Se non visualizzi bene questa mail premi qui.
Se vuoi visualizzare l'archivio newsletter premi qui.
Your Company
Staff Macondo

FRECCIOLENEWS AUGURA BUONE FESTE
Buon Natale dunque e Buon Anno... continua.

progettazione CALENDARIO 2019 per le presentazioni di UN GIORNO E UNA NOTTE
STIAMO STILANDO UN CALENDARIO ... continua.

aperta la campagna tesseramento 2019 Soci Haicom Cascina Macondo
Molte cose stanno cambiando a ... continua.

promemoria per l'appuntamento del prossimo gennaio con la LETTURA CREATIVA AD ALTA VOCE IN UN WEEK-END- sabato e domenica 12 e 13 GENNAIO 2019
LETTURA CREATIVA AD ALTA VOCE ... continua.

“GOODMORNING POESIA ORE 7” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - IL CIRCO ROSSO (Favola inventata dai dambini della 1° A Scuola Elementare De Amicis - Torino)
IL CIRCO ROSSO: C'er... continua.

“ERBA MANENT” quindicinale di erbe, frutti e piante a cura di Antonella Filippi - SCORZONERA, CHI E’ COSTEI? (seconda e ultima parte)
Alcune ricette: SCORZONERA CON... continua.

OrtolìneaCM - Accentazione Ortoèpica Lineare a cura di Fiorènza Alineri: “La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” di Ransom Riggs
Seguèndo il chiarore svoltài l... continua.

“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO DIM
TO DIM , to dim /dɪm/ ... continua.

“LESSICO ITALIANO goccia a goccia” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
DISMORFOFOBIA, dismorfofobìa /... continua.


Utenti Frécciolenews

Corbello di meditazione
Koan: 'Il primo tesoro è l'amo... continua.

Corbello di meditazione su un misurale di Pietro Tartamella
“Sei lontano da me / come il... continua.

Questa settimana a Radio Fahrenheit
MERCOLEDÌ. Dall'orizzonte conc... continua.

Torino preziosa di Massimo Centini si fa in tre: da oggi disponibile anche in inglese e francese
'Torino preziosa' si fa in tre... continua.


FRECCIOLENEWS AUGURA BUONE FESTE
Buon Natale dunque e Buon Anno Nuovo! Che dietro l'angolo del 2019 ci siano cose buone per tutti voi, e per tutti noi. Ci rileggeremo dopo l'Epifania. Un affettuoso saluto dallo staff Cascina Macondo.
torna su




progettazione CALENDARIO 2019 per le presentazioni di UN GIORNO E UNA NOTTE
STIAMO STILANDO UN CALENDARIO di presentazioni del libro UN GIORNO E UNA NOTTE - 157 FAVOLE DI COMUNITA' per l'anno 2019. Chi fosse disponibile e interessato a presentare il libro in luoghi che ritiene opportuni (scuole, librerie, biblioteche, centri culturali, case di quartiere, case private, università, bocciofile, ospedali...) scrivere a: info@cascinamacondo.com ---- GRAZIE!
torna su




aperta la campagna tesseramento 2019 Soci Haicom Cascina Macondo
Molte cose stanno cambiando a Cascina Macondo dopo più di 25 anni di attività. L'obiettivo ora è di dare corpo all'idea di 'Associazione' che significa un gruppo di persone legate da interessi conuni e condivisi che si frequentano e si incontrano per realizzare progetti e attività. Occorre essere soci HAICOM CASCINA MACONDO per far parte di questo gruppo di persone. La tessera annuale, individuale, ha un costo di euro 15. (Ferma restando la possibilità, per chi può e lo desidera, di dare contributi maggiori come Socio Sostenitore). Ci sono dei vantaggi ad essere socio Haicom Cascina Macondo: i SOCI HAICOM CASCINA MACONDO possono partecipare A TUTTE LE ATTIVITà DELL'ASSOCIAZIONE, possono partecipare al Concorso Internazionale Haiku di Cascina Macondo ---- riceveranno via e-mail la tessera “Socio Haicom Cascina Macondo” per l’anno in corso ---- riceveranno settimanalmente via e-mal in formato .pdf la newsletter Frecciolenews appositamente dedicata ai Soci ---- possono inviare n° 10 haiku pubblicabili su Frecciolenews ---- possono partecipare alla creazione settimanale della newsletter segnalando libri, haiga, concorsi letterari, inviare cartoline Haipomacò e notizie varie di interesse comune ---- avranno lo sconto del 10% sull’utilizzo della Foresteria “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo, sui libri di Cascina Macondo acquistati in sede, sull’affitto della struttura Macondo nel caso volessero proporre corsi e stage, sui corsi e i laboratori di Cascina Macondo, sui manufatti in ceramica e l’oggettistica esposta nello spazio 'Sharazade' --- possono postare i propri haiku nella home page del nostro sito (sezione haiku del giorno) ---- possono partecipare ai nostri convegni, conferenze, incontri, dibattiti, aggiornamenti sulla poetica haiku e ogni altra iniziativa che viene programmata -------- VOGLIAMO INSOMMA CREARE UNA COMUNITA' CAPACE DI REALIZZARE POLITICHE CULTURALI EFFICACI. Sei invitato a diventare Socio Haicom Cascina Macondo. Il tuo contributo di euro 15 all'anno farà la differenza.
torna su




promemoria per l'appuntamento del prossimo gennaio con la LETTURA CREATIVA AD ALTA VOCE IN UN WEEK-END- sabato e domenica 12 e 13 GENNAIO 2019
LETTURA CREATIVA AD ALTA VOCE IN UN WEEK-END - PROSSIMO APPUNTAMENTO: SABATO 9 E DOMENICA 10 MARZO 2019 con Pietro Tartamella ----------------- IL SAGGIO FINALE DEGLI ALLIEVI PRESSO UN CENTRO PER ANZIANI, PER DISABILI, O IN UNA SCUOLA ---------- Gli allievi apprendono le tecniche di lettura in due giornate intense di lavoro per metterle subito in pratica intrattenendo, da lì a qualche giorno, con le loro storie, un pubblico di ragazzi disabili, o di anziani, o di bambini di scuola elementare, regalando loro un momento di magia e divertimento ------- riscoprire il puro suono della parola, stimolare il piacere di parlare e leggere ad alta voce, eliminare paure e inibizioni nell’espressione ad alta voce del proprio pensiero, stimolare un abbellimento della personalità, correggere, o almeno sdrammatizzare, piccoli difetti logopedici, riscoprire la lingua che parliamo, rendere affascinante e coinvolgente la lettura di un racconto, una poesia, una favola, una relazione, scoprire la propria voce e le sue potenzialità ----------- Il numero massimo di partecipanti ammessi ad ogni singolo corso - per nostra buona e consueta abitudine - tende a non superare la consistenza uovo (una dozzina)” ----- E se qualcuno venisse da lontano, nessun problema, c’è la possibilità di pernottare presso la Foresteria “Tiziano Terzani” di Cascina Macondo, a fronte di un contributo della consistenza di un Bed and Breakfast ---------------- Per informazioni dettagliate copia e incolla il seguente link sul tuo browser: http://www.cascinamacondo.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1475:lettura-creativa-ad-alta-voce-in-un-week-end&catid=102:news&Itemid=90 –----- cell. 328 42 62 517.
torna su




“GOODMORNING POESIA ORE 7” quindicinale a cura di Pietro Tartamella - IL CIRCO ROSSO (Favola inventata dai dambini della 1° A Scuola Elementare De Amicis - Torino)
IL CIRCO ROSSO: C'era una volta un clown / che giocava con un birillo di legno. / Lo faceva saltare in aria. / Poi faceva saltare in aria una pallina colorata, / e la riprendeva. / Il cuore del clown batteva forte perché era vero. / Era emozionato, era felice. / Andò in un circo rosso / per far vedere com'era bravo. / Giocò con un pallone nero e giallo. / Il suo cagnolino bassotto / gli correva sempre intorno. / Il clown fece però un errore: la pallina stava / per cadere per terra, / ma il cagnolino la prese e gliela rilanciò. / Il clown continuava a far saltare la palla. / Il pubblico sorrideva. / Una donna bionda gridava: "Sei bravo, sei bravo!" / Un coniglietto saltò fuori dal cappello / e si mise a giocare con il cane. / Il clown giocava con la giraffa. / La pallina finì sul naso della foca. / Una tigre voleva mangiare il coniglietto. / Il leone voleva mangiarsi il cagnolino. / Tutti avevano fame. / Arrivò una pietra magica che fece saltare fuori / un coccodrillo che voleva / mangiare la tigre e il leone. / Un gatto ballava e faceva miau miau. / Arrivò un topo. / Tutti scapparono via nelle loro tane, e si mangiarono un po' d'erba ------- Favola inventata dai dambini della 1° A Scuola Elementare De Amicis - Torino - Laboratorio Affabulazione - Cascina Macondo - Antonio, Francesca, Rossella, Veronica, Stefania, Nicolò, Adele, Danilo, Badr, Giulia, Lili, Salma, Nino, Stefano, Virginia, Simone C, Simone P, Roberto --- pietro.tartamella@cascinamacondo.com
torna su




“ERBA MANENT” quindicinale di erbe, frutti e piante a cura di Antonella Filippi - SCORZONERA, CHI E’ COSTEI? (seconda e ultima parte)
Alcune ricette: SCORZONERA CON SALSA AL PROSCIUTTO: (800g di scorzonera,2 cucchiai di aceto,succo di mezzo limone,mezzo litro d’acqua,sale. Per la salsa:125g prosciutto cotto,30g di burro,30g di farina,250cc di latte,250cc di acqua di cottura della scorzonera,sale,noce moscata.Sbucciate o raschiate la scorzonera in acqua corrente. Mettetela a bagno in una terrina con acqua e l'aceto per evitare che si scurisca;poi tagliatela a bastoncini lunghi 5 cm.Portate a ebollizione in una casseruola l'acqua con il sale e il succo di limone.Buttatevi dentro la scorzonera che cuocia per mezz'ora a fuoco moderato, poi scolatela e conservate un quarto dell'acqua di cottura. Per la salsa: tagliate il prosciutto a listarelle sottilissime. Fate fondere il burro in una casseruola,buttatevi dentro la farina e,mescolando sempre, lasciatela imbiondire per 2 minuti. Diluitela pian piano con l'acqua di cottura e il latte,mescolando continuamente per evitare che si formino dei grumi. Fate cuocere la salsa per 5 minuti,unitevi il prosciutto e insaporitela con sale e noce moscata. Incorporate alla salsa la scorzonera, fatela riscaldare per 3 minuti senza farla più bollire e servitela poi in una terrina di ben riscaldata --- SCORZONERA FRITTA: 800g di scorzonera,un bicchiere di aceto, 2,5 litri d’acqua, sale. Per la pastella: 200g di farina, pizzico di sale, 2 uova, 250cc di latte,un cucchiaino di olio extravergine d’oliva. Per friggere usate olio extravergine,che ha il punto di fumo più alto ed evita la formazione di composti cancerogeni (come l’acroleina) durante la frittura. Mescolate in una terrina due litri d'acqua con l'aceto. Raschiate sotto acqua corrente la scorzonera e mettete subito ogni radice nell'acqua acidulata con l'aceto, dopo averla tagliata in due o tre pezzi. Fate bollire in una casseruola la rimanente acqua con una buona presa di sale. Levate i pezzi di scorzonera dalla terrina e immergeteli nell'acqua bollente. Lasciateli cuocere per 20 minuti e scolateli poi con una schiumarola. Disponete la farina in una terrina,unitevi una presa di sale,l'olio e le uova. Amalgamate bene tutti gli ingredienti,aggiungendo pian piano il latte,finché otterrete una pastella liscia e omogenea. Riscaldate bene l'olio in una casseruola, girate i pezzetti di scorzonera,pochi alla volta, nella pastella,immergeteli nell'olio bollente e friggete per 4 minuti. Toglieteli poi con una schiumarola e scolate l'unto di cottura su carta assorbente. Serviteli subito. Chi vuole può aggiungere alla pastella 60gr. di parmigiano grattugiato e usare al posto del latte birra oppure sidro. ----- SCORZONERA IN INSALATA: 500g di scorzonera,300g di arrosto di manzo, 200g di fagiolini,3 carote,5 cucchiai di aceto,acqua,sale. Per il condimento: un bicchiere di brodo di dado vegetale,4 cucchiai di olio extravergine d’oliva,3 cucchiai di aceto,1 cucchiaio di senape,un mazzetto di prezzemolo,un pizzico di zucchero,sale e pepe. Raschiate la scorzonera,lavatela e tagliate ogni radice in due o tre pezzi, mettendoli in acqua fredda acidulata con tre cucchiai d'aceto. Fate bollire in una casseruola un litro d'acqua con il rimanente aceto e una manciatina di sale. Immergetevi la scorzonera e lasciatela cuocere per 20 minuti a fuoco lento e a recipiente coperto. Pulite,lavate i fagiolini e spezzettateli. Portate a ebollizione in un'altra casseruola mezzo litro d'acqua,salatela leggermente e buttatevi dentro i fagiolini, lasciandoli cuocere per 20 minuti. Raschiate,lavate le carote, affettatele finemente e fatele cuocere in acqua bollente salata,per 15 minuti. Tagliate l'arrosto a striscioline. Scolate su un setaccio tutta la verdura cotta tagliata a striscioline e mescolatela in una insalatiera con l'arrosto. Per il condimento,amalgamate in una scodella il brodo di dadi con l'olio,l'aceto e la senape. Aggiungete sale,pepe,zucchero.Tritate il prezzemolo e unitelo al condimento.Irrorate con la salsa preparata e lasciate riposare mezzora in frigo - antonella.filippi@cascinamacondo.com
torna su




OrtolìneaCM - Accentazione Ortoèpica Lineare a cura di Fiorènza Alineri: “La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” di Ransom Riggs
Seguèndo il chiarore svoltài l’àngolo e mi ritrovài in una pìccola stanza. Una parte del soffitto èra crollata e la luce del giorno si posava su un mucchio di tàvole di parquet rotte e còcci di vetro, cùi si levava in spirali una pólvere limacciosa. Qua e là èrano sparsi pèzzi di moquette, sinistramente sìmili a brandèlli di carne essiccata. Al di sotto sentivo uno scalpiccìo di zampette: qualche roditore che viveva nel buio sopravvissuto all’implosione del sùo mondo. In mèzzo a tutto questo troneggiava il baùle spaccato. Tutt’intorno èrano disseminate le fòto. Sembràvano tanti coriàndoli. Mi feci strada con cautèla, schivando schegge e chiòdi arrugginiti che spuntàvano dalle assi. Mi inginocchiài a recuperare il recuperàbile. Mi sentivo un soccorritore mentre pescavo volti tra le macèrie, spazzando vìa i pèzzi di vetro e legno fràdicio. Una parte di me voleva sbrigarsi – da un momento all’altro il soffitto poteva crollarmi addòsso -, però non riuscivo a sméttere di guardarli. A una prima occhiata, parévano le tìpiche fòto da vècchio album di famiglia. Giòchi in spiaggia, persone sorridènti in veranda, panorami dell’ìsola e un mucchio di bambini, da soli o a còppie; c’èrano istantànee, ma anche ritratti posati davanti a un fondale, con i pìccoli che stringévano fra le mani bàmbole dagli òcchi inespressivi, come nello studio del fotògrafo di un qualche squàllido grande magazzino di fine sècolo. --- (Ransom Riggs) --- fiorenza.alineri@cascinamacondo.com
torna su




“LESSICO INGLESE goccia a goccia – ENGLISH LEXICON drop by drop” - settimanale a cura di Pietro Tartamella - TO DIM
TO DIM , to dim /dɪm/ A) v. t. 1) oscurare; abbassare (l'intensità luminosa): (The lights of the theatre were dimmed = le luci del teatro erano state abbassate) --- 2) offuscare, velare (gli occhi, la vista): (eyes dimmed with tears = occhi velati dalle lacrime) --- 3) (fig.) attenuare, affievolire (sentimenti, prospettive, speranze, ecc.): (It seemed nothing could dim their enthusiasm = sembrava che niente potesse attenuare il loro entusiasmo) --------------------------- B) v. i. 1) (della luce) oscurarsi, abbassarsi --- 2) (di occhi, vista) offuscarsi --- 3) (di ricordi, speranze, ecc.) affievolirsi --------------------- ● (autom.) to dim the lights (o the headlights)= abbassare (o commutare) le luci (o i fari di profondità); mettere gli anabbaglianti ----------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com --- (i vocaboli sono tratti dal Dizionario inglese/italiano – italiano/inglese “Ragazzini” - Zanichelli editore. Il dizionario Ragazzini contiene anche la fonetica delle parole inglesi e, nel cd-rom, la pronuncia sonora di tutti i lemmi inglesi: http://dizionari.zanichelli.it/dizionariOnline)
torna su




“LESSICO ITALIANO goccia a goccia” - settimanale a cura di Pietro Tartamella
DISMORFOFOBIA, dismorfofobìa / SILLABAZIONE: di–smor–fo–fo–bì–a / dizmorfofoˈbia/ [comp. di dis- (2), morfo- e -fobia ☼ 1891] - s. f. ● (psicol.) timore ossessivo di manifestare deformità fisiche || diṣmorfofòbico, agg. (pl. m. -ci); anche s. m. (f. -a) nel sign. 2 --- 1 relativo a dismorfofobia --- 2 che (o chi) soffre di dismorfofobia ---------- pietro.tartamella@cascinamacondo.com -------- (Le parole sono tratte da: lo Zingarelli 2018 Vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarelli, Zanichelli editore)
torna su




Corbello di meditazione
Koan: 'Il primo tesoro è l'amore, il secondo la frugalità, il terzo non mettersi mai al primo posto' --- Proverbio:“Il primo amore non si scorda mai” --------------- Mio malgrado / sono al primo / posto / perché è di me che mai / mi scordo. A volte / ci provo, ma dopo / mi viene fame / di cibo e altro / amore / Quel bel figo / in foto / è dunque / terzo // (Mariagrazia Dessi)
torna su




Corbello di meditazione su un misurale di Pietro Tartamella
“Sei lontano da me / come il taglio dei capelli / è lontano / da un figlio dei fiori” // ---------------------- Quale / sia la distanza / lo sa / solo Dio. Ché i figli / dei fiori ad oggi / incontrati sono / tutti di papà / Non il mio / E vanno / scorrazzando / nei campi / in moto / e a parrucca // (Mariagrazia Dessi)
torna su




Questa settimana a Radio Fahrenheit
MERCOLEDÌ. Dall'orizzonte conchiuso dal nastro del Grande Raccordo Anulare di Roma nelle campagne di Mostacciano, all'America piena di possibilità del grande Gatsby nelle campagne del New Jersey, la formidabile ascesa di un giovane uomo per cui le cose dette, lette, viste e assaggiate stanno tutte insieme nella memoria, nel presente, nel futuro, nell'incanto e nella carne. Alessandro Giammei “Una serie ininterrotta di gesti riusciti. Esercizi su «Il grande Gatsby» di F. Scott Fitzgerald” (Marsilio) --- Libro del giorno. «Lo senti il rumore di questa carezza? Lo so che avverti il tocco, il passaggio lieve della mia mano sull’incavo del fianco, dal basso verso l’alto affinché la leggerezza sia bilanciata dal contropelo. Lo so che senti il movimento dei polpastrelli e del palmo, anche se hai gli occhi chiusi e il mezzo sorriso che ti increspa le labbra quando capisci i miei pensieri e ascolti le mie parole sussurrate.» Maurizio De Giovanni “Vuoto. Per i bastardi di Pizzofalcone” (Einaudi) ------- GIOVEDÌ. Che cosa raccontava la nutrice al piccolo Cicerone prima di metterlo a letto? Quali barzellette circolavano nelle botteghe dei barbieri di Atene? Nell’antichità, esattamente come oggi, nella vita di tutti erano presenti fiabe, facezie, fake news. Soltanto in pochissimi casi, tuttavia, questa “letteratura orale”, considerata triviale e poco seria, è riuscita ad approdare alla pagina scritta, e spesso solo sotto forma di allusioni. Tommaso Braccini “Lupus in fabula” (Carocci). --- Libro del giorno. Dopo quasi quarant’anni di onorata carriera nella polizia, Michele Balistreri è andato in pensione. Il suo corpo e la sua mente portano addosso le cicatrici di una vita densa e dolorosa. Ma neanche adesso c’è pace per lui: l’ex commissario dovrà aiutare il suo storico vice a condurre quella che forse sarà la sua ultima indagine. Roberto Costantini, “Da molto lontano” (Marsilio). ------- VENERDÌ. Libro del giorno. I quarantacinque racconti che compongono questa raccolta rappresentano l’intera opera narrativa di Grace Paley: un corpus a prima vista esiguo ma di enorme rilevanza, che la consegna alla storia della letteratura come una maestra della short story americana del Novecento, ammirata da intere generazioni di scrittori, da Philip Roth e Donald Barthelme a George Saunders e Ali Smith. Grace Paley “Tutti i racconti” (Sur). Con Isabella Zani. ---------- fahre@rai.it
torna su




Torino preziosa di Massimo Centini si fa in tre: da oggi disponibile anche in inglese e francese
'Torino preziosa' si fa in tre: la guida storica alle curiosità del capoluogo piemontese, opera dell'antropologo Massimo Centini ed edita da Yume Edizioni, è da oggi disponibile anche in inglese e francese. ----- 'Precious Turin' e 'Turin Précieux' sottolineano l'anima cosmopolita di questo libro pensato per il cittadino torinese che vuole scoprire angoli nuovi della città, ma anche per il turista che si affaccia per la prima volta nella capitale sabauda e vuole andare oltre le basilari informazioni turistiche. ----- Grazie a Massimo Centini, rinascono le storie degli aliscafi sul Po, dei cowboys in piazza d'Armi, dei luoghi di perdizione e della funicolare, in un mix di vicende e personaggi interessanti. ----- I tre libri sono disponibili sullo shop online Yume Edizioni all'indirizzo http://shop.yumebook.it/ ----- Info: Yume srl, via Cuniberti 58, 10151 Torino, Tel 011 0143030, Fax 011 0143031, www.yumebook.it
torna su

*Ricevi questa mail in quanto sei iscritto alla lista "FRECCIOLENEWS" *

Se vuoi cancellarti dalla lista invia una email a info@cascinamacondo.com


Copyright (C) 2019 *|www.cascinamacondo.com|* All rights reserved.