loro livello di competenza, fornendo consigli adeguati e garantendo una preparazione ad hoc, che consentirà a ognuno di vedere valorizzate le proprie qualità. ----- Sono stati attivati, inoltre, una serie di workshop dedicati alle principali tecniche pittoriche (acrilico, olio, pastelli, acquarello), in due versioni: per adulti e per bambini. Tutti i workshop si svolgono nell'arco di un solo giorno, il sabato, ed hanno una durata di 4 ore ciascuno, dalle 15:00 alle 19:00. Al termine di ogni laboratorio, i partecipanti potranno portare a casa un piccolo elaborato finito. ----- Il Docente: Alessia Lisenko , originaria di San Pietroburgo, dove ha studiato arte e si è laureata in design, si è trasferita in Italia per affinare ulteriormente gusto e tecnica, fino ad arrivare ad essere, oggi, un punto di riferimento riconosciuto nel panorama artistico contemporaneo. Lisenko, infatti, ha saputo coniugare la preparazione e l'esperienza della scuola russa con il gusto italiano, grazie alla sensibilità per la pittura maturata attraverso lo studio approfondito delle nostre eccellenze. ----- Posti limitati: è gradita la preiscrizione. ----- Info ed iscrizioni tel. 010 2468284 o 366 5928175 nell'orario di apertura, dal martedì al venerdì dalle ore 9:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 e il sabato dalle ore 15:00 alle 19:00, o scrivere a info@satura.it
torna su




Sono in uscita l’ultimo numero di Direfarescrivere e gli aggiornamenti di Bottegascriptamanent
In uscita il 154° numero di Direfarescrivere e gli aggiornamenti di Bottegascriptamanent (numero 134°). ----- Segnaliamo particolarmente i due articoli di apertura: Su Direfarescrivere: Per Guida Editori, Assunta Petrosillo presenta un lato inedito di Maria Maddalena d’Austria, una sovrana amante del teatro, di Gilda Pucci. ----- Su Bottegascriptamanent: Da Erga Edizioni, un’interessante raccolta di Salvatore D’Ascenzo in cui ci si interroga sulla natura umana, di Giuseppe Chielli ----- Per informazioni info@bottegaeditoriale.it www.bottegaeditoriale.it
torna su




Workshop di Humor Terapia – Milano
Domenica 18 novembre (ore 10,00-18,00), a MILANO, presso l’Accademia del Comico, Via Cucchiari 25, workshop di Humor Terapia: PSICOUMORISMO DELLA VITA QUOTIDIANA ---- Principi, funzioni e applicazioni dell’umorismo per il benessere personale e relazionale. Scoprire e gestire gli aspetti paradossali delle piccole e grandi tragedie della vita attraverso tecniche e strategie umoristiche e autoironiche. ----- info e iscrizioni: RINO CERRITELLI, tel. 3334408793, humorterapia@rinocerritelli.com
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2020 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.